Potresti aver perso:
Home / Comunicati / Milazzo Film Festival al via. Oggi, l’omaggio a Jacques Cousteau, oceanografo ed esploratore francese

Milazzo Film Festival al via. Oggi, l’omaggio a Jacques Cousteau, oceanografo ed esploratore francese

Si apre oggi, mercoledì 20 luglio, l’edizione 2022 del Milazzo Film Festival, l’evento culturale di punta dell’estate milazzese che quest’anno si svolgerà in cinque giornate nell’Atrio del Carmine.
Ieri si è tenuta la conferenza stampa di apertura a Palazzo D’Amico alla presenza del sindaco della Città di Milazzo, Pippo Midili, dell’assessore alla Cultura, Francesco Alesci e del presidente dell’Area Marina Protetta Capo Milazzo, Giovanni Mangano.
«Sono particolarmente contento di dare il bentornato al Festival anche quest’anno, poiché è evidente come sia una manifestazione che sta crescendo e che si appresta a fare un ulteriore salto di qualità. – ha dichiarato il sindaco – .
Sarà una edizione molto importante perché focalizzata sul mare, risorsa fondamentale della nostra città». «Abbiamo voluto fortemente che un’intera giornata fosse dedicata alla tutela e valorizzazione dell’ambiente marino. – ha aggiunto il presidente dell’AMP Capo Milazzo – Una scelta che il comitato organizzativo ha sposato appieno e che sarà rinnovata anche in futuro, così come il nostro impegno nel supportare l’evento».
Il momento finale della conferenza è stato riservato all’annuncio dell’incredibile ritrovamento nelle acque di Milazzo di un’ancora ellenistica, un reperto probabilmente unico nel panorama dell’archeologia per le particolari caratteristiche costruttive.
Gli eventi della prima giornata di Festival
La prima giornata del Festival sarà dedicata al mare con un omaggio a Jacques Cousteau (nella foto).
Il grande oceanografo ed esploratore francese, scomparso venticinque anni fa, è da annoverare tra i padri fondatori del nuoto subacqueo, di cui è stato uno dei pionieri nella metà del secolo scorso.
Grazie alle sue immagini e ai suoi documentari, che gli valsero tre premi Oscar, fece conoscere al grande pubblico le meraviglie dell’oceano, promuovendo la salvaguardia di tutte le forme di vita marina.
Il pomeriggio si aprirà alle 18.30 nell’Atrio del Carmine con un convegno che spiegherà il personaggio e l’eredità di Cousteau. Interverranno Giovanni Mangano, Presidente dell’AMP Capo Milazzo, Carmelo Isgrò, Direttore del Muma Milazzo, Roberto Rinaldi, fotoreporter ed esploratore subacqueo che ha lavorato con Cousteau, e Paola Valentini, docente di Cinema, fotografia e televisione presso l’Università di Firenze.
Alle 20:30 sarà la volta dei cortometraggi in gara nella sezione “Sea Protection” del Concorso Internazionale.
Alle 22:30 l’omaggio a Cousteau proseguirà sul palco serale, concludendosi con la proiezione del lungometraggio “Le avventure acquatiche di Steve Zissou” (2005) di Wes Anderson, film comico americano del 2004, il cui protagonista è ispirato alla figura di Cousteau.
Luca Formica (Ufficio Stampa MFF2022)
Il programma di giovedì 21 luglio 2022
Ore 18.30 – Presentazione del mediometraggio “Malta calling” (2022) di Nunzio Gringeri e Mauro Mondello. Saranno presenti i due registi.
Ore 19.00 – “Falcone e Borsellino: dopo 30 anni cosa è cambiato?”. Interverrà il dott. Nicola Gratteri, Procuratore di Catanzaro. Incontro a cura dell’Associazione “Città invisibili”.
Ore 20.30 – Concorso Internazionale di Cortometraggi. Proiezione dei cortometraggi:
– Danzamatta (Svizzera) di Vanja Victor Kabir Tignola – 5’
– The Sands of Time (Regno Unito) di James Hughes – 14’
– Nurradin (Italia) di Daniele Trovato – 15’
– Lia (Italia) di Giulia Regini – 14’,50”
– La vedova più bella del paese (Italia) di Mino Capuano – 12’,25”
– Curiosa (Regno Unito) di Tessa Moult-Milewska – 9’,30”
– Il taglio della tromba marina. Il rituale che agisce sulla realtà (Italia) di Valentina Calabria – 12’,15”.
Ore 21.45 – Proiezione del mediometraggio “Malta calling” (2022) di Nunzio Gringeri e Mauro Mondello. Introdurranno il film i due registi.
Ore 22.15 – Ricordo di Giovanni Falcone e Paolo Borsellino – Proiezione del lungometraggio “Era d’estate” (2016) di Fiorella Infascelli.