Potresti aver perso:
Home / Calcio / Calcio, profumo di campionato di Eccellenza a Milazzo

Calcio, profumo di campionato di Eccellenza a Milazzo

Nella foto, la terzultima gara interna del 1937 Milazzo di Eccellenza dello scorso 20/10/2019, stagione 2019-20, 6^ giornata, Milazzo-Enna 1-0, gol al 10′ st di Amante. 
Se sarà campionato di Eccellenza, lo “scopriremo solo vivendo”, prendendo a prestito il ritornello della famosa canzone “Con il nastro rosa”, di Lucio Battisti.
Inoltrandoci nell’argomento di cui si parla, al momento non ci sono certezze, c’è poco, solo voci raccolti qua e là, ma sembra che si lavori ad un progetto che ha l’obiettivo di  portare nella città del Capo, la categoria dell’Eccellenza Sicilia.  
Per evitare equivoci, chiariamo, che l’attuale Ss Milazzo di Promozione, non c’entra in tutto questo, anzi, potrebbe essere un elemento concorrente. Nel contempo, è apprezzabile l’impegno a fare calcio della Ss Milazzo, ex Virtus Milazzo, fondata nel 2013, da tre stagioni in Promozione, dopo il salto di categoria, dalla Prima alla Promozione del 2017-2018. Società penalizzata, con il mancato ripescaggio in Eccellenza nel 2019-2020, campionato di Promozione girone C, sospeso alla 24° giornata causa Coronavirus, dove i rossoblu si classificavano al 3° posto ed attendevano, insieme ad altre tre squadre, di disputare le semifinali di Coppa Italia di Promozione. Una performance, mai riconosciuta al club mamertino. 
Ma torniamo ai rumors, quelli che circolano da tempo, circa l’acquisizione di un titolo sportivo di fuori Comune, necessariamente attraverso un club del luogo, ancora sconosciuto, che sarebbe coinvolto in questa operazione. Quella, che mira a riportare a Milazzo il calcio di Eccellenza, assente da dicembre 2019, dopo la rinuncia a metà della stagione 2019/2020 del 1937 Milazzo. Club, che chiudeva l’esperienza milazzese dell’Usd Pistunia di Messina di Eccellenza, trasferitasi nel 2018, e che a Milazzo, disputò  il campionato di Eccellenza nella stagione 2018-19, classificandosi al 5° posto nel girone B, perdendo la semifinale play-off, e sempre in quella annata calcistica, qualificandosi ai Sedicesimi di finale di Coppia Italia di categoria.
Per quello di nuovo che si pensa di fare, è già previsto dalla norme federali, contenute nelle guida denominata: “Norme organizzative interne della Figc”, in particolare, l’Art 18, sede sociale, dove si legge:
1. La sede sociale è quella indicata al momento della affiliazione.
2. II trasferimento della sede di una società in altro Comune è approvato dal Presidente Federale. L’approvazione è condizione di efficacia del trasferimento di sede. La relativa delibera deve espressamente prevedere, quale condizione della sua efficacia, l’approvazione da parte del Presidente Federale.
3. La domanda di approvazione deve essere inoltrata al Presidente Federale con allegata la copia autentica del verbale della assemblea della società che ha deliberato il trasferimento di sede, lo statuto della società, nonché l’elenco nominativo dei componenti degli organi direttivi ed ogni altro atto che sia richiesto dagli organi federali. Le domande di approvazione dei trasferimenti di sede devono essere presentate, in ambito professionistico e di Divisione Calcio Femminile, entro il 15 luglio di ogni anno, in ambito dilettantistico, entro il 5 luglio di ogni anno.
4. II Presidente della F.I.G.C. delibera sulle domande, sentita la Lega o la Divisione Calcio Femminile.
5. Il trasferimento di sede è consentito alle seguenti condizioni:
a) la società deve essere affiliata alla F.I.G.C. da almeno due stagioni sportive;
b) la società deve trasferirsi in Comune confinante, fatti salvi comprovati motivi di eccezionalità per società del settore professionistico;
c) la società, nelle due stagioni sportive precedenti, non abbia trasferito la sede sociale in altro Comune e non sia stata oggetto di fusione, di scissione o di conferimento di azienda.
Per quanto riportato, diciamo, molto chiaro, esaustivo nella parte che riguarda i programmi di quel gruppo, che a Milazzo, si appresta ad iniziare questa nuova avventura, che riportiamo con il beneficio di inventario.