Non perdere...
Home / Calcio / Storie e aneddoti del calcio giovanile dagli anni ’60 agli ‘80

Storie e aneddoti del calcio giovanile dagli anni ’60 agli ‘80

STORIE E ANEDDOTI DEL CALCIO GIOVANILE DAGLI ANNI ‘60 AGLI ‘80
I GIOVANI E IL CALCIO DI SALVO PAPPALARDO

di Paolo Boccaccio


Catania. Nella sala convegni dell'istituto S. Filippo Neri di via Teatro Greco è stato presentato il libro “I giovani e il calcio” realizzato dal prof. Salvo Pappalardo. Sei anni di duro lavoro ma ne è valsa la pena, o meglio a …penare è stato l'editore Alfio Grasso, che si è visto presentare nella sede di Viagrande, autentici scaffali di notizie e fotografie; a parte la battuta la sala era gremita da nostalgici e non che hanno provato non poco emozione. Uno spaccato di ventennio tra il 60' e gli anni 80'  dove si miscela sport e società. Infiniti aneddoti si intrecciano nelle 278 pagine di questo primo volume. In sala tanti personaggi dall'ex presidente provinciale della Figc Pippo Crisafulli, al rossazzurro Gigi Chiavaro, Santo Fassari, Pietro Privitera, Franco Anastasi, Nino Pezzillo, Pippo Tropea, Salvo Mavilla, Gaetano D' Arrigo, Renato Marletta; tanto per citarne alcuni.
A tenere a battesimo la presentazione il presidente delle Pgs isolane, prof. Enzo Caruso che ha sottolineato come Salvo ha scelto la sede giusta per questa presentazione di un libro che trovo scorrevole e coinvolgente con  migliaia di personaggi di quel ventennio. Il testimone è passato poi al relatore, il regista teatrale catanese Santi Consoli che ha raccontato delle simpatiche storie di quel periodo.  “Ho cominciato a giocare con la squadra del compianto Gianni D' Agata la Castor, poi alla Pollo D' Oro, poi ero in procinto di passare al Taormina ma la società etna chiese 200 mila lire e mi “castro” dicendomi che avevo firmato il cartellino a vita; da quel momento ho lasciato questo mondo da…calciatore. Tornando al libro di Salvo, ci troviamo di fronte ad una enciclopedia, con date e orari…svizzere, ci ha messo sei anni ma ne è uscito fuori un lavoro doc”. Anche l'editore Alfio Grasso ha sottolineato il legame con il prof. Pappalardo, persona che entrava in punta di piede in tipografia, quasi non volesse disturbare, insomma una persona d'altri tempi. Il finale è tutto di Salvo Pappalardo che all'inizio è bloccato dall'emozione. “Vedere questa sala affollata mi riempie di gioia, rivivo i momenti quando mi saliva l'adrenalina durante la notte che precedeva la partita di calcio. In questo libro ci sono tre amici con la A…maiuscola che ci hanno lasciato prematuramente: Claudio Fassari, Gianni D' Agata e Michele Tosto e dalla sala parte una standing ovation… sinceramente ho dovuto fare un grande sforzo di memoria ma grazie a Dio ci sono riuscito, grazie anche a chi mi ha collaborato, ne cito uno l'ex arbitro Salvo Consoli che mi ha permesso di accedere nell'archivio dell'Espresso Sera, infine dedico questo lavoro di 278 pagine ai miei nipoti: Andrea, Vittoria e Matteo”.
Il libro dell' Algra Editore è già in edicola al prezzo di 18 euro .

I partecipanti alla presentazione del libro. 

“I giovani e il calcio”, notizie e foto