Potresti aver perso:
Home / Calcio / Calcio Sicilia, Eccellenza B:  L’Igea piazza il colpo in attacco, arriva Ninni Carrello

Calcio Sicilia, Eccellenza B:  L’Igea piazza il colpo in attacco, arriva Ninni Carrello

Altro colpo di mercato in entrata per l’Igea 1946 che si è appena assicurata le prestazioni sportive di Ninno Carrello, ex Acquedolci, quattro centri in questo primo scorcio di stagione, il terzo nella classifica marcatori del girone B di Eccellenza. Tutto questo, grazie alla doppietta al ““Fresina”, nel 2-1 della Nuova Acquedolci contro il Giarre 1946, lo scorso 17 ottobre 2020, nell’anticipo della 5^ giornata, per la prima sconfitta in campionato dei gialloblu, oltre al gol nel 2-1 contro l’Acicatena e match winner nel successo dei biancoverdi per 1-0 con il Palazzolo. 
Ad informare del tesseramento dell’attaccante, classe ’98, il comunicato del club barcellonese, dove si legge che la Dirigenza giallorossa non aveva di certo nascosto che era alla ricerca di un innesto importante in attacco ed, alla fine la pedina tanto voluta è arrivata!
Da oggi, infatti, Mister Furnari avrà a disposizione Antonino “Ninni” Carrello, attaccante classe ‘98, fino a qualche giorno fa in forza all’Acquedolci, avversaria dell’Igea nel girone B di Eccellenza.
Si è celebrato quindi, un matrimonio che lo staff giallorosso non ha mai nascosto di aver cercato di coronare anche in passato.
Si ringrazia, ovviamente, l’Acquedolci, con in testa il proprio massimo dirigente, Carlo Natoli, per aver dato il placet per l’operazione.
Ninni, nello scorcio di campionato disputato fino ad Ottobre ha per l’appunto indossato la casacca biancoverde dell’Acquedolci, con cui tra l’altro, nel torneo di Promozione 2019/20, terminato oltretutto in anticipo a causa dello stop per via del Covid, ha messo a segno ben 24 sigilli.
L’Igea firma un altro grande colpo, e prepara al meglio, con la rosa al gran completo, il nuovo inizio del torneo, che dovrebbe avere il via la settimana dopo la Santa Pasqua.
“Sono Felicissimo – dichiara Carrello – di poter vestire una maglia così blasonata ed importante come quella dell’Igea.
So di essere in una piazza molto calorosa ma allo stesso tempo molto esigente, e di esser arrivato in una società che non ha mai nascosto le proprie ambizioni.

Finalmente avrò il piacere di potere lavorare con Mister Furnari, persona che stimo tantissimo e di poter entrare in un grande gruppo di uomini, oltre che di atleti, ragion per cui non vedo l’ora di tornare in campo, anche perché queste continue interruzioni, per noi giocatori, sia dal punto di vista fisico che mentale sono davvero deleterie!
Desidero infine ringraziare tantissimo lo Staff-Tecnico Dirigenziale dell’Igea, con in testa il Presidente Barresi, che tanto mi ha voluto, per la fiducia riposta nel sottoscritto, che ripagherò con sacrificio ed abnegazione in allenamento ed in partita”.
Comunicato Stampa Igea 1946