Non perdere...
Home / Calcio / Calcio Sicilia: Real Tirrenia cede i “gioelli” di famiglia. Su Fc, il saluto di Giuseppe Aloe

Calcio Sicilia: Real Tirrenia cede i “gioelli” di famiglia. Su Fc, il saluto di Giuseppe Aloe

Per il momento, nessun fatto nuovo sul caso Real Tirrenia, cioè sulla decisione della presidenza del club di ritirare la squadra dal campionato di Eccellenza, dopo aver preso parte al primo turno di coppa. Molto esplicito  il  comunicato diffuso mercoledì 5 settembre, a pochi giorni dalla gara interna contro il Paternò, di sabato 8 , ore 16,00, sul neutro di Torregrotta. Nella nota, si leggeva che la rinuncia, avveniva “ per sopraggiunti ed inaspettati problemi personali ed il disagio provocato dalla mancanze di infrastrutture.” Le stesse, che hanno indotto la presidenza alla “drastica seppur amara decisione.” Ai saluti e alle scuse rivolte allo staff tecnico ed al gruppo calciatori, ha risposto, su facebook, l’attaccate,  Giuseppe Aloe  che così scrive: “Come si è sempre detto, anche le cose belle prima o poi finisco. Finisce la nostra avventura creata con persone con la quale passo più tempo della mia famiglia. Finisce un rapporto basato solo sul rispetto e sull’amicizia. Finisce tutto. Non posso che dirvi GRAZIE. Grazie per avermi aiutato per qualche soddisfazione personale e soprattutto collettivo. Grazie per avermi fatto ritornare l’entusiasmo, che non è mai così facile trovarlo dopo una giornata di lavoro. E molti di voi li ammiro, perché fare sacrifici vuol dire anche questo. E lo si capisce da come esulti e da come ci tieni dentro e fuori il campo. Ringrazio singolarmente ognuno di voi. E sopratutto te @peppe.laspada con la quale mi sono confidato nei momenti più difficili. Torneremo ad abbracciarci dopo un gol. In bocca al lupo!”
Le possibili soluzioni alla surroga della Real Tirrenia, c’è chi ipotizza una revisione del format dei due campionati di Eccellenza. Cioè,  il ripescaggio nel girone A dell’Asd Monreale, con lo spostamento nel girone B del Città di Sant’Agata, unica messinese del concentramento.
L’Asd Monreale, al momento nel girone A di Promozione, risultò seconda in graduatoria, nonostante i suoi 92,20 punti, rimase dietro all’Apd Terme Vigliatore (punti 82,20), perché i termensi, beneficiarono della “Priorità Play-Off”, per questo ammessi, nonostante i dieci punti in meno, rispetto al Monreale. Di contro, l’inserimento dell Asd Monreale in Eccellenza, lascerebbe il girone A di Promozione a 15 squadre, eventualmente, da coprire con un ripescaggio dalla Prima categoria. Visto i precedenti, operazione non del tutto semplice, come accaduto nei mesi scorsi, con nessuna adesione, dopo la riapertura dei termini, proprio per coprire un posto nel girone A, in conseguenza dell’abbandono dell’Atletico Ribera.
Un capitolo a parte meritano i possibili movimenti di mercato degli ex del Real Tirrenia:
– Aloe Giuseppe (attaccante) – richiesto dall’Asd Milazzo (ex Virtus) di Promozione;
– La Spada Piero (centrocampista) – richiesto dall’Asd Milazzo (ex Virtus) di Promozione;
– Shpellzaj Admir (difenosore) – richiesto dall’Asd Milazzo (ex Virtus) di Promozione;
– Rasà Rosario (attaccante) – già ingaggiato dal Città di Torregrotta di Promozione;
– Bucca Stefano (portiere ) – richiesto dal Città di Torregrotta di Promozione;
– Buta Alessio (difensore) – richiesto dall’Academy San Filippo.
Oltra a Buta, stando alle voci, altri elementi sarebbero in procinto di passare all’Academy San Filippo  di Promozione.
Nella foto, Giuseppe Aloe, Alessio Buta e Admir Shpellzai.