Non perdere...
Home / Calcio / Serie C1 Calcio A 5 Sicilia, I risultati della sesta giornata

Serie C1 Calcio A 5 Sicilia, I risultati della sesta giornata

ph Nicola Cavallo-3I risultati della 6^ giornata, sabato 12/10/2013. Azzurri F. Palermo (nella foto), supera 3-0 la  Futsal Peloro Messina e conquista la seconda posizione in classifica, insieme alla Harbur Sporting C.
I risultati della 6^ giornata:
Arcobaleno Ispica- Mascalucia C5 5-2
Azzurri F. Palermo- Futsal Peloro Messina 3-0
Città di Leonforte – Ennese 5-3
Dilettanti Regalbuto – Mabbonath 4-2
Futsal Catania- Juventus G. Scirea 2-5
Harbur Sporting C- M&M Futsal Club  5-3
Real Calcio – Pro Gela 2-5
Virtus Termini – Nissa Futsal 2-6
Classifica: Pro Gela 16, Harbur Sporting C. 15, Azzurri Futsal Palermo 15, Juventus Club G. Scirea 13, M&M Futsal Club 12, Nissa Futsal 12, Arcobaleno Ispica 10, Ennese 9, Città di Leonforte 8, Dilettantistica Regalbuto 8, Mascalcia C5 6, Futsal Peloro Messina 4, Mabbonath 4, Real Calcio 4, Futsal Catania 0, Virtus Termini 0.
Prossimo turno, 7 giornata( sabato  19/10/2013):
Arcobaleno Ispica – Harbur Sporting C.
Ennese – Real Calcio
Futsal Peloro – Città di Leonforte
Juventus G. Scirea – M&M Futsal Club
Mabbonath-Virtus Termini
Mascalucia C5 – Dilett. Regalbuto
Nissa Futsal – Azzurra F. Palermo
Pro Gela – Futsal Catania
Azzurri F. Palermo- Futsal Peloro Messina 3-0
La “premiata ditta” Marco Torcivia & Carlo Hamici, protagonisti di una prestazione caratterizzata da splendidi assoli  e da accelerazioni devastanti, consente agli Azzurri Futsal 1998 di inanellare la quinta vittoria stagionale superando, per 3 a 0, la Futsal Peloro Messina.
Un successo conseguito sul sintetico del Torre Xiare di Lido di Valderice che, dopo l’amara delusione patita 15 giorni orsono con il Pro Gela, ritorna ad essere “amico” per i ragazzi di Mister Zapparata e del Presidente Salvo Ventimiglia.
Una gara che ha visto il debutto tra i pali degli Azzurri di Antonio Buccheri, storico estremo difensore della compagine Valdericina, preferito al quanto mai promettente, ma ancora acerbo, Beppe Calamia e all’infortunato Giuseppe Giuliano.
Dal fischio d’inizio il match ha evidenziato la volontà dei padroni di casa di imporre gioco e ritmo e, soprattutto, di interrompere con decisione il temuto possesso palla della compagine Messinese che, in caso contrario, poteva creare difficoltà con consequenziali palle gol.
La rete del vantaggio, che spezzava l’equilibrio della contesa, era realizzata a seguito di una splendida giocata di Marco Torcivia che, sugli sviluppi di una veloce ripartenza, si ritrovava a tu per tu con il portiere avversario e lo superava con un classico virtuosismo, tipico del calcio a 5, effettuato con la consueta maestria nel gestire la palla con la suola.
Il vantaggio non riduceva la spinta degli Azzurri che, invece, riuscivano a siglare la rete del raddoppio con Carlo Hamici che sfruttava a dovere una deliziosa sponda di Marco Torcivia per superare, con un potente sinistro indirizzato all’incrocio dei pali, il portiere Messinese fissando sul 2 a 0 il risultato finale della prima frazione.
L’inizio del secondo tempo, ormai divenuto nelle ultime giornate il vero “Tallone d’Achille” per i Bianco-Azzurri, non registrava i consueti cali di tensione o recuperi folgoranti degli avversari ma un incremento repentino dei falli cumulativi per i padroni di casa, in molti di questi casi decisamente evitabili, e la consequenziale massima circospezione nel gestire le marcature degli avversari che approfittavano di una maggiore libertà d’azione per colpire un palo, a portiere pressoché battuto, e poco dopo pervenivano al tiro da 10 metri che veniva neutralizzato da un insuperabile Antonio Buccheri che manifestava, per l’intero arco della partita, grande concentrazione infondendo sicurezza a tutta la squadra.
Dopo una ragguardevole serie di palle gol non trasformate dai padroni di casa era una ulteriore “magia” di Marco Torcivia che superava, con incredibile facilità, il portiere ospite in uscita per siglare il 3 a 0 e la sua personale doppietta servito da un splendido passaggio filtrante di Roberto “Robinho” Terranova autore, al suo rientro dopo i sei punti di sutura patiti nel match vinco contro la Juve Scirea, di una prestazione sontuosa.
Il finale regalava un’altra palla gol per arrotondare il già importante punteggio che scaturiva sugli sviluppi di una punizione dal limite, a seguito di uno schema perfettamente riuscito, ma il palo respingeva il tiro dell’onnipresente Marco Torcivia negando un’ulteriore centro al “Gringo” Palermitano.
Comunicato Azzurri F. Palermo del 13/10/2013
Tancredi Bettio (Tivio Redazione)