Non perdere...
Home / Comunicati / Milazzo: Commissario approva il bilancio stabilimento riequilibrato

Milazzo: Commissario approva il bilancio stabilimento riequilibrato

Com MilIl commissario straordinario Valerio De Joannon ha approvato il bilancio stabilmente riequilibrato e il bilancio pluriennale 2012-2014, che munito anche del parere favorevole dei Revisori dei conti sarà adesso trasmesso a Roma alla Commissione permanente per il definitivo via libera.
“Un adempimento fondamentale che apre una fase nuova – ha detto l’assessore alle finanze, Pippo Midili – che stacca definitivamente col passato, visto che la situazione debitoria dovrà essere curata dall’Organo straordinario di liquidazione, con una gestione assolutamente separata. Per la prima volta è stato approvato un bilancio che rispetta i principi cardine della finanza pubblica che sono quelli della veridicità, con la corretta previsione delle entrate e delle spese. Il Comune di Milazzo deve essere gestito come un’azienda.
I cittadini che pagano i servizi hanno diritto di riceverli, le spese che vengono sostenute devono non solo trovare sempre preventiva copertura, ma essere mirate al raggiungimento degli interessi collettivi e soprattutto è indispensabile che tutti paghino le tasse. Comportamenti diversi provocano solo confusione e soprattutto debiti che oggi, in regime di federalismo fiscale, un Ente locale non può più permettersi”.
Via libera della giunta municipale anche al Consuntivo 2011 per il quale la Regione aveva nominato già lo scorso anno un commissario straordinario, il dottor Carlo Turriciano, il quale aveva chiesto alla Commissione straordinaria di liquidazione operante al Comune dopo la dichiarazione di dissesto, di certificare le risultanze contabili della gestione finanziaria ed economica al 31 dicembre 2011.
Il provvedimento è stato già trasmesso al Collegio dei revisori dei Conti per il parere di competenza e quindi arriverà sulla scrivania del dottor De Joannon per la definitiva approvazione.
Comune di Milazzo-Ufficio Stampa
Comunicato n. 359 del 6/8/2014