Non perdere...
Home / Di tutto un pò / Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 12 al 16 maggio 2017

Milazzo: Appuntamento al Liga, dal 12 al 16 maggio 2017

APPUNTAMENTO AL LIGA
Da venerdì 12 maggio 2017 a martedì 16 maggio 2017
Nella settimana cinematografica che sta per  iniziare, il Liga propone la visione del film Alient: Covenant (18.00 -20.00 -22.00)

di Lorena Lo Presti

 

Alient: Covenant

Data uscita: 11 maggio 2017

Genere: fantascienza

Regia: Ridley Scott

Durata: 121 minuti

 

 

Alient Covenant   è il secondo capitolo  della trilogia diretta da Ridley Scott,  iniziata con il film Prometheus
La trama
Il film è ambientato dieci anni dopo gli eventi narrati in Prometheus e narra la missione di colonizzazione di un pianeta posto all’estremità della galassia da parte dell’astronave Covenant con a bordo 2000 persone addormentate artificialmente sulle quali veglia l’androide Walter. Il viaggio sembra scorrere con tranquillità finché la violenta esplosione di una stella provoca innumerevoli morti. I superstiti dell’equipaggio si ritrovano su un pianeta sconosciuto, apparentemente con le sembianze di un Eden caratterizzato da montagne ed alberi altissimi. Gli uomini approdati sulla terraferma trovano la carcassa di una nave aliena schiantatasi in precedenza ma  non immaginano che al suo interno si nascondano numerosi pericoli. Purtroppo le mostruose creature risvegliate sono tutt’altro che pacifiche e non sarà facile resistere ai mostruosi attacchi che questi ultimi sferzeranno.
La recensione
Ridley Scott mantiene la struttura originale della saga mescolando terrore e fantascienza ma non riesce a riprodurre l’atmosfera affascinante creata con il primo film della saga. Ad apparire carente è la sceneggiatura e a confondere lo spettatore il continuo ricorrere ai deja-vu che danno l’impressione che l’opera fatichi ad andare avanti.
Da buon film proiettato all’horror non mancano fiumi di sangue e corpi a dir poco lacerati, con omicidi decisamente sgradevoli come decapitazioni e squartamenti. 
Poco azzeccata la scelta della messa in scena del doppio Michael Fassbender, l’ambiguità della natura androide nei due personaggi di Walter e David. Eccellente la dote recitativa dell’attore ma eccessivamente drammaturgica la sua interpretazione in una storia con toni moto diversi.
Il punto forte del film è sicuramente caratterizzato dagli effetti speciali e dalla perfezione nella scelta della scenografia. Essi  da soli però non bastano a dare consistenza ad una storia con una trama piuttosto blanda e prevedibile.
In definitiva il film appare gradevole alla visione ma non spicca e di certo lascia delusi i numerosi appassionati del genere che si aspettavano di assistere ad una storia decisamente eccellente.