Non perdere...
Home / Pallavolo / Volley Sicilia: Serie C-D, le principali norme della Stagione Sportiva 2015/2016

Volley Sicilia: Serie C-D, le principali norme della Stagione Sportiva 2015/2016

DSCN0990Nel corso della riunione svoltasi a Catania giorno 18 luglio u.s. nei locali del PalaCatania, la Consulta dei Presidenti Provinciali all’unanimità ha deliberato le norme organizzative dei campionati di serie C e D F/M 2015/2016, che di seguito si indicano per estratto, in attesa della pubblicazione sul sito www.fipavsicilia.it della indizione dei campionati di serie e di categoria 2015/2016:
a) ricezione della normativa delineata dalla Guida Pratica 2015/2016 in ordine alle modalità ed alle condizioni necessarie per la cessione/acquisizione dei diritti sportivi dei campionati di serie C, D e campionati di serie provinciale. Il termine entro il quale provvedere alla presentazione della documentazione necessaria per l'acquisto/cessione dei diritti sportivi per i campionati di serie C M/F è fissato al 9 agosto 2015 e per i campionati di serie D M/F al 11 agosto 2015. Per i Comitati Provinciali il termine ultimo di presentazione della documentazione per l'acquisizione/cessione dei diritti sportivi dei rispettivi campionati di serie provinciale è fissato al 10 ottobre 2015 ;
b) il termine ultimo per l’iscrizione al campionato di serie C F/M e alla Coppa Sicilia F/M è fissato per giorno 24 agosto 2015, mentre per l’iscrizione al campionato di serie D M/F e alla Coppa Trinacria M/F è fissato al 31 agosto 2015. L’iscrizione alla Coppa Sicilia M/F è obbligatoria mentre è facoltativa quella alla Coppa Trinacria M/F ;
c) al campionato di serie C/F, parteciperanno 36 società distribuite in 3 gironi da 12 squadre cadauno e la formula di svolgimento vedrà una fase regolare ed una successiva di play-off. Non è prevista alcuna fase di play–out retrocessione.
Al campionato di serie D/F parteciperanno 48 società, distribuite in 4 giorni. La formula di svolgimento sarà la medesima della stagione 2014/15. Da ciascun Campionato di Prima Divisione F 2015/16 dei comitati di Catania, Messina e Palermo verranno promosse 2 società in serie DF 2016/17 ;
d) al campionato di serie C/M parteciperanno 24 società – facendo comunque salvi i diritti delle società che attualmente costituiscono l’organico – che verranno suddivise in due gironi non necessariamente costituite dallo stesso numero di società. Nella stagione 2015/16 è prevista una sola promozione in serie B2 M 2016/2017.
Il girone A sarà composto dalle società della provincia di Palermo, Trapani, Agrigento, della parte settentrionale della provincia di Caltanissetta e da quelle della provincia di Messina da Villafranca Tirrena in direzione Palermo, mentre il girone B dalle rimanenti società delle provincia di Messina, Catania, Enna, Siracusa, Ragusa e della parte meridionale della provincia di Caltanissetta. Al termine delle iscrizioni verranno formati i due gironi sulla base dei criteri sopra indicati e, di conseguenza, eventuali ripescaggi verranno effettuati in modo da facilitare la “chiusura” dei gironi. Al termine della stagione regolare la prima del girone A si incontrerà con la seconda del girone B e la prima del girone B con la seconda del girone A. La gara di andata si svolgerà in casa della seconda classificata e dopo la gara di ritorno, in caso di parità di vittorie e differenza set, si disputerà il golden set. Le vincenti si affronteranno tra loro e la gara di andata si svolgerà in casa della peggiore classificata secondo la classifica avulsa stilata al termine della stagione regolare. Dopo la gara di ritorno, in caso di parità di vittorie, di differenza set e di differenza punti si svolgerà il golden set. La squadra perdente verrà considerata come prima avente diritto al ripescaggio in serie B2M, mentre le altre aventi diritto ad eventuali ripescaggi verranno determinate secondo la classifica avulsa stilata al termine della stagione regolare. Non sono previsti play-out retrocessioni ;
e) al campionato di serie D/M parteciperanno 24 società – facendo comunque salvi i diritti delle società che attualmente costituiscono l’organico – divise in 2 gironi non necessariamente composti dal medesimo numero di società . Il girone A sarà composto dalle società della provincia di Palermo, Trapani, Agrigento, della parte settentrionale della provincia di Caltanissetta e da quelle della provincia di Messina da Villafranca Tirrena in direzione Palermo , mentre il girone B dalle rimanenti società delle province di Messina, Catania, Enna, Siracusa, Ragusa e della parte meridionale della provincia di Caltanissetta. Al termine delle iscrizioni verranno formati i due gironi sulla base dei criteri sopra indicati e, di conseguenza, eventuali ripescaggi verranno effettuati in modo da facilitare la “chiusura” dei gironi. Il numero delle promozioni in serie CM 2016/17 e quelle delle retrocessioni in Prima Divisione verranno indicate in sede di indizione campionati 2015/16. Da ciascun Campionato di Prima Divisione M 2015/16 dei comitati di Catania, Messina e Palermo verranno promosse 2 società in serie DM 2016/17 ;
f) nella stagione 2015/2016 potranno essere inseriti nel CAMP3 massimo quattro atlete nate negli anni 1985 (compreso) e precedenti per i campionati di C/F e D/F. In caso di mancato rispetto dei sopra indicati obblighi verrà irrogata la sanzione della perdita della gara. Nei campionati di serie CM e DM non è prevista alcuna limitazione all’utilizzo degli atleti over ;
