Non perdere...
Home / Altri sport / Catania: Arriva in Sicilia la Nazionale Italiana Seven

Catania: Arriva in Sicilia la Nazionale Italiana Seven

In programma anche un incontro della “Nazionale Siciliana”.
Dopo Italia-Francia del 6 Nazioni Under 20 del 2013, ecco chela Sicilia si conferma ritrovato polo del rugby internazionale. Avrà luogo infatti a Catania nel prossimo mese di febbraio uno stage della Nazionale Seven, il cui manager, Orazio Arancio, ha tenuto affinché non si trattasse di una mera tappa di allenamenti. Infatti, il massimo responsabile della Federugby regionale, conscio di quanto sia importante il confronto con un avversario reale e motivato, sta organizzando lo stage con altre due selezioni nazionali, tra le più quotate fra quelle emergenti a livello europeo, con le quali concludere l’appuntamento con un vero e proprio torneo. L’Italia si prepara al fondamentale appuntamento del torneo IRB di Hong Kong di marzo, in cui si giocherà l’unico posto utile per le Sevens World Series 2014/15. Inoltre, ad arricchire l’evento siciliano di febbraio su cui presto forniremo ulteriori dettagli, arriverà anche un incontro internazionale per la selezione siciliana a XV, destinata a dotarsi di un assetto organizzativo e tecnico stabile e continuativo, divenendo una vera e propria “Nazionale Siciliana”, sul modello di quanto fatto in Sardegna con la locale selezione dei quattro mori allenata da Marco Bollesan, secondo una logica di valorizzazione degli atleti delle società locali che avranno, così, la possibilità di “affacciarsi” su un palcoscenico internazionale vestendo i colori della propria terra, con un’attività che, ben lungi dal poter o voler porsi in alternativa alle formazioni azzurre juniores o seniores, anzi vi si affiancherà, completandone l’attività permettendo un maggior radicamento nei movimenti rugbystici di base di tutto il territorio. L’incontro previsto è evidentemente destinato a divenire una “classica”: infattila Sicilia incontrerà Malta, allenata dal gallese Damian Neill, in un vero e proprio “derby del mediterraneo” fra il rugby siciliano, che ambisce a tornare sui palcoscenici che contano, e quello maltese, su cui molto si è investito sin dal debutto internazionale del 2000. Soddisfazione è stata espressa dal Presidente del Comitato Regionale Siciliano F.I.R. e Manager dell’Italia Seven, Orazio Arancio, che ha sottolineato come i sacrifici ed il lavoro sin qui svolto stanno iniziando a portare frutto ed a porre le basi per il futuro del rugby in Sicilia, con una giornata “a tutto rugby” che certamente richiamerà il pubblico delle grandi occasioni e l’entusiasmo di appassionati e curiosi.
Comunicato del 26/1/2014
Roman Henry Clarke
Addetto stampa C.R.Siciliano FIR
stampa@sicilia.federugby.it