Non perdere...
Home / Comunicati / Milazzo: Seduta di consiglio comunale dedicata all’aeroporto

Milazzo: Seduta di consiglio comunale dedicata all’aeroporto

Aula ConsiglioAlla presenza di alcuni promotori dell’idea aeroporto, come l’ing. Di Bartola, il dottor Muscianisi, il prof. Vermiglio e l’operatore turistico Pino Ragusi, si è svolta martedì pomeriggio la seduta straordinaria aperta del consiglio comunale, dedicata alla proposta di edificazione di un aeroporto nell’area compresa tra Milazzo e Barcellona.
In apertura di lavori, consueti schermaglie sul difficile rapporto con l’Amministrazione e critiche per l’assenza in aula sia del segretario generale, sia del funzionario verbalizzante.
Quindi si è deciso di ascoltare l’ing. Di Bartola che con l’ausilio di un filmato ha illustrato il piano lasciando poi al prof. Vermiglio il compito di illustrare nel dettaglio l’intervento infrastrutturale in una logica di sviluppo dei trasporti. Per Di Bartola l’aeroporto rappresenta un’occasione unica ed irripetibile per il rilancio di questo comprensorio e il fatto che vi sia la disponibilità di privati – una società indiana – rappresenta una ulteriore garanzia per la sua realizzazione. Tesi condivisa dal prof. Vermiglio che ha sollecitato le forze politiche a pronunciarsi per dare risposta agli investitori, evidenziando che si parla di un investimento di circa 300 milioni di euro, con una notevole ricaduta occupazionale e con concrete prospettive di rilancio economico del territorio.
Quasi tutti i rappresentanti consiliari sono intervenuti nel dibattito. Il consigliere Giuseppe Doddo, uno dei promotori dell’iniziativa a livello consiliare ha ribadito che la realizzazione dell’infrastruttura aeroportuale costituisce “precondizione essenziale per progetti di sviluppo turistico, commerciale, industriale del vasto comprensorio dei peloritani, Nebrodi ed Isole Eolie, mentre il vicepresidente Santino Napoli ha posto l’attenzione sul possibile pregiudizio dato dalla presenza sul territorio dei grossi complessi industriali. Ipotesi non condivisa da Francesco Messina, secondo il quale l’aeroporto può invece sopportare la convivenza con l’industria. Attraverso la realizzazione di un aeroporto – ha aggiunto Francesco Alesci – si possono creare veramente le premesse per un effettivo decollo delle realtà locali, intravedendosi un progetto serio, senza impegno di capitali pubblici. Giudizio favorevole anche da parte di Damiano Maisano che ha detto che una tale opera “porterebbe sviluppo, occupazione e respiro economico”, di Franco Scicolone ed Antonino Abramo, mentre perplessità sulla previsione della realizzazione aeroportuale ha parlato Antonino Isgrò, che ha posto l’accento sull’intervento che insisterebbe su un’area ad alto rischio, “anche se so –ha detto- che il privato è un interlocutore finanziario di un certo livello.
L’assessore all’Ambiente Salvatore Gitto, in attesa di elementi tecnici, si è soffermato sull’impatto ambientale evidenziando che una decisione potrà essere presa quando si avrà un quadro completo che consenta di pervenire a conclusioni ponderate e meditate. Anche Franco Cusumano ha evidenziato che occorre valutare la questione attentamente, mentre Orazio Saraò ha detto che tale opera potrebbe diventare l’ennesima cattedrale nel deserto.
In chiusura il presidente Rosario Pergolizzi, tirando le fila del dibattito,  ha preannunciato la redazione da parte del civico consesso di un atto d’indirizzo del consiglio comunale per decidere sull’ipotizzata realizzazione di un aeroporto nella Valle del Mela.
Comune di Milazzo – Ufficio Stampa
Comunicato n. 157 del  2/4/2014