g) in ossequio alla delibera del Consiglio Federale del 16 giugno 2012 relativa alle misure minime per l’omologazione dei campi di gioco per i campionati di serie regionale, si ribadisce che le misure minime e le tolleranze ammesse per la stagione 2015/16 sono le seguenti : 1) zone di rispetto (laterali e fondo campo) cm 300 (tolleranza del 5%) ; 2) altezza soffitto cm 700 (tolleranza 4%) . Il CR Sicilia, su espressa e motivata richiesta degli interessati, potrà concedere deroghe ai requisiti ed alle misure sopra indicate, ove accerti che nel caso concreto che – in relazione al livello del campionato cui si riferisce la richiesta di omologa – il mancato rispetto di uno o più requisiti e misure non impedisca il regolare svolgimento del gioco ;
h) in ottemperanza a quanto statuito dal Decreto Ministeriale, firmato dal Ministro della Salute Renato Balduzzi, la Consulta dei Presidenti ha statuito l’obbligatorietà nell’impianto di gioco, durante lo svolgimento delle gare, o di un defibrillatore semiautomatico con una persona abilitata al suo utilizzo o di un medico di servizio – che potrà essere anche un medico iscritto a referto -, o di un’ambulanza, provvista di defibrillatore e del relativo personale di servizio. In caso di assenza, la squadra ospitante, in sede di omologa, verrà sanzionata dal Giudice Unico Regionale con l’ammonizione alla prima infrazione, l’ammonizione con diffida alla seconda, con la multa di € 40,00 per la serie C F/M ed € 30,00 per la serie D F/M alla terza. Le successive infrazioni verranno sanzionate con la multa di € 50,00 per la serie C F/M ed € 40,00 per la serie D F/M A tal proposito si ricorda che in base al citato Decreto 24 aprile 2013 del Ministero della Salute, pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 169 del 20 luglio 2013, dal 1° gennaio 2016 tutti gli impianti sportivi dove si svolge qualsiasi tipo di attività sportiva (agonistica, allenamento, promozionale, amatoriale, ecc.) dovranno essere dotati della presenza di un defibrillatore e del relativo addetto al suo utilizzo. In tal senso il CF ha stabilito che: A) dalla stagione 2016/2017 nei Campionati di
Serie C e D Maschile e Femminile sarà obbligatorio avere a disposizione nell’impianto di gioco durante lo svolgimento delle gare, un defibrillatore semiautomatico e una persona abilitata al suo utilizzo. In caso di assenza la gara non potrà essere disputata e la squadra ospitante in sede di omologa sarà sanzionata dal Giudice Sportivo Nazionale con la perdita dell’incontro con il punteggio più sfavorevole ; B) dalla stagione 2017/2018 nei Campionati di Serie Provinciale e in tutti i Campionati di Categoria sarà obbligatorio avere a disposizione nell’impianto di gioco durante lo svolgimento delle gare, un defibrillatore semiautomatico e una persona abilitata al suo utilizzo. In caso di assenza la gara non potrà essere disputata e la squadra ospitante in sede di omologa sarà sanzionata dal Giudice Sportivo Nazionale con la perdita dell’incontro con il punteggio più sfavorevole;
i) applicazione della disciplina del prestito per un solo campionato per gli atleti delle categorie giovanili nati negli anni 97-98-99-2000-2001-2002-2003 e per le atlete nate negli anni 98-99-2000-2001- 2002-2003 ;
j) Gli atleti nati nell’anno 1998 e successivi e le atlete nate nell’anno 1999 e successivi potranno disputare per la stessa società un massimo di 10 gare, anche non consecutive, nel campionato di serie C ed essere schierati/e in uno dei campionati di divisione provinciale. A sua volta, gli atleti nati negli anni 2001- 2002, 2003 e le atlete nate negli anni 2002, 2003 e 2004 potranno disputare per la stessa società un massimo di 10 gare, anche non consecutive, nel campionato di serie D e essere schierati/e in uno dei campionati di divisione provinciale (partecipazione a diversi campionati) ;
k) utilizzo del doppio libero nei campionati di serie C e D M/F- atleti/e nati/e negli anni 1997 e successivi -, oltre che in quelli di categoria già espressamente individuati dal C.Q.N. (Under 19 M, Under 18 F, Under 17 M, Under 16 F eUnder 15 M) ;
l) le società partecipanti ai campionati di serie C M/F e D M/F hanno l’obbligo di partecipare ad almeno due campionati di categoria indetti dai C.P. per la stagione agonistica 2015/2016. In particolare, nel settore femminile le società dovranno partecipare obbligatoriamente o al Campionato Under 14 o a quello Under 16, mentre il secondo obbligo verrà adempiuto scegliendo di partecipare al Campionato Under 13 o Under 18. Nel settore maschile le società dovranno partecipare o al Campionato Under 15 o a quello Under 17, mentre il secondo obbligo potrà essere adempiuto scegliendo di partecipare al Campionato Under 13 (3vs3), Under 13 (6vs6), Under 14 e Under 19. La mancata partecipazione ad ogni campionato di categoria comporterà una sanzione di
€ 250,00 (duecentocinquanta/00), che sarà sanzionata dal Giudice Unico Regionale, previa indicazione del CP competente per territorio, e verrà versata al Comitato Regionale ;
m) il termine di iscrizioni a tutti i campionati di categoria – ad esclusione del campionato under 13 F, Under 13M (3vs3), under 13 M (6vs6) per i quali il termine è quello di giorno 29 novembre 2015 – è fissato per tutti i comitati provinciali per giorno 20 settembre 2015. Per i Campionati di serie provinciale il termine di iscrizione è quello del 24 ottobre 2015.
Palermo, li 18 luglio 2015
Il Responsabile della Commissione Organizzativa Gare Regionale