Non perdere...
Home / Spettacoli / Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 21 al 26 ottobre 2016

Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 21 al 26 ottobre 2016

 

Inferno

inferno

APPUNTAMENTO AL LIGA
Da venerdì 21 a mercoledì 26 ottobre 2016
Nella settimana cinematografica che sta per  iniziare,
il Liga propone la visione di   Inferno
(h.17.30-19.45-22.00).
di Lorena Lo Presti
                         *************************

 Inferno
Data uscita: 13 ottobre 2016
Genere: thriller, azione
Regia: Ron Howard
Durata:  121 minuti

Dopo il successo ottenuto con Il Codice da Vinci del 2006 e Angeli e Demoni del 2009, continua il sodalizio firmato Dan Brown e Ron Howard con Inferno, film che vede ancora il professor Robert Langdon alle prese con un’ardua impresa, condita da forti riferimenti all’Inferno di Dante Alighieri.
La trama
Robert Langdon si risveglia nella città di Firenze in una stanza d’ospedale, a seguito di una profonda amnesia. Il professore, che ha davvero pochissimi ricordi, si affida alla dottoressa Sienna Brooks per cercare di far affiorare qualcosa di familiare nella sua mente. La sua missione però non si limita a questo, compito arduo sarà quello di cercare di scoprire i misteri che si annidano intorno all’opera di Dante Alighieri, considerato che, delle continue apparizioni, non abbandonano la mente studioso. Infine lo stesso, si trova coinvolto nella lotta contro un nuovo nemico, un’organizzazione segreta chiamata Consortium.  Tutte queste vicende si svolgeranno tra tensione e suspense, tra cunicoli e palazzi antichi, di tre bellissime città del mondo: Firenze, Venezia ed Istanbul. 
La recensione
La storia di “Inferno” è tratta dall’omonimo romanzo di Dan Brown, che si è a sua volta ispirato alla prima cantica della Divina Commedia di Dante Alighieri.
Ancora una volta protagonista è il professor Langdon interpretato dal superbo Tom Hanks coadiuvato dalla dottoressa Sienna Brooks interpretata da Felicity Jones.
La vera novità di Inferno è il continuo riferimento alla prima cantica della somma opera di Dante Alighieri e quindi alla letteratura italiana, osservata e studiata con attenzione, all’interno di una città che davvero molto da raccontare sia a livello letterario che a livello artistico. 
La missione di Howard sembra ben riuscita, nonostante non sia stata semplice la trasposizione dal testo scritto, estremamente specifico ad un film della durata di due ore.
La dinamica di Inferno è caratterizzata non dall’azione, come per i precedenti film, ma dalla fuga costante dai pericoli incombenti; saranno dunque onnipresenti gli sguardi di paura del professor Langdon, che cerca temporanei rifugi in una splendida Firenze. Amore, paura, intrigo e tensione condiranno una storia che registra notevoli risultati al botteghino e che ancora una volta sembra non deludere il grande pubblico.