Non perdere...
Home / Di tutto un pò / Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 2 al 6 febbraio 2018

Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 2 al 6 febbraio 2018

                                              APPUNTAMENTO AL LIGA 
                     Da venerdì 02 febbraio 2018 a martedì 06 febbraio 2018
Da venerdì 02 febbraio il Liga propone la visione del film Made In Italy (18.00-20.00-22.00)
di Lorena Lo Presti

Made In Italy

Data uscita:

25 gennaio 2018

Genere: Drammatico

Regia: Luciano Ligabue

Durata: 104 minuti

 

Approda nelle sale cinematografiche Made In Italy,  il terzo film diretto da Luciano Ligabue, dopo Radiofreccia del 1998 e Da zero a dieci del 2002, prodotto da Fandango e distribuito da Medusa.
La trama
Made in Italy è il racconto dell’Italia vista da Luciano Ligabue,  accompagnato dalle sue migliori colonne sonore. Protagonista della storia è Riko interpretato da Stefano Accorsi, un uomo onesto alle prese con problemi riguardanti il lavoro, la vita di coppia ed il futuro in generale. Riko non sembra voler cedere alle difficoltà postegli dalla vita, vuole a tutti i costi recuperare un matrimonio che sembra andare a rotoli, e cercare di tenersi una casa che sembra destinata ad un’inevitabile vendita. Purtroppo non sempre il coraggio va di pari passo ai risultati e questo il protagonista lo sperimenterà sulla propria pelle.
La recensione
Luciano Ligabue racconta la sua visione dall’Italia con gli occhi del suo alter ego: Riko. Racconta di un’esistenza in cui è facile perdere le redini della propria vita a causa di notevoli problemi che possono sopraggiungere: la perdita del lavoro, il gioco d’azzardo, la crisi matrimoniale, la depressione, mali comuni che molti italiani dei giorni nostri sono costretti ad affrontare.
Purtroppo la maggior parte di queste tematiche vengono trattate ma non approfondite, quasi come se il regista avesse paura di tediare il pubblico. Inoltre vi è una netta divisione tra la prima e la seconda parte del film: se nella prima attraverso l’ironia sembra esserci qualche speranza per il futuro del nostro paese, nella seconda la speranza svanisce per dare spazio allo sconforto più totale.
In un ritmo narrativo di certo non costante, la morale del film è piuttosto chiara ed evidenzia un senso d’impotenza che oggi l’uomo ha di fronte ad una vita troppo imprevedibile.
Degna di nota l’interpretazione di Accorsi che già in passato aveva lavorato al fianco del cantante romagnolo, seppur talvolta sembri perdere la forza espressiva di cui avrebbe avuto bisogno il suo personaggio. Made In Italy dunque, è da vedere per le critiche sociali mosse al nostro paese, accompagnate dalle colonne sonore di uno dei migliori cantanti italiani, ma di certo non si può negare che abbia dei notevoli limiti.