Non perdere...
Home / Calcio / Calcio Sicilia: S. Viagrande-Valdinisi 0-0 (omologato). In 2^ Ctg (A-D), tre vittorie a tavolino

Calcio Sicilia: S. Viagrande-Valdinisi 0-0 (omologato). In 2^ Ctg (A-D), tre vittorie a tavolino

Fermi i campionati, la giustizia sportiva non è in lockdown. La Lnd Sicilia, nell’ultimo comunicato, il n. 153 del 10 novembre 2020, ha dato notizie della conferma del risultato conseguito sul campo per la gara di Promozione C,  del 25/10/2020, tra Sporting Viagrande e Valdinisi Calcio 0-0, in un primo momento non omologata in attesa di verifiche in ordine alla posizione federale di calciatori dello Sporting Viagrande, partecipanti al match, poi risultati regolarmente tesserati. Oltre a questo, in Seconda Categoria, sono tre le gare assegnate a tavolino, una nel girone A, le altre due nel girone D. Nel girone A, la gara dello scorso 25/10/2020, 2° giornata, Academy Santa Flavia-Regina Mundi S.G.A.P., termina 2-4, che diventa 3-0. Ed ancora, nel girone D, qui, cambiano i verdetti di due incontri: Aci e Galatea-Acitrezza Calcio (1-1) del 17/10/2020, prima giornata,  e Real Caltagiorne-Vaccarizzo Football Club (2-0) del 25/10/20, seconda giornata. E’ stato accolto il reclamo dell’Aci e Galatea e quello del Vaccarizzo Football Club, entrambi per la posizione irregolare di calciatori avversari.  I club ricorrenti hanno avuto l’assegnazione del match a tavolino.
Mentre nel girone A, per la gara del 18/10/2020, Colomba Bianca-Trasmazzaro 2-1, è stato respinto il  ricorso del Trasmazzaro che si basava sulla presunta squalifica di un calciatore della società Colomba Bianca, impiegato nella circostanza, poi risultato in posizione regolare per aver scontato, in precedenza, le due giornate di squalificata. Infine, di poca rilevanza per i campionati in corso, la penalizzazione di un punto alla società Asd Football Club Gattopardo, conseguente al provvedimento della Procura Federale, per irregolarità emerse sull’impiego di giocatori in occasione nel campionato Juniores Under 19 Fase Provinciale (AG), della scorsa stagione, 2019-2020.
Le decisioni del Giudice sportivo:
Promozione girone C, gara del 25/10/2020-Sporting Viagrande-Valdinisi Calcio 0-0
Con C.U. nº146 LND del 28/10/2020, quest’Organo di giustizia sportiva sospendeva l’omologazione della gara in attesa di verifiche in ordine alla posizione di tesseramento di calciatori partecipanti alla stessa; Esperiti gli opportuni accertamenti presso il competente Ufficio Tesseramento del C.R. Sicilia, è emerso che tutti i calciatori della Società Sporting Viagrande sanzionati in occasione della gara in epigrafe risultano regolarmente tesserati; Per quanto sopra; Si delibera: Di dare atto del risultato conseguito in campo.
