Non perdere...
Home / Calcio / Calcio Promozione Sicilia: S.S. Milazzo, verso una scelta interna per la panchina. Il comunicato del club

Calcio Promozione Sicilia: S.S. Milazzo, verso una scelta interna per la panchina. Il comunicato del club

Fine dicembre 2020 agitato in casa S.S. Milazzo, dove, dopo le dimissioni del tecnico, avvenuti in settimana, si è aggiunta una presa di posizione della squadra, di sostegno alle scelte del mister.
Tutto l’organico, o un parte di esso, che attraverso un comunicato, fatto pervenire alla stampa, oltre all’appoggio all’operato del tecnico Domenico Caragliano, i giocatori, lamentavano ritardi nei rimborsi spesa ed il mancato rispetto degli accordi di inizio stagione. Quasi un aut aut che avrebbe potuto incidere nel proseguimento della loro collaborazione. Protesta, pare, poi rientrata, prevalendo, nei tesserati, il senso di appartenenza e l’attuale precaria situazione, non solo economica che, in questo lockdown dei campionati, attraversano i club, compreso quello mamertino, a cui  è venuto il contributo degli sponsor e gli incassi delle partite interne. 
Tutto rientrato, sembra di si. Resta il nodo del cambio della guida tecnica, se mai ci sarà. In ogni caso, se dovesse esserci, è molto probabile, che l’incarico, sia un affidamento in house, cioè verso un componente dell’attuale staff tecnico, una scelta interna, in forza della quale, rientrano le voci che portavano al tecnico Paolo Bitto, oppure ad altri.
A quanto già scritto, aggiungiamo il comunicato della Ss Milazzo, appena pubblicato su Facebook in data 20/12/20, ore 19,00 circa: 
“Alla luce di ciò che abbiamo letto sui social e sulla stampa non possiamo che rimanere esterrefatti e meravigliati. Mai letta una simile mole di notizie così poco veritiere. Cerchiamo di ristabilire la verità con queste poche righe. A seguito delle dimissioni improvvise del Mister Caragliano e del suo staff, delle quali la società non era stata preventivamente informata, apprendiamo di una serie di malumori espressi dai giocatori della Ss Milazzo. Premesso che in data odierna non esiste alcun “probabile acquirente” e che le dimissioni così repentine di Caragliano non ci hanno ancora fatto valutare altri nomi di allenatori, riteniamo infondate le affermazioni fatte dai giocatori: residuali rimanenze sui rimborsi spesa di pochi giocatori, comunque ampiamente ristorati dai bonus statali, non possono costituire un ostacolo per il progetto imbastito dalla SS Milazzo, soprattutto in un momento così particolare a livello mondiale. Altresì, rimostranze sulle strutture sportive non sono assolutamente da imputare alla società. Altre voci e pettegolezzi non appartengono assolutamente a questa dirigenza. Rassicuriamo comunque i nostri tifosi che, anche se non si conoscono le modalità di ripresa dei campionati, la SS Milazzo opererà sempre e solamente nell’interesse del simbolo che portiamo sulla nostra maglia.”
UFFICIO STAMPA