Non perdere...
Home / Calcio / Calcio: Terza Categoria Messina a 12 squadre. Juniores, 2 gironi e “La meglio gioventù”

Calcio: Terza Categoria Messina a 12 squadre. Juniores, 2 gironi e “La meglio gioventù”

Nessuna data certa sull’inizio dei campionati a carattere provinciale, come la Terza categoria e la fase provinciale del campionato regionale “Under 19”, rientrati nella sospensione dell’attività agonistica del settore dilettanti, a seguito del D.P.C.M. del 24 ottobre 2020. Non fanno eccezione i campionati indetti ed organizzati dalla Delegazione distrettuale di Messina della Lnd Sicilia che, prima del lockdown dell’attività, ha definito l’organico di diversi campionati provinciali, tra cui la Terza Categorie e degli Juniores (Under 19). Due tornei sempre avvincenti, tranne per qualche defezione.
Terza Categoria messinese, girone unico a 12 squadre, con la presenza di alcune veterane. A rappresentare, la zona tirrenica della provincia, Calcio Rometta Marea e Virtus Rometta.
Nella foto, il campo della Pinetina di Rometta, dove gioca la Virtus Rometta. 
Girone A (12 squadre): Amatori Kaggi, Calcio Rometta Marea, Camaro 1969, Città di Santa Teresa, Fair Play Messina, Football Club Ali Terme, Football Club Grifone, Limina Calcio, New Graniti, Calcio Pompei, Vigor Itala e Virtus Rometta.
Juniores Regionali – Under 19- fase provinciale del Distretto di Messina 
Un organico di 16 squadre, suddiviso in due gironi da 8, che mette di fronte il settore giovanile di club di Eccellenza, Promozione, Prima e Seconda categoria. Nella fase provinciale, partecipazione fuori classifica, per le società di serie D, come l’Acr Messina nel girone A e Fc Messina, nel secondo. Nel girone A, new entry la Nuova Azzurra di Barcellona Pozzo di Gotto e Cus Unime. Per il resto, Milazzo e 1946 Igea, pronti a ripetere l’exploit  della scorsa stagione (sospesa ai playoff).
Girone A (8 squadre): Cus Unime, Gs Don Peppino Cutropia, Gescal Messina, Acr Messina (fuori classifica), Milazzo, Nuova Azzurra Barcellona, Torregrotta 1973 e 1946 Igea.
Girone B (8 squadre): Atletico Messina, Calcio Furci, Città di Taormina, Fc Messina (fuori classifica), Jonica F.C., Messana 1966, Taormina Scoccer School, e Valdinsi Calcio.
Juniores 1946 Igea e Milazzo

(Stefano Barresi, presidente 1946 Igea)

La Juniores del 1946 Igea, nello scorso campionato giunta seconda nel girone A, è uscita alla distanza, recuperano il passivo che la separava dal Milazzo, primo classificato. Per la nuova stagione agonistica, l’augurio è quello che si possa ripartire,  superando l’attuale situazione di emergenza sanitaria. Il presidente igeano, Stafano Barresi, al momento, più preoccupato per le sorti del campionato maggiore, quello dell’Eccellenza, ha le idee molto chiare in proposito e da tempo va ripetendo: “Senza pubblico non scenderemo più in campo. Non accetteremo impostazioni dall’alto: se costretti ritireremo la squadra. Sento dire – afferma  – che il calcio deve ripartire. Sinceramente penso che chi afferma una cosa del genere, abiti su Marte, non sulla Terra, ancora più grave se a dirlo è un dirigente federale. In queste condizioni non si può tornare a giocare!
Poi conclude: “Ricominciamo ad agosto 2021, ripartendo da dove ci siamo fermati. Ho sentito gli altri presidenti del girone B di Eccellenza, in 12 la pensiamo allo stesso modo. Non vogliamo più farci prendere in giro quindi sia chiaro: senza pubblico non iniziamo”. 
Da parte del massimo esponente della società giallorossa, ancora nessuna presa di posizione sul torneo Juniores, su modalità e svolgimento.
Juniores Milazzo

(Nella foto, con il presidente del Milazzo Alacqua, Mandanici, Caragliano, Foti e Ilacqua)

Il Milazzo Juniores, anche se in stand-by per quello che sarebbe dovuto essere, e speriamo che lo sia, la terza stagione consecutiva, ha scelto l’usato sicuro, confermando alla direzione tecnica, Angelo Caragliano che avrà pensato al tris, dopo le precedenti due consecutive vittorie di girone provinciale e Coppa Disciplina. Prima dell’attuale stop, il Milazzo, dopo aver costituito lo staff, ha dato dato mandato al direttore Caragliano di costruzione la squadra per la nuova stagione. Per lui, sono risultate preziose le indicazioni dallo stage giovanile svolto nel periodo estivo. Quindi, ha confermato il preparatore atletico Denny Mandanici per l’ottimo lavoro svolto, nello scorso campionato. Nello staff tecnico, a ricoprire il compito di collaboratore, è arrivato Carmelo Foti  (ex Folgore), mentre la parte organizzativa, come per il passato, sarà curata da Nino La Rosa.
Intanto, nelle scorse settimane, per sopraggiunti impegni, Stefano Buta – come comunicato dall’interessato – ha lasciato l’incarico di collaboratore.