Non perdere...
Home / Notizie / Milazzo: Consiglio comunale sull’emergenza Covid 19. Italiano, “nessuna speculazione”

Milazzo: Consiglio comunale sull’emergenza Covid 19. Italiano, “nessuna speculazione”

(Lorenzo Italiano)

Il comune di Milazzo, con il puntuale comunicato del proprio Ufficio stampa, ha informato sullo svolgimento, giovedì 12 novembre 2020, della seduta straordinaria ed urgente del Consiglio sulle problematiche inerenti l’avanzata del Covid-19 sul territorio cittadino. Incontro richiesto dal consigliere Lorenzo Italiano con un documento sottoscritto da altri colleghi del civico consesso cittadino, che hanno condiviso l’opportunità di chiudere le scuole, ancora aperte alla didattica dal vivo.
La richiesta della seduta del Consiglio, come pure l’esito dei lavori della stessa, hanno avuto una reazione su Facebook del consigliere comunale Lorenzo Italiano, nonché capogruppo della lista “Italiano per Milazzo”. Due i post scritti da Italiano (che riportiamo integralmente) sul social network, uno sul proprio profilo, l’altro in quello della Lista. Nel primo, Italiano scrive: a qualcuno, che non ha letto la nostra richiesta di consiglio straordinario, che mi ha detto di voler “speculare” su questa situazione, quindi trarne un vantaggio dico; ma un vantaggio di cosa? Che vantaggio se ne può trarre da una situazione di grave come questa? O sempre qualcuno chi mi ha detto che faccio terrorismo psicologico, chi mi conosce, chi conosce la mia storia personale e amministrativa sa che sono sempre intervenuto e mi sono attivato sempre per portare avanti soluzione. 
Quindi evitate fughe in avanti con termini inappropriati utilizzati per colpire l’opinione pubblica”.

Così dopo la seduta di giovedì 12/11/2020: Questa sera in consiglio comunale abbiamo chiesto l’attivazione del Centro Operativo Comunale affinché in questo stato di emergenza le associazioni e i volontari possano aiutare le istituzioni ad arrivare laddove è difficile farlo. Dobbiamo essere vicini ai bisogni della gente come consiglieri e come amministratori soprattutto in questo periodo di grande incertezza. Sentiamo il bisogno di essere vicini ai nostri concittadini.”

La seduta di Consiglio comunale sull’emergenza Covid 19
Comunicato stampa: Si è svolta ieri sera la seduta straordinaria ed urgente del Consiglio sulle problematiche inerenti l’avanzata del Covid-19 sul territorio cittadino, richiesta dal consigliere Lorenzo Italiano con un documento sottoscritto da altri colleghi d’Aula. E’ stato proprio Italiano ad illustrare i contenuti del documento finalizzato, non solo a verificare l’opportunità di chiudere le scuole, se necessario, bensì per avere  un maggior confronto con l’Amministrazione finalizzato ad avere contezza sulle azioni attuali e future per arginare l’emergenza ed individuare le soluzioni migliori per la comunità messa in ginocchio economicamente. “Dobbiamo essere vicini ai bisogni della gente come consiglieri e come amministratori in questo periodo di grande incertezza – ha detto Italiano -. Sentiamo il bisogno di essere vicini ai nostri concittadini”. A seguire la risposta del sindaco il quale dopo aver premesso dell’informazione quotidiana data ai cittadini ha spiegato che per quel che concerne la chiusura delle scuole  non rientrano nelle prerogative del sindaco provvedimenti di apertura o di chiusura che rientrano nelle competenze dell’Asp, come da direttive ministeriali.
Ha riferito sulla situazione presente nei plessi scolastici cittadini facendo cenno anche ad alcuni contagi registrati, ma di provenienza esterna trattandosi di soggetti che l’avevano contratti al di fuori dell’ambito scolastico, assicurando comunque che erano stato dato seguito alle direttive esistenti per l’isolamento e la sanificazione dei locali. Midili ha poi riferito ha poi, fornendo un aggiornamento sui tamponi positivi della giornata, ha spiegato che il dato del contagio è di gran lunga inferiore rispetto alla media nazionale e regionale.
Quindi, rispondendo a Giuseppe Crisafulli che ne aveva fatto richiesta, il sindaco ha detto che il COC è stato sempre aperto, quindi attivo, e quando è stato interessato ha effettuato i necessari  interventi.
Il consigliere Antonio Foti ha invece suggerito di attivare una cabina di regia con le associazioni di volontariato, proponendo un tavolo di confronto con le attività economiche cittadine; ha chiesto la creazione di un fondo di solidarietà comunale; ha considerato indispensabile richiamare l’attenzione dei governi nazionale e regionale sui presidi ospedalieri di Barcellona e Milazzo.
Quindi Giuseppe Crisafulli  ha fatto osservare che in città si riscontrano in alcune piazze, nelle ore pomeridiane e serali, assembramenti di ragazzi. Da qui l’invito al sindaco alle opportune verifiche, per valutare, in ultima analisi, sempre previa intesa con le forze dell’ordine deputate ai controlli (polizia e carabinieri) l’opportunità di chiudere i luoghi maggiormente frequentati qualora dovessero emergere situazioni di rischio contagi o magari perché non vengono rispettate le norme previste dal Dpcm ed in particolare l’uso delle mascherine e il distanziamento sociale.
Il sindaco ha replicato al consigliere invitandolo a formalizzare per iscritto tale richiesta.
Da ultimo il consigliere Lorenzo Italiano ha chiesto all’Amministrazione di vigilare, coinvolgendo l’Asp, sui rifiuti che arrivano nel porto di Milazzo dalle Eolie.