Non perdere...
Home / Di tutto un pò / Milazzo: Appuntamento al Liga dal 29 settembre al 4 ottobre 2017

Milazzo: Appuntamento al Liga dal 29 settembre al 4 ottobre 2017

APPUNTAMENTO AL LIGA

Da venerdì 29 settembre 2017 a mercoledì 04 ottobre 2017

Nella settimana cinematografica che sta per iniziare,il Liga propone la visione del film Noi siamo tutto (h. 18.00-20.00-22.00)

di Lorena Lo Presti

 

Noi siamo tutto

Data uscita: 21 settembre 2017

Genere: drammatico, romantico

Regia: Stella Meghie

Durata: 96 minuti

 

 

Noi siamo tutto è un film diretto da Stella Meghie, adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Nicola Yoon.
La trama:
Protagonista della storia è Maddy una ragazza di diciotto anni costretta a vivere dentro casa a causa di una malattia nota come SCIDMaddy vive da sempre una vita ovattata in esclusiva compagnia della mamma e dell’infermiera che la accudisce. La ragazza sembra essersi arresa al destino, accettando la triste situazione che vive e permettendosi il lusso di muoversi e viaggiare solo attraverso l’immaginazione. La sua vita però prende una piega diversa quando Olly un ragazzo appena trasferitosi con la sua famiglia nella casa accanto inizia ad interagire con lei. Dopo essersi appena intravisti, tra Maddy e Olly inizia un rapporto particolare fatto di messaggi a distanza, con la consapevolezza che mai i due potranno vedersi o toccarsi o abbracciarsi. Dall’amicizia all’amore il passo è breve e i due ragazzi per far si che esso resista lotteranno con le unghie e con i denti rischiando persino di mettere a repentaglio la propria vita.
La recensione
Il film Noi siamo tutto pur trattando una tematica prettamente adolescenziale, coinvolge ed appassiona anche il pubblico più maturo.
La storia è incentrata sul personaggio di Maddy, ragazzina costretta ad aver vissuto 18 anni della sua vita in una campana di vetro a causa di una brutta malattia. Il coraggio avuto dalla protagonista, le permetterà nel corso del film di mettere in discussione qualsiasi cosa per amore di Olly. Lo spettatore non potrà che immedesimarsi nella triste situazione vissuta da Maddy e riflettere su cosa avrebbe fatto se si fosse ritrovato nella stessa situazione.
La pellicola sembra scorrere senza eccessiva lentezza, catturando lo l’attenzione del pubblico. Poco curati alcuni aspetti, che riguardano soprattutto l’outfit di Maddie, troppo spesso fasciata da abiti stretti e succinti, aspetto questo poco credibile vista la vita ovattata che conduce.
 Anche sul finale ci si poteva aspettare di più di un classico lieto fine, anche se non scontato nella modalità con cui ci si arriva. In sostanza il film piace e convince seppur senza entusiasmare, ma davvero degna di nota è la trasposizione fatta dal libro al film eseguita di certo a regola d’arte.