Non perdere...
Home / Comunicati / Città Metropolitana di Messina: aggiudicati i lavori di ammodernamento e ripristino di 4 strade provinciali

Città Metropolitana di Messina: aggiudicati i lavori di ammodernamento e ripristino di 4 strade provinciali

L’Ufficio stampa della Città Metropolitana di Messina, con quattro distinti comunicati, rende noto che sono stati aggiudicati i lavori di ammodernato e ripristino delle seguenti della strada provinciali:
Nel comune di Tortorici, della S.P. 152 Bivio Gentile-Piano Campi; la “Falcone-Santa Barbara”, la provinciale 168, Monti Nebrodi nei tratti ricadenti nei territori di Caronia e Capizzi e la provinciale Gaggi – Cretazzi – Serro – Antillo – Candelora – Castelmola, nel comune di Gaggi
Tortorici, aggiudicati i lavori di ammodernamento della S.P. 152 Bivio Gentile – Piano Campi
L’importo complessivo del progetto é di 3.885.000,00 euro
Sono stati aggiudicati i lavori di ammodernamento della strada provinciale 152 Bivio Gentile – Piano Campi, 3° Lotto – Tortorici.
L’importo complessivo é di 3.885.000,00 euro; l’importo dei lavori è di 2.977.062,00 euro di cui 2.941.365,77 euro per importo lavori a base d’asta e 35.696,23 euro per oneri di sicurezza non soggetti a ribasso. La ditta vincitrice ha offerto un ribasso del 36,8700%.
L’intervento in progetto si è reso necessario per migliorare gli standard di sicurezza della strada, per salvaguardare la stabilità del corpo stradale minacciata da fenomeni di infiltrazione delle acque piovane, e per incrementare le opere di convogliamento e smaltimento delle acque meteoriche.
L’asse viario è molto importante ai fini turistici perché costituisce via di accesso dalla costa verso il territorio del Parco dei Nebrodi immettendosi poi sulla Strada Statale 116 verso Floresta, Santa Domenica Vittoria e quindi verso il versante Randazzo/Etna/Catania.
La strada provinciale 152, con la denominazione “del Bivio Gentile – Piano Campi”, ha una lunghezza di chilometri 21+420 e si snoda attraversando il territorio dei Comuni di Castell’Umberto, Tortorici e Ucria. Il tratto stradale compreso tra il chilometro 8+000 e 10+300 è stato oggetto di lavori di ammodernamento negli anni scorsi.
Da un esame tecnico dello stato dei luoghi si riscontra la vetustà e l’insufficienza delle opere di raccolta, convogliamento e smaltimento delle acque piovane, del manto stradale e delle protezioni laterali, oltre che della segnaletica orizzontale e verticale. Alcuni punti del percorso presentano frane in atto da monte con restringimento della carreggiata stradale e danneggiamento delle opere di sostegno, importanti deformazioni del piano viabile o apertura di voragini sul piano viabile a causa del franamento di tratti di muro di sostegno a valle.
Diverse strozzature della larghezza stradale, presenti lungo il percorso in corrispondenza dell’attraversamento di compluvi naturali e piccoli corsi d’acqua, costituiscono serio pericolo per i veicoli in transito, specie per i mezzi pesanti. Eguale problematica si risconta nell’attraversare alcuni ponticelli in corrispondenza dei quali l’impalcato stradale si riduce di larghezza fino a 5,10 metri.
Le protezioni laterali sono per lunghi tratti mancanti o dirute per vetustà dei vecchi parapetti in muratura o per inadeguatezza delle vecchie barriere di sicurezza.
Le opere che si andranno a realizzare consistono nel rifacimento del manto d’usura del piano viabile, compresa la risagomatura delle zone che presentano avvallamenti e la scarificazione preventiva dei tratti più ammalorati, della segnaletica orizzontale e verticale, della protezione laterale, con smonto dei vecchi guard rail, posa in opera di nuova barriera di sicurezza, realizzazione di parapetti in muratura.
