Non perdere...
Home / Spettacoli / Milazzo: Appuntamento al Liga, dall’8 al 13 dicembre 2016

Milazzo: Appuntamento al Liga, dall’8 al 13 dicembre 2016

non-ce-piu

Data uscita: 07 dicembre 2016
Genere: commedia
Regia: Luca Minieri
Durata:  90 minuti

APPUNTAMENTO AL LIGA

Da giovedì 08 dicembre a martedì 13 dicembre 2016

Nella settimana cinematografica che sta per  iniziare, il Liga propone la visione della commedia

Non c’è più religione

(h.16.00- 18.00-20.00-22.00)

di Lorena Lo Presti

 

Approda nelle sale cinematografiche Non c’è più religione, una commedia che affronta la delicata tematica della convivenza tra cattolici e musulmani in un’epoca in cu sono proprio questi ultimi a garantire al nostro paese il maggior tasso di natalità. Il trio di protagonisti è rappresentato da Cecco il sindaco del paese interpretato da Claudio Bisio, Marchetto il capo della comunità islamica interpretato da Alessandro Gassman e Suor Marta interpretata da Angela Finocchiaro.  
La trama
La vicenda è ambientata nel paesino di Portobuio, nel quale sorge un problema quando bisogna allestire, come ogni anno il presepe vivente. Cecco, il sindaco del paese, deve trovare un infante a cui affidare il ruolo del Bambin Gesù visto che quello che l’ha sempre interpretato è ormai divenuto un adolescente con tanto di brufoli e baffetti. Purtroppo però il notevole calo delle nascite registratosi a Portobuio fa si che ormai non ci sia più nessun bambino in paese. L’unica soluzione a cui potrà appellarsi il sindaco Cecco è quella di rivolgersi alla comunità islamica, che convive con una certa difficoltà con gli abitanti del paese. A capo di quest’ultima c’è Marchetto detto Bilal, amico di infanzia di Cecco convertitosi alla fede musulmana dopo essersi innamorato della bella Aida.
La recensione 
Con Non c’è più religione  Luca Miniero ci porta ancora una volta alla scoperta delle bellezze dell’Italia, dopo Benvenuti al sud interpretato da Bisio e Siani e girato nel parco del Cilento in Campania, e La scuola più bella del mondo girato a Radicofani in Toscana, adesso è toccato alla Puglia ed alle zone limitrofe a Manfredonia. La scelta della location nei film Miniero è fondamentale, visto che le inquadrature ci regalano spesso  un meraviglioso mare azzurro ed incontaminato.  L’argomento cardine del film è però legato  ad un fatto estremamente attuale nel nostro paese ovvero che in Italia non nascono più bambini ed il ricambio generazionale è affidato soprattutto agli immigrati. Intorno ad esso purtroppo prende vita una storia poco convincente con numerose battute,  a volta forzate.  Il vero punto di forza del film rimane il trio FinocchiaroBisioGassman che con la loro interpretazione divertono e talvolta emozionano il pubblico.  Molto bravo Gassman ad inserirsi alla perfezione nel duetto già molte volte collaudato Bisio- Finocchiaro .