Potresti aver perso:
Home / Comunicati / San Marco D’Alunzio: Lunedì 13, ore 10:30, la presentazione del progetto Pacis

San Marco D’Alunzio: Lunedì 13, ore 10:30, la presentazione del progetto Pacis

Lunedì mattina a San Marco D’Alunzio la presentazione del progetto Pacis
Un progetto “sociale” per diffondere la “cultura” della valorizzazione del territorio, del mondo rurale e delle sue tradizioni  in  correlazione con il tema dell’invecchiamento attivo e della cooperazione tra le generazioni
PSR SICILIA 2014\2020  Misura 16 – Cooperazione Sottomisura 16.9
L’iniziativa si inserisce nella programmazione del PSR SICILIA 2014\2020  Misura 16 – Cooperazione Sottomisura 16.9 “sostegno per la diversificazione delle attività riguardanti l’assistenza sanitaria, l’integrazione sociale, l’agricoltura  sostenuta dalla comunità e l’educazione ambientale  e alimentare” e si svilupperà con azioni diversificate sui territori dei comuni di: Castell’Umberto, Capo d’Orlando, Raccuja, Reitano, Alcara Li Fusi, Sant’Agata Militello, Longi, Sinagra, Caronia, Acquedolci e San Fratello.
La presentazione del progetto avverrà lunedì 13 dicembre, alle ore 10,30, presso i Saloni Chiesa Santa Maria dei Poveri a San marco d’Alunzio.
Il programma dei lavori:
h.10,30   Registrazione partecipanti
h.11,00    Saluti Istituzionali. Avvia i lavori il sindaco di S. Marco  d’Alunzio Filippo Miracula
Interventi programmati
h.11,10 “la Misura 16 – Sottomisura 16.9 del PSR Sicilia 14\20”  a cura di  Maruzza  Cupane  (Ass.Tecnica PSR Sicilia 14\20  – Supporto Serv. 3°  Dipartimento Reg.le Agricoltura)
h.11,30 “L’agricoltura sociale”, a cura di Valeria Mattia Todaro, Capofila del Progetto
h.11,50 I partners e le finalità del progetto, a cura dei progettisti Antonino Ferro e Eristo Tripoli
h.12,10 Presentazione dei Partners e delle Azioni progettuali
h.12,30 Conclusioni a cura  di Giuseppe Dimino (Dirigente Servizio 3, Multifunzionalità e Diversificazione in agricoltura – Leader / Diparti mento regionale dell’agricoltura)
h.13,00 Tasting
Modererà i lavori il giornalista  Massimo Scaffidi
l’ufficio stampa