SECONDA CATEGORIA
Girone A:
gara del 25/10/2020 ACADEMY SANTA FLAVIA – REGINA MUNDI S.G.A.P. 2-4; Ricorso Academy Santa Flavia
Con ricorso ritualmente proposto, la Società Academy Santa Flavia chiede l’assegnazione della perdita della gara alla Società Regina Mundi in quanto quest’ultima avrebbe disatteso, dal 47′ del s.t., gli obblighi circa l’impiego dei calciatori “Giovani”;
Esaminati gli atti ufficiali, dagli stessi si rileva che in effetti la Società Regina Mundi, con la sostituzione, al 47′ del s.t., del calciatore n. 6, Seidita Baldassare (2002), con il calciatore n. 15, Pisciotta Damiano (1996), non ha impiegato, da quel momento e sino alla fine della gara, il calciatore “Giovane”, nato dall’1/1/2002 in poi, previsto dalla vigente normativa relativa ai “limiti di partecipazione dei calciatori in relazione all’età” per le gare di Seconda Categoria 2020/2021, così come pubblicato sul C.U. n. 1 del 2/07/2020;
Tale circostanza, sia pure per un tempo limitatissimo, determina la mancata ottemperanza alla norma relativa ai “limiti di partecipazione dei calciatori in relazione all’età” che invece va osservata per l’intera durata della gara, anche nel caso di sostituzioni successive, eccettuati i casi di espulsione dal campo e, qualora siano state già effettuate tutte le sostituzioni consentite, anche i casi di infortunio dei calciatori delle fasce di età interessate; Per quanto sopra; Visti l’art. 34 bis delle N.O.I.F., l’art. 39, comma 1, del Regolamento della L.N.D. e l’art. 10, comma 6, del C.G.S.;
Si delibera: Di accogliere il ricorso proposto dalla Società Academy Santa Flavia, addebitando alla stessa il contributo per l’accesso alla giustizia sportiva di cui all’art.48, comma 2, del C.G.S.; Di infliggere alla Società Regina Mundi la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3.
Grone D, gara del 17/10/2020 ACI E GALATEA – ACITREZZA CALCIO 1-1; Ricorso Aci e Galatea
Con ricorso ritualmente proposto la Società Aci e Galatea segnala la posizione irregolare dei calciatori Puglisi Giovanni e Bonaccorso Omar, impiegati dalla Società Acitrezza Calcio sebbene squalificati; Esaminati gli atti ufficiali ed esperiti gli opportuni accertamenti, si osserva che:
Il calciatore Puglisi Giovanni, risulta colpito da provvedimento disciplinare di squalifica per due gare, non scontate, con provvedimento pubblicato sul C.U. nº 331 del 04/03/2020, in relazione alla gara del campionato di Seconda Categoria 2019/2020 Calcio Lavinaio/Acitrezza Calcio dell’1/03/2020; Il calciatore Bonaccorso Omar, risulta colpito da provvedimento disciplinare di squalifica per una gara con provvedimento pubblicato sul C.U. nº 298 del 12/02/2020, in relazione alla gara del campionato di Seconda Categoria 2019/2020 Acitrezza Calcio/Massiminiana Calcio 58 dell’8/02/2020, squalifica non scontata in quanto impiegato, in posizione irregolare nella già citata gara Calcio Lavinaio/Acitrezza Calcio dell’1/03/2020; Per quanto sopra, le suddette squalifiche andavano scontate nella prima giornata della presente stagione sportiva e conseguentemente i predetti non avevano titolo a partecipare alla gara di cui trattasi;
Pertanto, visto l’art. 10, comma 6, del C.G.S.; Si delibera: Di accogliere il ricorso proposto dalla Società Aci e Galatea, restituendo alla stessa il contributo per l’accesso alla giustizia sportiva di cuiall’art.48, comma 2, del C.G.S., già versato nella misura di Euro 100,00; Di infliggere alla Società Acitrezza Calcio la punizione sportiva della perdita della gara in epigrafe con il punteggio di 0-3; Di infliggere al calciatore Puglisi Giovanni (12/08/1994), Società Acitrezza Calcio, una ulteriore giornata di squalifica; Di infliggere al calciatore Bonaccorso Omar (23/05/1999), Società Acitrezza Calcio, una ulteriore giornata di squalifica; Di infliggere al dirigente accompagnatore della Società Acitrezza Calcio, Bonaccorsi Francesco, la sanzione dell’inibizione fino al 5/12/2020; Di rimettere gli atti alla Procura della FIGC per quanto di competenza in relazione all’impiego del calciatore Bonaccorso Omar nella gara Calcio Lavinaio/Acitrezza Calcio dell’1/03/2020.
