Non perdere...
Home / Calcio / Calcio Serie D: Poker di ingaggi per l’ Igea Virtus

Calcio Serie D: Poker di ingaggi per l’ Igea Virtus

Dopo Michele Velardi, l’Igea Virtus ha reso noto gli ingaggi di altri quattro elementi, tra quelli ancora in prova nel ritiro di Castiglione di Sicilia, dove i giallorossi preparano il primo impegno della stagione, la gara di coppa contro l’Acr Messina, slittata a data da destinarsi, a causa del rinvio del turno preliminare della manifestazione. A disposizione del nuovo tecnico Carmelo Mancuso, ci dovrebbero essere oltre una ventina di atleti, ma fin qui, sono solo cinque quelli ufficializzati (Michele Velardi, Emanuele Allegra, Agatino Dadone, Gianluca Gazzè e Aaron Akrapovic).
Di seguito, i comunicati ufficiali della società, relativi agli ingaggi già effettuati.
Accordo raggiunto con il giovane attaccante Michele Velardi, classe 1998. Esterno offensivo, è reduce dall’esperienza con la maglia del Camaro 1969, in Eccellenza. In Serie D ha giocato con il Castrovillari, collezionando 7 presenze. Nella stagione 2015/2016, ha giocato, sempre in Eccellenza, a Milazzo con tre reti siglate in 14 gare disputate. Velardi vanta anche una presenza in Lega Pro con la maglia dei pugliesi del Martinafranca. E’  cresciuto calcisticamente nel settore giovanile della Reggina.
Igea Virtus, ecco Emanuele Allegra.
L’Igea Virtus Barcellona comunica di avere concluso l’accordo con il difensore Emanuele Allegra, classe 1994. Nato a Scafati, nel salernitano, ha tirato i primi calci con l’Arci Scampia. Notato dal tecnico Nicola Liguori, fu segnalato al Napoli. Si distingue nel settore giovanile degli azzurrini al punto da meritarsi la convocazione nelle nazionali under 17,18 e 19. Con la maglia del Napoli, di cui è tifosissimo, prova anche il brivido di essere inserito nella lista per la Champions League ai tempi della guida tecnica di Walter Mazzarri. Rafa Benitez lo volle invece in ritiro. Fu Maurizio Sarri, dopo un pesante infortunio, a consigliargli di mettersi in gioco in una squadra di serie C. Emanuele, dopo avere giocato una finale di Coppa Italia Primavera al San Paolo contro la Juventus, ascoltò il consiglio dell’attuale tecnico del Chelsea.
Debutta da professionista nella Virtus Entella, in Prima Divisione di Lega Pro. E’ la stagione 2013/2014. Colleziona due presenze e, a gennaio, si trasferisce a Pavia. Qualche infortunio condiziona la stagione successiva vissuta tra Pontedera e Alto Adige Sudtirol. Nell’estate del 2015 è al Martinafranca, poi passa al Lumezzane sotto la guida tecnica di Antonio Filippini. Quindi la decisione di avvicinarsi a casa nell’anno successivo con la conseguente esperienza in Serie D a Pomigliano d’Arco, coronata con una meritata salvezza, obiettivo prefissato dalla società a inizio stagione.
Igea Virtus, ufficiali gli acquisti di Agatino Dadone e Gianluca Gazzè
L’Igea Virtus Barcellona comunica di avere perfezionato l’ingaggio dei calciatori Agatino Dadone e Gianluca Gazzè.
Dadone, attaccante classe 1998, è cresciuto nelle giovanili del Catania. Ha indossato le maglie di San Pio X e Giarre prima di approdare in giallorosso.
Gazzè è invece reduce da una stagione al Camaro, in Eccellenza. Duttile esterno classe 1994, può essere impiegato in più zone del campo. Ha giocato in passato con le maglie di Pistunina e Taormina dopo essere cresciuto nel settore giovanile del Catania Calcio e avere disputato il campionato Berretti con il Milazzo.
Ufficiale anche l’ingaggio di Aaron Akrapovic
L’Igea Virtus Barcellona comunica di avere perfezionato l’ingaggio dell’atleta Aaron Akrapovic. Nato il 2 marzo 1994, a Wolfsburg (Germania), Aaron è un vero e proprio jolly. Ha la doppia nazionalità, ovvero Italiana e Bosniaca.
La sua carriera parte dal Messina Sud a soli 9 anni. Nel 2007 va alla Reggina, conquistando la finale Allievi Nazionali nella stagione 2009/2010. Riesce a ottenere diverse convocazioni con le nazionali under 17 e 18. L’estate del 2012 segna il passaggio all’Ancona, in Serie D. Completa la stagione con la maglia della Sambenedettese. Quindi il trasferimento al Tuttocuoio nella stagione successiva con il debutto in Seconda Divisione. Torna in Serie D con Hinterreggio e Due Torri. Prova poi l’esperienza all’estero, a Gibilterra. Con l’Europa FC colleziona due presenze ai preliminari di Europa League, poi va al Lynx. Quindi torna a Messina, con l’ACR prima di passare al Castrovillari.
Aaron parla cinque lingue. Suo padre è allenatore professionista e da calciatore vanta presenze in diversi club della Bundesliga.
Nella foto, una seduta di allenamento dei giallorossi, nel ritiro di Castiglione di Sicilia.