Non perdere...
Home / Comunicati / Milazzo: Tares, giusta l’intuizione dell’Amministrazione sui coefficienti

Milazzo: Tares, giusta l’intuizione dell’Amministrazione sui coefficienti

MIDILI PIPPOMolti Comuni dovranno rideterminare le tariffe Tares già adottate in quanto la nuova normativa, pubblicata qualche giorno addietro sulla gazzetta ufficiale prevede che alcuni coefficienti sono stati modificati in quanto i precedenti risalivano al 1997, in pieno boom economico, e non sono oggi attuabili.
La questione però non interessa il Comune di Milazzo, come spiega l’assessore alle finanze, Pippo Midili (nella foto).
“Nella determinazione della Tares ci eravamo accorti di questa anomalia e peraltro anche nel corso della conferenza stampa di presentazione della nuova tariffa l’ho anticipato. Quei coefficienti, riguardanti le famiglie con 4,5 e 6 occupanti dovevano essere rivisti e diminuiti della percentuale del 10 per cento proprio per il mutamento dei redditi ma anche  della composizione dei nuclei familiari. E così ci siamo mossi. Oggi con soddisfazione, prendo atto che  la nostra intuizione è stata poi prevista nel decreto legge del governo”.
L’assessore ha poi comunicato che “il prossimo obiettivo dell’Amministrazione sarà quello di far diminuire ulteriormente la quota Tares a carico dei cittadini, già comunque più bassa rispetto alla Tarsu, attraverso la loro fattiva e responsabile collaborazione. Se infatti si riuscirà a raggiungere risultati significativi nella raccolta differenziata, conferendo meno rifiuti in discarica, il costo del servizio di igiene ambientale avrà delle economie di spesa che si trasformeranno in bollette ancora più leggere”.
Il Regolamento della Tares prevede già, per la prima volta nel Comune di Milazzo l’applicazione di importanti  agevolazioni per i pensionati appartenenti ad un nucleo familiare residente nel  territorio comunale con un indicatore della situazione economica equivalente (ISEE) complessivamente non superiore all’importo annuo, del trattamento minimo di pensione  INPS, per quei nuclei familiari che nel corso dell’anno di riferimento  abbiano subito una riduzione dell’ISEE dovuta a licenziamento o mobilità o cassa integrazione guadagni e del 20 per cento per quelle famiglie con componenti  portatori di handicap.
Comune di Milazzo
Ufficio Stampa
Comunicato nr. 322  del 06/9/2013