Girone D gara del 25/10/2020 REAL CALTAGIRONE – VACCARIZZO FOOTBALL CLUB 2-0; Ricorso Vaccarizzo
Si osserva in via preliminare che la Società Vaccarizzo ha trasmesso a mezzo mail, non recepita in tempo utile a causa di un disguido tecnico, il preannuncio di ricorso in relazione alla gara di cui trattasi, per cui, in autotutela, si annulla l’omologazione della stessa, come già pubblicato sul C.U. n. 150 del 2/11/2020; Nel merito, si osserva che il ricorso proposto dalla Società Vaccarizzo è da ritenersi inammissibile in quanto preannunciato a mezzo mail ordinaria e non PEC come prescritto dall’art. 67, comma 1, del C.G.S.; Considerato tuttavia l’oggetto del ricorso, questo Organo di Giustizia ritiene, d’ufficio, di prendere in esame quanto evidenziato dalla Società Vaccarizzo; La stessa fa rilevare come la Società Real Caltagirone abbia disatteso gli obblighi circa l’impiego dei calciatori “Giovani”;
Esaminati gli atti ufficiali, dagli stessi si rileva che in effetti la Società Real Caltagirone non ha impiegato, per l’intera durata della gara, alcun calciatore “Giovane”, nato dall’1/1/2002 in poi, previsto dalla vigente normativa relativa ai “limiti di partecipazione dei calciatori in relazione all’età” per le gare di Seconda Categoria 2020/2021, così come pubblicato sul C.U. n. 1 del 2/07/2020;
Per quanto sopra; Visti l’art. 34 bis delle N.O.I.F., l’art. 39, comma 1, del Regolamento della L.N.D. e l’art. 10, comma 6, del C.G.S.;
Si delibera: Di dichiarare inammissibile il ricorso proposto dalla Società Vaccarizzo, addebitando alla stessa il contributo per l’accesso alla giustizia sportiva di cui all’art.48, comma 2, del C.G.S.; Di infliggere alla Società Real Caltagirone la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3.
Girone D gara del 25/10/2020 REAL CALTAGIRONE – VACCARIZZO FOOTBALL CLUB 2-0; Ricorso Vaccarizzo
Si osserva in via preliminare che la Società Vaccarizzo ha trasmesso a mezzo mail, non recepita in tempo utile a causa di un disguido tecnico, il preannuncio di ricorso in relazione alla gara di cui trattasi, per cui, in autotutela, si annulla l’omologazione della stessa, come già pubblicato sul C.U. n. 150 del 2/11/2020; Nel merito, si osserva che il ricorso proposto dalla Società Vaccarizzo è da ritenersi inammissibile in quanto preannunciato a mezzo mail ordinaria e non PEC come prescritto dall’art. 67, comma 1, del C.G.S.; Considerato tuttavia l’oggetto del ricorso, questo Organo di Giustizia ritiene, d’ufficio, di prendere in esame quanto evidenziato dalla Società Vaccarizzo; La stessa fa rilevare come la Società Real Caltagirone abbia disatteso gli obblighi circa l’impiego dei calciatori “Giovani”; Esaminati gli atti ufficiali, dagli stessi si rileva che in effetti la Società Real Caltagirone non ha impiegato, per l’intera durata della gara, alcun calciatore “Giovane”, nato dall’1/1/2002 in poi, previsto dalla vigente normativa relativa ai “limiti di partecipazione dei calciatori in relazione all’età” per le gare di Seconda Categoria 2020/2021, così come pubblicato sul C.U. n. 1 del 2/07/2020;
Per quanto sopra; Visti l’art. 34 bis delle N.O.I.F., l’art. 39, comma 1, del Regolamento della L.N.D. e l’art. 10, comma 6, del C.G.S.;
Si delibera: Di dichiarare inammissibile il ricorso proposto dalla Società Vaccarizzo, addebitando alla stessa il contributo per l’accesso alla giustizia sportiva di cui all’art.48, comma 2, del C.G.S.; Di infliggere alla Società Real Caltagirone la punizione sportiva della perdita della gara per 0-3.