Non perdere...
Home / Comunicati / Milazzo: Il sindaco chiede alla Fondazione relazione sull’attività svolta. Il presidente del Consiglio comunale una “visita istituzionale”

Milazzo: Il sindaco chiede alla Fondazione relazione sull’attività svolta. Il presidente del Consiglio comunale una “visita istituzionale”

Comune Milazzo e Fondazione Lucifero, il sindaco Formica chiede una relazione sull’attività svolta. Il presidente del Consiglio Comunale Nastasi, una "visita istituzionale". Due comunicati.

Il sindaco  Formica chiede alla Fondazione relazione sull’attività svolta.
formica 4 - Copia

Il sindaco Formica dopo aver chiesto le dimissioni ai suoi due rappresentanti, l’attuale presidente Enzo Russo ed il consigliere Antonio Nicosia, ha inviato una nota ufficiale invitandoli a trasmettere in modo solletico dettagliata relazione sull’attività compiuta in seno al consiglio di amministrazione della Fondazione.
“Poiché non appare possibile accedere alla sezione documenti amministrativi e  all’albo pretorio del sito dell’ente morale – scrive il primo cittadino – è preciso interesse dell’Amministrazione conoscere il valore del patrimonio immobiliare dell’Ipab, nonché la natura dei servizi resi nel perseguimento degli scopi statutari, il loro costo annuo e le procedure adottate per l’affidamento degli stessi”.  
Comune di Milazzo – Ufficio Stampa
Comunicato n. 325 del 27/8/2015

I due rappresentati del Comune, Enzo Russo
e Antonio Nicosia (nella foto).

Russo-Nicosia

Nel giugno del 2012, l’allora sindaco Carmelo Pino,
con propria determina,  li nominava quali
rappresentanti del Comune nel Cda della
fondazione Lucifero, notificando  copia del
provvedimento, all’assessorato regionale della
Famiglia, delle Politiche sociali e delle
Autonomie Locali.
L’Ente Morale milazzese è retto da un
Consiglio di amministrazione composto da
sette membri così designati: uno dall’Arcivescovo
di Messina, uno dall’Assessore della Famiglia,
delle Politiche sociali e del lavoro, uno dal
prefetto di Messina, uno dal Presidente
della Corte d’Appello di Messina,
uno dal Provveditore agli Studi di
Messina e due dal Comune di Milazzo.

Intervento del presidente Nastasi sulla Fondazione Lucifero
INastasi Gianfranco 2 - Copial presidente del Consiglio comunale Gianfranco Nastasi chiederà ai vertici della Fondazione Lucifero una “visita istituzionale” per poter verificare quello che è stato fatto e quello che è in programma.
“E’ giusto – afferma – che le forze politiche che rappresentano i cittadini abbiano contezza della situazione. E’ un segnale di trasparenza e di apertura che deve esserci. L’area di Capo Milazzo non può essere avulsa dal resto del territorio e i cittadini non possono vedersi scelte calate dall’alto, salvo poi essere invitati a partecipare a manifestazioni varie. Questo consiglio comunale che ha dimostrato di essere partito col piede giusto tanto da approvare in una sola serata per giunta di agosto, una delibera e quattro mozioni, vuole dare il proprio contributo alla valorizzazione del promontorio”.
Nastasi poi respinge le polemiche sulla decisione del sindaco di sostituire i propri rappresentanti. “Non capisco perché tanto rumore, quando la precedente Amministrazione ha operato tale scelta motivandola col fatto di voler avviare un nuovo rapporto con la Fondazione e nessuno si è opposto. Occorrerebbe mettere da parte le polemiche e le strumentalizzazioni e lavorare nell’interesse della città e la Fondazione avendo due rappresentanti del Comune ha il dovere di dialogare e condividere le scelte. Non ci si può ritrovare delle proposte, dei progetti privati, senza un minimo di confronto. Tra l’altro non è più possibile imbalsamare il territorio ma occorre cogliere tutte quelle opportunità di fruizione di uno straordinario polmone verde in un area di eccezionale valore e, insieme operare per far sì che diventi volano di un nuovo modello di sviluppo economico e sociale, mantenendo o potenziando le attività esistenti ma nel pieno rispetto del bene naturalistico e paesaggistico, attraverso la rifunzionalizzazione delle tradizionali attività economiche dell’area medesima, nonché attraverso le opportune iniziative in direzione del moderno turismo eco-sostenibile”. 
Comune di Milazzo – Ufficio Stampa
Comunicato n. 331 del 29/8/2015