Non perdere...
Home / Spettacoli / Milazzo: Al Liga, dal 6 al 12 aprile 2016, “Il cacciatore e la Regina di Ghiaccio”

Milazzo: Al Liga, dal 6 al 12 aprile 2016, “Il cacciatore e la Regina di Ghiaccio”

 

Appuntamento al Liga, da mercoledì  6 aprile a martedì 12 aprile 2016
Nella settimana cinematografica che sta per iniziare  il Liga propone la visione del film Il cacciatore e la Regina di Ghiaccio con tre spettacoli giornalieri (h 18.00 – 20.00- 22.00).
di Lorena Lo Presti

Il-cacciatore-e-la-regina-di-ghiaccioIl cacciatore e la Regina di Ghiaccio

Data uscita:  06 aprile 2016

Genere: azione, avventura, fantasy

Regia: Cedric Nicolas – Troyan

Durata:  114 minuti

Il cacciatore e la regina di Ghiaccio, è basato sui personaggi della fiaba dei Fratelli Grimm.
Il film si apre con la regina Ravenna, interpretata da Charlize Theron,  che dopo aver saputo che la sorella Freya (Emily Blunt)  avrebbe partorito una bambina in grado di sconfiggerla definitivamente e che se fosse stato fatto del male alla bambina, la madre per il dolore avrebbe assunto uno dei poteri più potenti mai visti sino a quel momento, decide di uccidere la nuova arrivata. Freya così, delusa e tradita, abbandona il regno e grazie al suo potere di congelare i nemici, trascorre molti anni in un palazzo lontano, circondandosi di un’armata di cacciatori, tra cui emergono Eric e la guerriera Sara.
Con il tempo Freya scopre di essere stata tradita dai soldati di cui si fidava, visto che gli stessi avevano contravvenuto il suo unico dettame: chiudere per sempre il cuore ai sentimenti. Dopo aver appreso della scomparsa della sorella Ravenna , Freya deciderà di radunare il proprio esercito per impossessarsi dello specchio magico. L’impresa avrà dei risultati imprevisti, la regina di Ghiaccio riuscirà infatti a resuscitare la sorella dagli abissi dorati e  le due, finalmente riunitesi, tenteranno con la loro forza oscura di minacciare le terre incantate. Saranno i cacciatori esiliati per aver contravvenuto la regola principale,  a prendere in mano le cose e a capovolgere la situazione.
Il film vede contrapporsi due parti ben distinte; la prima è completamente dedicata alle origini dei personaggi, provati da traumi difficili da superare, la seconda, invece vede il susseguirsi scene d’azione.
Il cacciatore e la regina di ghiaccio parla soprattutto di sentimenti, invidia e paura ed in particolare si concentra sulla reazione da parte dei personaggi al dolore. Emblematico in proposito è il personaggio di Freya, che tradita dalla sorella Ravenna, dopo essere diventata madre, si trasforma in un personaggio malvagio, educando i giovani a chiudere il proprio cuore. Ad essa si contrappone il Cacciatore che fa tesoro dei sentimenti provati nel suo passato e in nome di essi continua sempre e comunque la sua lotta personale.