Inoltre, saranno realizzate cunette e muretti paraterra a margine della strada, per un ottimale smaltimento delle acque piovane fino ai compluvi esistenti, e muri per il contenimento di piccole scarpate oltre all’ampliamento e rettifica di alcune strozzature del percorso in corrispondenza dei tombini di attraversamento; sarà effettuato l’allargamento delle strettoie sull’impalcato sui ponti esistenti, il risanamento delle murature deformate dei muri di sostegno in pietrame e il consolidamento delle parti in frana mediante l’impiego di gabbionate.
Vista l’ampiezza degli interventi da eseguire, che si estendono su 21 chilometri di strada provinciale, si prevede l’apertura di diversi cantieri di lavoro mobili.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l’ing. Rosario Bonanno, i progettisti sono i geometri Antonino Letizia, Gino Castano, Carmelo Mangano, Antonio Lorello e Antonino Savio.

**********************************************************************
Palazzo dei Leoni, affidati i lavori di manutenzione della strada provinciale agricola “Falcone-Santa Barbara”
L’importo complessivo è di 1.488.296,50 euro.
Sono stati affidati i lavori di ripristino sede stradale e consolidamento corticale della strada provinciale agricola “Falcone-Santa Barbara”, inseriti negli interventi sulla rete viaria secondaria siciliana ed avente un importo complessivo di 1.488.296,50 euro di cui 1.080.909,14 euro per importo a base d’asta.
La ditta vincitrice ha offerto un ribasso sull’importo a base d’asta del 36,6684 %.
La ex strada agricola Falcone – S. Barbara è costituita dall’unione dei tracciati della strada provinciale agricola 136 “Santa Barbara–Casale”, della strada provinciale agricola 140 “Piano Cancello-Casino di Falcone” e dalla strada provinciale 103 che ha inizio sulla strada statale 113, al chilometro 60+240, e fine in contrada Costola.
L’intero tracciato ha uno sviluppo di circa 12 chilometri e collega il centro abitato di Falcone con la frazione di Toscano, a pochi chilometri da Montalbano Elicona.
Il tratto di strada in questione attualmente è transitabile ma, in condizioni climatiche avverse, in parecchi tratti sorgono evidenti criticità dovute alle condizioni del fondo stradale ed alla cattiva regimentazione delle acque.
Il progetto per la sistemazione della ex strada agricola “Falcone-Santa Barbara” garantirà una migliore transitabilità ed un aumento del livello di sicurezza del tratto di strada che dall’innesto con il chilometro 0+550 della strada provinciale 103 raggiunge la località di “Quattrofinaite” per uno sviluppo di circa 8,00 chilometri.
Le opere da realizzare prevedono la regimentazione delle acque meteoriche di superficie mediante il miglioramento delle pendenze ed il rifacimento del manto stradale per uno sviluppo complessivo di oltre sette chilometri, la realizzazione di cunette e spallette di contenimento che permetteranno di convogliare, nei pozzetti di raccolta, le acque di superficie e la correzione delle pendenze stradali.
Saranno effettuati interventi di consolidamento corticale e protezione dei versanti particolarmente acclivi in maniera tale da assicurarne maggiore stabilità; in particolare sarà realizzato il disgaggio pilotato del materiale lapideo instabile ed il posizionamento di reti metalliche.
In alcuni tratti stradali sarà necessario sostituire le barriere metalliche laterali esistenti in quanto in condizioni non più funzionali.
Infine, sarà effettuata la pulizia straordinaria delle pertinenze stradali dell’intero tratto e di tutti i sistemi di smaltimento delle acque di superficie esistenti e l’integrazione e sostituzione della segnaletica orizzontale e verticale.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l’ing. Anna Chiofalo, i progettisti sono l’ing. Antonino Sciutteri ed i geometri Roberto Coppola e M. Cannavò.
