Non perdere...
Home / Notizie / Milazzo: Fumata nera e polemiche. La Ram risponde

Milazzo: Fumata nera e polemiche. La Ram risponde

Nei comunicati ufficiali che seguono, le prese di posizione sulla fumata nera alla Raffineria di domenica 19 luglio 2015.

Fumata Raffineria, il sindaco chiede intervento dell'Arpa
Con riferimento all’episodio della fumata di questa mattina alla Raffineria di Milazzo che ha creato forte apprensione nella popolazione, il sindaco Giovanni Formica appreso l’accaduto ha immediatamente inviato una richiesta all’Arpa Messina e all’Arpa Sicilia affinché attivassero le procedure di legge. “Ho accertato personalmente l’accaduto, ricevendo segnalazioni da parte dei cittadini anche riguardo la presenza di odori nauseanti ed irritanti in particolare nel quartiere di San Pietro – ha detto il primo cittadino –  e ho chiesto all’Arpa un intervento a Milazzo per verificare l’entità del possibile danno ambientale”.
E a seguito della richiesta del sindaco l’Arpa è immediatamente giunta a Milazzo effettuando dei controlli sia nella città del Capo, sia all’interno della Raffineria, sia nel Comune di San Filippo del Mela.
Comune di Milazzo – Ufficio stampa
Comunicato n. 261 del 19/7/2015

 

RAM: Fumosità dalla torcia

TorcieSono in corso le operazioni di avviamento dell'impianto FCC.
Nel corso di tali operazioni possono verificarsi dei transitori con produzione di gas in eccesso che vengono convogliati in torcia.
L'andamento della pressione nel sistema torcia (il cosiddetto Blow Down) è normalmente oscillante in funzione del carico e dell'assetto dei vari impianti, determinando il cosiddetto "sfiaccolamento" .
Per portate di gas in torcia di particolare entità può rendersi visibile una fiamma fumosa, come successo questa mattina.
Ovviamente ci adoperiamo affinchè queste situazioni siano contenute nel tempo il più possibile, fino ad eliminarle del tutto.

Fonte: http://www.raffineriadimilazzo.it,
Servizio newsletter del sito della Raffineria di Milazzo S.C.p.A.del 19/07/2015

Il sindaco scrive all’Asp e chiede alla Ram di cambiare i rapporti comunicativi col territorio
Il sindaco Giovanni Formica questa mattina ha inviato una lettera al direttore sanitario dell’Ospedale di Milazzo per sapere se nella giornata di ieri ci sono state delle prestazioni al pronto soccorso legate alle emissioni  provenienti dalla torcia della raffineria, a causa del disservizio registratosi nella giornata di domenica.

“Voglio avere il quadro completo della situazione – ha detto Formica – per capire quali conseguenze, oltre a quelle dell’immagine della città, ha avuto questo problema. Dall’Arpa, che ho fatto immediatamente intervenire nell’immediatezza della fumata attendo i riscontri relativi al possibile danno ambientale, mentre le valutazioni dell’Asp sono importanti per capire il nesso emissioni-conseguenze per la salute. Ho letto la nota della Raffineria in cui spiega quanto accaduto, ma ritengo, interpretando anche il pensiero dei miei concittadini che al di là di ogni cosa il problema è legato alla gestione dell’informazione. I dirigenti della Ram hanno spiegato in buona sostanza  che quanto avvenuto è stato sì fastidioso ma rientra nella norma e non provoca danno né all’ambiente, né alla salute.  E soprattutto che in certe condizioni può capitare.

Bene, se questo è vero e soprattutto se tutto è routine all’interno di un polo industriale, non lo è affatto per la città che ospita l’azienda. Tutti noi abbiamo il diritto di sapere che questo può verificarsi e ciò deve avvenire con una preventiva comunicazione da parte dell’azienda. In quel modo, non solo saremo tutti consapevoli, ma potremo organizzare un sistema di controllo e di monitoraggio che magari andrà poi – almeno così mi auguro – a confermare quanto riferisce l’azienda petroliera. Caso contrario ogni evento – e dico io giustamente – sarà da considerarsi una emergenza. E come tutte le emergenze determina le reazioni alle quali stiamo assistendo.  In una sola parola la Raffineria deve cambiare il modo di interagire col territorio e il mio impegno, vi posso assicurare, andrà in questa direzione”
Comune di Milazzo – Ufficio stampa
Comunicato n. 264 del 20/7/2015

Ora MilazzoFumata Raffineria, nota del gruppo consiliare “Ora Milazzo”
Il gruppo consiliare “Ora Milazzo” attraverso il capogruppo Nino Italiano, il vice presidente del consiglio Maurizio Capone e il presidente della seconda commissione "salvaguardia del territorio" Pietro Formica ha diramato la nota – allegata al presente comunicato – con la quale chiede lumi su quanto sta accadendo all'interno dello stabilimento industriale della Raffineria di Milazzo.
Comune di Milazzo – Ufficio stampa
Comunicato n. 265 del 20/7/2015
Nota Gruppo “Ora Milazzo”
"Diversi cittadini preoccupati ci hanno contattato per segnalare fumo nero proveniente dalla torcia" ha dichiarato il vice presidente Capone. "Giunti sul lungomare Garibaldi notiamo diversi turisti immortalare l'evento e lamentarsi dell'accaduto. Milazzo deve diventare una città turistica ma tali eventi ledono l'immagine della nostra terra classificandola puramente di matrice industriale" ha aggiunto il capogruppo Italiano. Il presidente Formica ha tenuto a precisare che "nelle prossime ore saranno chiesti chiarimenti a chi di competenza".