Non perdere...
Home / Di tutto un pò / Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 30 marzo al 4 aprile 2018

Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 30 marzo al 4 aprile 2018

APPUNTAMENTO AL LIGA
Da venerdì 30 marzo a mercoledì 04 aprile
Nella settimana che sta per iniziare il Liga propone la visione del film Maria Maddalena  (h. 17.00-19.30-22.00). Lunedì 02 aprile il cinema resterà chiuso.

di Lorena Lo Presti

 

Maria Maddalena

Data uscita:

15 marzo 2018

Genere:

drammatico

Regia:

Garth Davis

Durata:

120 minuti

 

Maria Maddalena è un film drammatico, di argomento religioso, diretto da Garth Davis che ha come protagonista una delle figure più enigmatiche ed incomprese della storia.
La trama
Il film è ambientato nel 33 dc sulle sponde del lago Tiberiade. A quel tempo le società patriarcali imponevano regole severe alle donne, obbligate a sposarsi ed impossibilitate a muoversi in autonomia anche soltanto per pregare. Maria Maddalena era una di queste donne, turbata e scontenta, con il volto segnato dalle esperienze vissute.
L’arrivo di un nuovo maestro con un grande ascendente ma un atteggiamento estremamente gentile, cambierà per sempre la sua vita; Maria Maddalena deciderà infatti di seguirlo nel cammino che l’avrebbe portato a Gerusalemme.
Il disprezzo nutrito nei suoi confronti per il suo essere donna, non le impedirà di divenire una figura di riferimento per il gruppo.
La recensione
La figura di Maria Maddalena per la chiesa è sempre stata contorta; solo di recente è stata riabilitata dalla Chiesa Cattolica, che ha superato la visione che la bollava come una prostituta, definendola finalmente una vera e propria apostola. I Vangeli apocrifi ci parlano di lei come di una donna molto importante della vita di Gesù, anche se nei quattro vangeli riconosciuti  Maria Maddalena ha un ruolo davvero marginale.
Il regista ha centrato il tema del film approfondendo la storia di una donna di cui negli anni si è parlato davvero poco.  Al suo fianco un’insolita veste di Gesù visto  come leader  della religione che professa, spesso solo ed incompreso dagli stessi discepoli ed un’inedita versione di Pietro e Giuda.
Il racconto fatto della morte di Cristo è parecchio dettagliato ed include particolari spesso tralasciati. Il vero limite del film purtroppo è il tono molto blando, che rende a tratti un po’ noiosa la visione.