Non perdere...
Home / Comunicati / Milazzo: Consulta dello Sport. Il presidente Gitto: “inefficace e inefficiente”

Milazzo: Consulta dello Sport. Il presidente Gitto: “inefficace e inefficiente”

La Consulta è il disinteresse per lo Sport. Una città senza valori sportivi non ha alcun futuro, lo dichiara, nell’intervento che segue, il Filippo Gitto, presidente della Consulta milazzese dello Sport (nella foto).
“Chi non crede nello Sport non crede in alcun valore sociale e futuro. Lo sport è uno strumento educativo e di prevenzione per il futuro dei nostri giovani. Sono tantissimi i ragazzi che quotidianamente praticano sport agonistico e non che usufruiscono delle strutture pubbliche, purtroppo obsolete, inadeguate e al collasso per carenze igienico sanitaria. L’istituzione della Consulta dello Sport – afferma Gitto – è stata una ambiziosa iniziativa, resa inefficace e inefficiente sul nascere, direttamente e indirettamente dai vari componenti che l’hanno voluta e composta, sminuita dalla diffidenza dalla politica di governo e non, che hanno ritenuto opportuno salvaguardare il proprio orticello anziché dialogare in modo propositivo con quest’organo, senza se e senza ma, carpendo lo stato dell’arte e le problematiche dello sport cittadino.
Queste diffidenze hanno riflesso, in sede collegiale, una demotivazione e poco interesse per i tanti che praticano sport nella nostra città.
Lo stato dell’arte delle strutture pubbliche è al collasso, senza alcuna capacità di gestione da parte dell’Amministrazione, rendendo un miraggio il futuro dello Sport milazzese. Dovunque si incentiva lo sport, proponendolo come uno strumento sano e ad alto contenuto educativo per i ragazzi che imparano i concetti della vita sociale, nella nostra città viene considerato superfluo e privo di interesse sociale. Basti pensare che la gestione delle strutture sportive e dettata da un regolamento obsoleto attuato da oltre vent’anni. Uno dei pochi obiettivi della Consulta dello Sport è stato quello di produrre una proposta di regolamento adeguato inviato lo scorso 28 giugno, con minimo obiettivo di stimolare ad una meritevole consultazione. Ad oggi, senza alcun riscontro dagli organi
preposti e non, come se nessuno ne volesse parlare per timore di invadere il proprio “orticello”. Mi chiedo quanto tutto questo giovi alla politica che deve innanzitutto governare senza se e senza ma con moralità a tutele degli unici interessi sociali dei cittadini milazzesi, senza guardare lo scopo personale e di parte. Tutto ciò fa solo evincere il disinteresse e l’incapacità di tutti coloro che sono stati eletti a governare e rappresentare i cittadini milazzesi che hanno solo dimostrato l’insensibilità per lo sport.”
 Il Presidente della Consulta dello Sport  Filippo Gitto