Potresti aver perso:
Home / Comunicati / On. Grasso (Forza Italia): Progetto ambulatorio psicologico Asp Messina

On. Grasso (Forza Italia): Progetto ambulatorio psicologico Asp Messina

Progetto ambulatorio psicologico Asp Messina, Grasso (FI): “Iniziativa utile ma se a lungo termine. Ho sottoscritto un ddl per l’istituzione di psicologi in tutti i distretti socio-sanitari.”
Messina, 11/06/2021: “Ho appreso della presentazione del progetto avviato dall’ASP di Messina che vede impegnato un gruppo di psicologi e psicoterapeuti fino al 31 Luglio 2021 assunti per l’emergenza covid. Pur essendo un’iniziativa utile, ritengo che questa non sia la soluzione: in 40 giorni che tipo di risposte possono essere offerte a chi necessita di un sostegno psicologico? Pertanto, sarebbe il caso che l’ASP proceda allo scorrimento della graduatoria degli psicologi – che scade a breve. Ciò consentirebbe di sopperire alla carenza in organico di tali figure professionali, garantendo programmi a lungo termine. Solo nel Distretto di S. Agata – Mistretta mancano 3 psicologi previsti nella pianta organica”. Lo afferma la deputata regionale di Forza Italia. Bernardette Grasso.
“Evitiamo di produrre precariato e lavorare su progetti che non consentono di utilizzare al meglio le professionalità.
In questo modo si danno risposte parziali ai bisogni dei cittadini –
conclude la Coordinatrice di Forza Italia per la provincia di Messina.
Il servizio offerto dallo psicologo non può essere legato esclusivamente all’emergenza covid. Il suo apporto è ancora più fondamentale nella fase post covid – penso ai danni a lungo termine prodotti dal lockdown nei soggetti più fragili o nei bambini.
A tal proposito ho sottoscritto un apposito disegno di legge già individuato dalla conferenza dei Capigruppo, che prevede l’istituzione dello psicologo di base nei distretti socio-sanitari.
Per quanto concerne l’Asp di Messina, è nota la mia richiesta di un vero cambio di passo sia a livello manageriale che amministrativo. Sono altrettanto note le criticità che relegano la sanità locale a dei livelli non sufficienti a garantire i servizi base”.
Ufficio Stampa Bernardette Grasso