Non perdere...
Home / Di tutto un pò / Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 27 ottobre all’1 novembre 2017

Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 27 ottobre all’1 novembre 2017

APPUNTAMENTO AL LIGA
Da venerdì 27 ottobre 2017 a mercoledì 01 novembre 2017 
 Nella settimana cinematografica che sta per  iniziare,il Liga ripropone la visione del film  IT
IT è l’adattamento cinematografico dell’omonimo romanzo di Stephen King, diretto da Andres Muschietti.
La trama
Il film tratta la prima parte del romanzo scritto da Stephen King. Una misteriosa entità demoniaca tormenta i ragazzini di Derry; si annuncia con un palloncino rosso che galleggia a mezz’aria, e li attira in una trappola mortale. L’ultima vittima è George un bambino di 7 anni risucchiato da un tombino durante un temporale. Alcuni ragazzini decidono di costituire un gruppo con l’obiettivo di indagare sulla morte di George e dei bambini scomparsi in precedenza. Il gruppo è capitanato dal fratello dell’ultima vittima, che attanagliato dai sensi di colpa decide di fare qualcosa per capire cosa stia accadendo nella sua città. Le varie ricerche del gruppo terminano con l’individuazione di un clown di nome Pennywise, che tutti si rendono conto di aver già incontrato in precedenza. 
La recensione
IT è stato davvero un romanzo cult degli anni 80, denso di doppi sensi e varie sfumature davvero difficili da cogliere.
Questo ha sicuramente reso complicato il lavoro del regista, tanto che certe scene molto significative nel libro, sono state totalmente omesse nel film. La bravura di Muschietti &co è stata quella di reinterpretare una storia targata anni 80 in chiave moderna, seguendo il filo della storia ma omettendo alcuni particolari ed inserendone altri del tutto  innovativi. Questo lavoro non ha minimamente alterato lo spirito del libro con i suoi temi e le sue atmosfere horror.
In fondo questo film racconta la storia di un gruppo di ragazzi in  lotta contro qualcosa di indefinito , da qui il titolo IT, qualcosa che non è più possibile evitare perché divenuto sempre più invasivo. I limiti della storia sono  una narrazione troppo rapida che poco si sofferma su alcuni punti salienti, ed un eccessivo peso dato agli effetti speciali per la resa dell’ horror più puro; effetti speciali che di certo non si sarebbero potuti realizzare ai tempi della narrazione di King.
di Lorena Lo Presti