Non perdere...
Home / Comunicati / Milazzo: Il sindaco alla presentazione della nuova rete ospedaliera regionale

Milazzo: Il sindaco alla presentazione della nuova rete ospedaliera regionale

Osp. MilazzoL’ospedale di Milazzo non rischia alcun taglio di posti letto nel nuovo Piano di razionalizzazione della rete ospedaliera che questa mattina è stato presentato a Messina dall’assessore regionale alla Sanità, Lucia Borsellino, in occasione della riunione della Commissione Sanità dell’Ars presieduta dall’on. Giuseppe Di Giacomo. All’incontro ha partecipato anche il sindaco Carmelo Pino.
Il “Fogliani” infatti – secondo la nuova ripartizione – avrà 164 posti letto, che sembrerebbe meno dei 188 previsti dal precedente Piano del 2010 che prevedeva 188 posti, molti dei quali però non risultano attivi (i dati di oggi forniti dalla Regione evidenziano una operatività di 119 posti).
L’assessore al riguardo ha ribadito che la nuova rete che si sta proponendo nella provincia messinese «pone delle innovazioni sotto il profilo qualitativo», specificando che gli interventi guarderanno soprattutto alla rivisitazione delle unità operative complesse e alla redistribuzione dei posti letto: se qualche taglio  ci sarà, verrà recuperato con quelli di lungodegenza.
A Milazzo e Barcellona si manterrà la linea un tempo dettata dall’ex  manager Francesco Poli: valorizzazione della rete ospedaliera esistente su questo territorio, attraverso l’attuazione del modello degli “ospedali riuniti” che integrerà funzionalmente i due nosocomi di Barcellona e Milazzo, il primo con un polo medico/riabilitativo e il secondo con un polo chirurgico.
Il sindaco Carmelo Pino da parte sua ha ribadito che «nella sanità di oggi sono necessari i risultati e quindi è fondamentale offrire quelle prestazioni qualificate che l’utente si aspetta. Il nuovo piano di razionalizzazione della sanità nella provincia di Messina punta a migliorare i servizi sul territorio in maniera da renderli più funzionali eliminando gli sprechi. In tal senso ritengo che le strade maestre dovranno essere il potenziamento infrastrutturale e la specializzazione intendendo con quest’ultimo termine la definizione per ogni singola struttura di rami integrati e sinergici di specialistica, fermo restando il potenziamento dei due servizi generali».
Comune di Milazzo Ufficio Stampa
Comunicato n° 93 del 3/3/2014.