Potresti aver perso:
Home / Calcio / Calcio Eccellenza Sicilia: 1946 Igea, Isgrò-Pavisich, come Isgrò-Cannavò nel 2015-16

Calcio Eccellenza Sicilia: 1946 Igea, Isgrò-Pavisich, come Isgrò-Cannavò nel 2015-16

Il 1946 Igea di Eccellenza Sicilia girone B, stagione 2021-22, trova in Santiago Pavisich, il successore di Antonio Cannavò, nell’Igea Virtus di Barcellona, squadra che al secondo campionato di Eccellenza, nell’annata 2015-2016, vinse il torneo e venne promossa in serie D.
Allora, Cannavò segnò 19 reti in campionato ( di cui 5 rigori) e due in coppa, (1 su rigore). A fargli da “spalla”, assist-man, Antonio Isgrò, dieci centri in totale. Cross di Isgrò e rete di Cannavo, così per tutta la stagione. A distanza  di 5 anni, ecco una nuova coppa dei gol, Isgrò e  Pavisich.
L’Italo-argentino, ha già cinque centri in tre gare, tre in coppa, due in campionato, frutto di due doppiette ed il gol nell’1-1 in coppa nell’andata contro la Nebros. Un buon viatico, per eguagliare il record di Cannavò, il quale, nel 2015-16, non fu però il capocannoniere del girone girone B di Eccellenza. La classifica marcatori, sorrise a Strano dello Sport Club Palazzolo (22 reti), seguito da Biondo (Rocca di Caprileone), 21 reti. Dietro, con 19 centri, Cannavò (Igea Virtus Barcellona), insieme a Russo (Rocca di Caprileone).
Al momento, Pavisich è il bomber della squadra, seguito da Assenzio, una rete su rigore, ma siamo solo alla prima giornata. L’italo-argentino ha comunque fretta di arrivare al traguardo. Nei confronti di Cannavò, ha già segnato alla prima di campionato, mentre l’altro andò a segno alla sesta giornata, nel 5-0 interno contro il Modica e la settimana successiva, la sua prima doppietta, nel 5-0 di Catania, contro l’Atletico.
In quella stagione, l’Igea mise  a segno 70 reti subendone 12. Vinse il campionato con 67 punti, 3 in più del Rocca di Caprileone, a seguire, la Sicula Leonzio 63, Troina 61, Acireale 59. Tre punti di penalizzazione per la Leonzio, ugualmente promosso in quarta serie, nonostante il terzo posto nel girone,  per aver eliminato nella finale nazionale delle seconde il Real Metapontino e negli spareggi del girone, avendo la meglio su Troina ed Acireale.