Non perdere...
Home / Comunicati / Milazzo: Migliaia di visitatori al Castello per il presepe vivente che ritorna nel week-end

Milazzo: Migliaia di visitatori al Castello per il presepe vivente che ritorna nel week-end

presepeviventemilazzoRitorna da venerdì 27 sino a domenica il presepe vivente al Castello. Nel week-end pre-natalizio grande partecipazione di pubblico e consensi per l’iniziativa portata avanti dall’assessore al turismo Dario Russo e dalla Compagnia del Castello con la collaborazione di tanti cittadini.
Un vero e proprio viaggio virtuale nel tempo fino alla Palestina dell’anno 0 quello che accompagna il visitatore della Cittadella fortificata. Quattro tappe che ospitano cittadini di varie estrazione sociale, artigiani, studenti che hanno sposato il progetto: l’accampamento romano, con la presenza dell’apparato militare; la zona orientale, colma di musiche e danzatrici del ventre; la Betlemme ebraica luogo di nascita di Gesù ma anche fulcro del commercio e centro pulsante di vita.
In buona sostanza – ed è questa la vera novità – la sacra rappresentazione del Castello supera la concezione tradizionale del Presepe, puntando sulla valorizzazione dell’eccellenza produttiva e delle significative realtà culturali presenti in Sicilia. Un esempio è quello della cooperativa Quetzal di Modica che ha realizzato un laboratorio del cioccolato, illustrando il percorso di trasformazione del seme di cacao nel prodotto finito, mentre l’associazione Matumaini Speranza curerà la Festa dei Popoli in programma il 6 gennaio.
“Il nostro Castello – afferma l’assessore Dario Russo – continua ad essere Castello sociale, di tutti e per tutti, attingendo anche in questa occasione al prezioso apporto della cittadinanza tutta e ponendola al centro della manifestazione. L’intento è di amplificare il senso di inclusione dello spettatore in un momento di vita vissuta, in assenza di scenografia, abbiamo proposto momenti di recitazione, danza e musica dal vivo, realizzati con la collaborazione di associazioni teatrali, scuole di danza, istituti scolastici, mentre la rappresentazione dei mestieri è stata affidata a professionisti del settore che come è facilmente visibile, svolgono in tempo reale il proprio lavoro”.
Comune di Milazzo
Ufficio Stampa
Comunicato n. 477 del 26/12/2013.