**********************************************************************
Strada provinciale 168 dei Monti Nebrodi, aggiudicati i lavori nei tratti ricadenti nei territori di Caronia e Capizzi
L’importo complessivo è di 796.562,50 euro.
La III Direzione “Viabilità Metropolitana” della Città Metropolitana di Messina ha concluso le procedure di gara con l’assegnazione dei lavori di ripristino della sede stradale della strada provinciale 168 dei Monti Nebrodi.
L’importo complessivo è di 796.562,50 euro, l’importo dei lavori è di 634.230,96 euro di cui 609.669,79 euro quale importo dei lavori a base d’asta e 24.561,17 euro per oneri di sicurezza; la ditta vincitrice ha offerto un ribasso del 34,8259 %.
I lavori, finanziati con i Fondi ex FAS – A.P.Q. – programmazione straordinaria interventi sulla viabilità secondaria, prevedono il consolidamento del pendio, il ripristino della sede stradale, la sistemazione del sistema di raccolta delle acque piovane con cunette, la sistemazione di barriera metallica di sicurezza e di segnaletica verticale ed orizzontale, la realizzazione di drenaggi per intercettare le acque sotterranee che attraversano il piano viabile e lo rendono instabile ed il rifacimento del piano viabile di alcuni tratti ricadenti nel territorio dei Comuni di Caronia e Capizzi.
La strada costituisce l’unica arteria viaria di collegamento di Capizzi con la costa e, pertanto, in caso di calamità naturale o smottamenti di terreni, stante le condizioni attuali dell’arteria, tutto l’abitato rischia di rimanere isolato.
Gli interventi previsti nel presente progetto, si rendono necessari per il ripristino del transito veicolare compromesso a causa di alcune frane, provocate dalle abbondanti piogge verificatesi nelle scorse stagioni invernali, che hanno interessato in più punti la carreggiata stradale e riguardano quindi il tratto di strada compreso tra le chilometriche 7+000 circa e 38+000.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l’ing. Giovanni Lentini, i progettisti sono l’ing. Rosario Bonanno ed i geometri Carmelo Mangano ed Antonio Lorello.

**********************************************************************
Palazzo dei Leoni, affidati i lavori di manutenzione della strada provinciale Gaggi-Cretazzi-Serro-Antillo-Candelora.Castelmola
L’importo complessivo del progetto è di 839.820,05 euro.
La III Direzione “Viabilità Metropolitana” della Città Metropolitana di Messina ha definito le procedure per l’affidamento dei lavori per la sistemazione, adeguamento e messa in sicurezza della strada provinciale Gaggi-Cretazzi-Serro-Antillo-Candelora-Castelmola nel Comune di Gaggi.
Il costo complessivo dell’opera ammonta ad 839.820,05 euro, di cui 673.892,76 euro quale importo a base d’asta.
La ditta vincitrice ha offerto un ribasso del 31,1450 %.
I lavori, rientranti nel programma del Patto per lo Sviluppo della Sicilia (Patto Del Sud) – Viabilità Secondaria, riguardano un’arteria stradale che ha una lunghezza di circa 14 chilometri e costituisce l’unica via di accesso per alcune contrade del paese di Gaggi in cui è insediata circa l’80% della popolazione.
In particolare si procederà all’effettuazione di scavi di sbancamento, alla realizzazione di muri, di opere di protezione laterale e di convogliamento e smaltimento delle acque meteoriche, al rifacimento di tratti del corpo stradale e di tratti del piano viabile.
Tali interventi si prefiggono l’obiettivo di eliminare i pericoli derivanti dalla deformità della sede stradale, dalla assenza di protezioni laterali e dalla azione delle acque meteoriche.
Il Responsabile Unico del Procedimento è l’ing. Giovanni Lentini, i progettisti sono i geometri Giovanni Pinto (direttore dei lavori e direttore operativo), Pasquale Chiaia (ispettore di cantiere) e Sergio Castorina.