Non perdere...
Home / Calcio / La Serbia torna a ruggire al Boccaccio

La Serbia torna a ruggire al Boccaccio

La Serbia torna a ruggire al Boccaccio, domata alla distanza la volenterosa Italia.
La Serbia si aggiudica la 23ª edizione del memorial “Salvatore Boccaccio”  di beach soccer superando sulla sabbia del lido Azzurro 7-2 l'Italia.
E' stata una finale combattuta, non inganni il risultato, perché a 10' dalla fine le squadre erano ferme sul 2-2. Impeccabile la direzione di Andrea Lanzafame e Alberto Incatasciato. A sorpresa passa in vantaggio l'Italia con una inzuccata di Del Vecchio, il pari dopo tre traverse e un palo è firmato da Sottile, lo stesso porta in vantaggio la Serbia, il temporaneo pari di Di Mauro e company è firmato da Balbo.
Negli ultimi 10' gli azzurri cedono sotto i colpi della squadra dell'Est che va a segno altre cinque volte con la doppietta di Beltempo, Giummaresi Pirrone e ancora Sottile.
Un segno del destino il motivo presto detto: la Serbia da anni gioca nel ricordo del compagno di squadra Danilo Di Domenico, “cuzzuledda” scomparso il 30 aprile del 2006, promessa del calcio rossazzurro e pupillo del compianto Vincenzino Del Vecchio “ u sarracinu”, morto sul campo un mese prima di Danilo.
Ebbene, guarda caso nel Boccaccio a segnare il primo gol dell'Italia è stato il figlio di Del Vecchio e a vincere gli amici di Danilo.
L'oragncio della Serbia: Serbia: Tommaso Scuderi, Giuseppe Taglieri, Giuseppe Beltempo, Massimo Sottile, Giovanni Pirone, Litterio Cambria, Salvatore Ruggieri, Placido Giummaresi. Importante sottolineare ancora una volta che tutti hanno dato l'anima in campo nel ricordo di Salvatore Boccaccio e di questo ne prendono atto gli organizzatori, il figlio Paolo e Vincenzo Gusmano- Al termine goliardia e Serbia in trionfo.
Adesso l'appuntamento è fissato per martedì 7 agosto alle 21 nella sala del lido Azzurro dove si terrà la premiazione, dove prenderanno parte anche la New Squash, terza classificata e l'Islanda; il rinfresco è offerto dal Soglò Caffè di Nicoletta Alberti coadiuvata da Salvo Vecchio.
A tal proposito si ringrazia il quotidiano La Sicilia, il lido Azzurro, Zaccà Sport e Cliccalaspesa.it. Interverrà l'ing. Daniele Micci Barreca insieme alla moglie Marika, che, ritirerà una targa nel ricordo del “patron” del lido Azzurro, il dott. Elio Micci Barreca. Oltre all prime tre verranno assegnati i premi per il miglior cannoniere, miglior giocatore, miglior portiere e miglior gol.
Flavio Spirio   

LE DUE SQUADRE FINALISTE INSIEME AGLI ARBITRI