Potresti aver perso:
Home / Calcio / Calcio Sicilia: La Prima Categoria rimane al palo. Il Lipari allarga l’organigramma societario

Calcio Sicilia: La Prima Categoria rimane al palo. Il Lipari allarga l’organigramma societario

Orsa Promosport – Pro Mende di Coppa Sicilia

Non si sono certezze, ma anche il campionato di Prima Categoria Sicilia potrebbe rientrare nell’obiettivo che si è dato il Comitato regionale della Lnd Sicilia. Cioè, quello proposto per la Promozione, “di adotterà ogni possibile iniziativa per favorire la possibilità di ripresa di tutti i Campionati Regionali, ivi compresi quelli dell’Attività Giovanile e Scolastica, nel rispetto delle disposizioni governative e sanitarie e riconoscendo agli stessi Campionati gli interventi contributivi già previsti a suo tempo.”
Ed è già un passo avanti, rispetto al silenzio di questi mesi, non solo per la Prima categoria, anche per il resto dell’attività agonistica.
Ricordiamo che il campionato di Prima categoria Sicilia (7 gironi), se dovesse riprendere per completare la sola andata, dovrebbe disputare i restanti nove turni del torneo, dalla 5^ alle 13^ giornata, oltre 23 recuperi, formatisi a seguito dei rinvii delle prime quatto giornate del torneo, distribuiti in 6 dei 7 gironi ( A 3, B 2, C 9, D 6, E 5, G3), tranne il girone F, a 13 squadre, poi ridotte a 12 per la rinuncia del Portopalo.
Detto del campionato, per sua possibile ripresa, l’augurio è quello possa avvenire insieme a quella, che sembra la più possibile, dei campionati regionali di “Eccellenza” maschili e femminili (Calcio a 11) e di quelli regionali maschili e femminili di Serie “C1” di Calcio a 5, i quali – come si legge nei vari comunicati ufficiali della Lnd – pur svolgendosi sul territorio regionale, possono ritenersi di “preminente interesse nazionale” in considerazione dei rispettivi collegamenti con i campionati nazionali di calcio a 11 e di calcio a 5 attraverso il meccanismo delle “promozioni” e “retrocessioni”. 
Stesso collegamento – affermiamo – che per promozioni e retrocessioni, coinvolge altre categorie, anche quelle più basse. Ma questo è un compito degli organi federali. 
Padre Lio, cappellano del Lipari di Prima Categoria
La società del Lipari Inter Club di Prima categoria Sicilia girone D, anch’essa costretta a fermarsi per il lockdown calcistico, nella recente seduta del proprio consiglio direttivo, su proposta del presidente Andrea Tesoriero, ha allargato l’organigramma societario, inserendo due nuove cariche sociali, quella di direttore generale, andata a Daniele Orefici e di una nuova figura societaria, ai più inusuale, il cappellano della squadra, incarico affidato, e non poteva essere altrimenti, ad un sacerdote, don Lio Raffaele, parroco di Vulcano. 
Da parte del club liparese, un augurio di un buon lavoro al neo DG, ed un in bocca al lupo a padre Lio per il sostegno che donerà durante l’anno sportivo. Aggiungiamo, sperando nella ripresa dei torneo.
La scelta del sacerdote non è casuale, don Lio, un parroco molto noto, nelle due isole dell’arcipelago delle Isole Eolie, Lipari e Vulcano, ha promosso diverse iniziative, non solo religiosi, anche sportive, come il Trofeo Eolie Cupo, organizzato dal PGS Messina in collaborazione con la Parrocchia S. Croce. Nel 2019, a Vulcano, viene inaugurato il nuovo campetto calcio a cinque dell’isola, fatto realizzare dalla parrocchia Santissimi Angeli Custodi, nel terreno donato alla Chiesa dalla famiglia Pavia e intitolato alla memoria di Elisabetta Pavia. Opera finanziata nell’ambito del bando “Sport e periferie” del Coni.
Per l’infaticabile don Lio, con oltre 16 anni di sacerdozio, anche iniziative sociali, come l’annuale Premio della solidarietà, che nell’edizione 2016, ha avuto come madrina, l’attrice Maria Grazia Cucinotta.