Non perdere...
Home / Spettacoli / Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 25 al 27 e dal 29 al 30/11/2016

Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 25 al 27 e dal 29 al 30/11/2016

APPUNTAMENTO AL LIGA
Da venerdì 25 novembre a domenica 27 novembre e da martedì 29 a mercoledì 30 novembre 2016.
Nella settimana cinematografica che sta per  iniziare, il Liga propone una doppia programmazione. Alle ore 16.00 andrà in onda Palle di Neve. Seguirà negli spettacoli successivi Animali fantastici e dove trovarli (h17.30 e 19.45 in 2d h. 22.00 in 3 d)  .  
di Lorena Lo Presti   

palle-di-neve

 

Palle di Neve

Data uscita: 24 novembre 2016

Genere: animazione, commedia, family

Regia: Jean-Francois Pouliot – Francois Brisson

Durata:  82 minuti

 

Palle di Neve è il remake di un film degli anni 80 di Andrè Melancon. La storia natalizia è arricchita dalla colonna sonora di Celine Dion ed è prodotta da Notorius Pictures.
La trama
Sophie e la sorellina Lucie si sono trasferite in villaggio canadese. Con l’inizio delle vacanze di Natale i bambini del villaggio decidono di organizzare una guerra di palle di neve che durerà fino al termine delle vacanze natalizie. Senza volerlo a capo delle due squadre si ritrovano Sophie e Lu. Quello che era nato come un gioco, verrà però preso troppo sul serio, costringendo i bambini ad una serie di conseguenze che di certo non avevano previsto.
La recensione
Ad un mese dal Santo Natale, approda nelle sale cinematografiche  un film per i più piccoli con tema natalizio. Tra una palla di neve e l’altra, il film emoziona, diverte e commuove.. Palle di Neve, maschera una morale ben delineata dietro la favola natalizia, dettaglio che non sfuggirà di certo anche al pubblico adulto, nonostante i protagonisti assoluti della storia siano i bambini e le loro allegre combriccole.
Animali fantastici e dove trovarli

animali-fantastici

Animali fantastici e dove trovarli

Data uscita: 24 novembre 2016

Genere: animazione, commedia, family

Regia: Jean-Francois Pouliot – Francois Brisson

Durata:  82 minuti

 

Per tutti color che aspettavano trepidanti l’attesa è finita. Dal 24 novembre 2016 è approdato nelle sale cinematografiche Animali Fantastici e dove trovarli, tratto dal libro di Rowling, autrice della saga di Harry Potter.
La trama.
La storia è ambienta a New York nel 1926, in una città minacciata da pericoli crescenti. Qualcosa di misterioso semina distruzione per le strade rischiando di far uscire allo scoperto la comunità magica dinanzi ai No-Mag. Il potente ed oscuro mago Gellert Grindelwald dopo aver scatenato il caos totale è sparito e sembra introvabile. Ignaro di tutto Newt Scamander arriva in città dopo aver fatto un viaggio intorno al mondo alla ricerca e nel salvataggio di creature magiche, alcune delle quali nascoste nella sua altrettanto magica valigia. Il disastro incombente si manifesta quando l’ignaro No- Mag lascia uscire dalla valigia alcune delle bestie misteriose, in una città già in grave subbuglio.
La recensione
Animali fantastici e dove trovarli è l’inizio di una nuova saga ambientata nell’universo di Harry Potter. Rappresenta l’espansione di un libricino scritto da J. K. Rowling nel 2001 a scopo di beneficenza, studiato per essere una semiseria guida alle creature magiche, firmato proprio da Newt Scamander. Uno degli aspetti più rilevanti, consiste nel fatto che le poche pagine non contenevano una storia, quindi tutto ciò che si vede nel film è materiale originale, nobilitato da una sceneggiatura scritta  in prima persona dalla Rowling, cosa che non era accaduta per gli otto lungometraggi di Harry Potter.
Altro aspetto di rilevante importanza, è l’operazione non semplice di ambientare un fantasy in un periodo passato ma realmente circoscritto. Con Animali magici e dove trovarli, si assiste al dialogo tra il magico ed il reale, una novità non da poco per il genere. Anche Newt come Harry, rappresenta un personaggio timido e rispettoso, ma che si trova a suo agio più con le persone che con gli animali. Gli schieramenti cari alla Rowling, si ripropongono anche qui con la divisione tra No-Mag e Mag che si sente già piena di frizioni e fratture. Non è possibile comunque essere definitivi su questi aspetti, perché, come si sa, la storia ha ancora tantissima strada da percorrere, ed ogni film è per molti aspetti, una serie di lungometraggi a cadenza annuale.