Potresti aver perso:
Home / Calcio / Calcio: Quel “lapsus freudiano” sulla ripartenza del campionato di Promozione Sicilia

Calcio: Quel “lapsus freudiano” sulla ripartenza del campionato di Promozione Sicilia

Chiamatela come volete, anche “errata correge” correggi le cose sbagliate, come può capitare.
E’ accaduto ieri, martedì 9 febbraio 2021, con la nota attribuita alla Lnd Sicilia, che indicava la possibile ripresa, oltre dell’Eccellenza, anche della Promozione, con il Cr Sicilia che avrebbe chiamato le società delle due categorie, non appena verrà emanato il Decreto Ministeriale del prossimo 5 marzo, per informarli che entro lo stesso mese si ripartirà con i restanti turni del girone di andata dei due campionati. Poi chiarito che si trattava solo per i club di Eccellenza (calcio a 11) e Serie C1 (Calcio a 5).
Nulla da dire, del resto nel caos di questi giorni sulla ripartenza, si è detto di tutto ed il contrario di tutto, tranne la verità, che il campionato di Promozione, insieme alle altre categorie, dette, inferiori, non riprenderà l’attività, per ovvi problemi organizzative e risorse che mancano.
E’ il  de profundis , non della categoria, ma è da considerare irrimediabilmente perduto il “Mito” della Promozione. Torneo, che per la Sicilia è da considerare la quarta serie. Dove mancano serie A e serie B, con grosse realtà in Serie C e Serie D. Ed altrettante centri importanti che si aggrappano all’Eccellenza, mentre altri si rifugiano nella Promozione.
Comunque, il ridimensionamento del torneo di Promozione, è una storia vecchia di trenta anni. Bene, lo sport per tutti, ma occorre una riforma dei campionati dilettanti. E’ sotto gli occhi di tutti, il bilancio di ogni stagione, con in ritiri nel corso della stagione e tanti ripescaggi per ripartire. 
Guardando indietro, il ruolo del campionato di Promozione, viene declassato nel 1991-1992, quando si istituisce l’Eccellenza, campionato di livello più altro su base regionale. Oggi, non resta che prendere atto di quanto fatto trenta anni fa.
Se vogliamo, ha ragione chi dice – come si legge sui social – che Lega nazionale dilettanti, con poche parole fredde e asettiche, ha deciso di fermare tutte le sue attività, ad eccezione dei ” campionati d’interesse nazionale e di vertice regionale”, ed è meglio non commentare queste sospensioni. Ed aggiungono, il calcio a porte chiuse , il calcio senza tifosi  e senza seguito non ci appartiene .