Non perdere...
Home / Calcio / Calcio: Lastrigiana campioni d’Italia Juniores. Un talent scout alla Virtus Milazzo. S.O.S Terme Vigliatore

Calcio: Lastrigiana campioni d’Italia Juniores. Un talent scout alla Virtus Milazzo. S.O.S Terme Vigliatore

Con la vittoria dei toscani della Lastrigiana, si conclude il campionato juniores per le squadre regionali. La Lastrigiana dell’omonimo comune della provincia di Firenze, ha battuto i campioni in carica del Tor di Quinto (Roma), superati ai rigori dai toscani, dopo il 2-2 dei supplementari.
Lastrigiana – Tor di Quinto, 7-6 dcr.
Spostandoci nella nostra realtà, anche le squadre regionali di Sicilia, hanno preso parte al campionato Juniores per le società regionali. Molte anche nei gironi di Messina e Barcellona Pozzo di Gotto. Come il Terme Vigliatore, inserito nel girone B di Barcellona, ha disputato la finale regionali. Nello stesso concentramento il Merì di Angelo Caragliano, ora alla Virtus Milazzo, nel doppio incarico di direttore sportivo e responsabile del settore giovanile, alla guida della costruenda squadra Juniores. Un talent scout che avrà carta bianca. Tornando al campionato juniores, tranne il Canicattì, fermatosi alle semifinali nazionali, per il resto delle squadre isolane, il riferimento può essere Lastrigiana e Tor di Quinto, le finaliste dello stesso campionato, al quale hanno partecipato numerose formazioni.
Il Terme Vigliatore, nonostante i buon risultati raggiunti, ha lanciato un appello su Facebook, pochi ragazzi prendono parte all'attività giovanile. La Virtus si giocata la carta Caragliano, informando del suo curriculum.


Campionato Juniores, il riepilogo dei risultati di semifinali e finali:
Ritorno delle semifinali, sabato 9/6/2018, ore 16.30:
Maia Alta Obermais – Lastrigiana 2-1 (andata 0-2)
Canicattì- Tor di Quinto 0-2 (andata 0-2)
Finale scudetto del Campionato Juniores Dilettanti 2017/2018.
Centro di Formazione federale FIGC-LND “Gino Bozzi” di Firenze
LastrigianaTor di Quinto 7-6 dcr
Angelo Caragliano, direttore sportivo e allenatore della formazione Juniores
L’asd Virtus Milazzo, con questo post su Facebook, comunica che Angelo Caragliano è il nuovo direttore sportivo della squadra per la stagione 2018/2019 e ricoprirà, al tempo stesso, il ruolo di allenatore della formazione “juniores”. Nelle precedenti esperienze in ambito calcistico Caragliano è stato allenatore della formazione “allievi” del Milazzo e dei “juniores” del Merì. Ha inoltre precedentemente assunto la guida tecnica di Folgore e San Filippo in prima categoria, ed è stato allenatore in seconda per 4 anni del Merì nel campionato di Promozione. Benvenuto nella grande famiglia della Virtus Milazzo !!
Nella foto, insieme ad Angelo Caragliano, il direttore generale Stefano Assormante, il presidente Francesco Alacqua, il vicepresidente Antonio Napoli e il team manager Stefano Oliva.

 

TERME VIGLIATORE: ADDIO SOGNI DI GLORIA…..
Perché..?..Perché a Terme Vigliatore il Calcio sta per morire…?
A Terme Vigliatore , il gioco più bello del mondo, sembra proprio che stia per morire… nell'indifferenza e nel disinteresse di tutti, addetti e non addetti.. sportivi e non sportivi…nessuno escluso..!!
Dopo aver assaporato e goduto, per moltissimi anni…i fasti e la gloria del passato,sembra proprio essere precipitata in una inevitabile e malinconica "agonia "…..
ORMAI…gli organici nella squadra, di tutti i settori..dai pulcini.. alla I° squadra sono ridotti ai minimi termini…molti sono i
" padri termesi" che preferiscono mandare i propri figli fuori…fin da piccolini…sottraendoli alla squadra locale.
Un fenomeno che va crescendo anno dopo anno, ormai diventata quasi una moda, continua e irrefrenabile…uno sfizio, un vanto, di cui molti di questi padri si vantano e ne godono, come se il fare giocare il proprio bambino " fuori" da Terme Vigliatore , sia un atto di grande responsabilità, un atto d'amore verso il proprio figlio, in quanto in questo modo gli si assicura una " brillante" carriera calcistica….
Ma indubbiamente non è così….e lo sanno tutti… anche Loro…
Quando in un ragazzino c'è la stoffa, del bravo calciatore, è la tecnica è innata si può diventare facilmente " campioni" anche giocando a Terme Vigliatore …..
Ma… non è solo il " tradimento " di tanti ragazzini termesi , a generare questa crisi profonda, c'è anche qualche abbandono della squadra, da parte di qualche " giocatore " cresciuto e formatosi, calcisticamente, nella squadra giallorossa , che illusoriamente va alla ricerca di avventure…. e chi sa…quali guadagni, ma ci sono anche Dirigenze..che vanno e vengono, Amministratori non sempre presenti, e a volte anche latitanti, Sostenitori..totalmente assenti, e poi la " crisi economica" devastante, che attanaglia tutti..in tutti settori. Ma soprattutto, non sembra esserci neanche tanta di quella volontà, di sedersi accanto ad un tavolo e " ragionare " : Perché.. ? A Terme Vigliatore il calcio sta per morire. ? Cosa possiamo fare.. affinché questo non avvenga.
SPERIAMO ANCORA…..che magari, all'ultimo minuto, come è successo tante volte, qualcuno si possa fare avanti ed assumersi insiemi ad altri l'onere di continuare…..
CITTADINI , SPORTIVI…E' ARRIVATO IL MOMENTO DI AGIRE….magari senza fare grande cose o passi più lunghi di quanto si possano fare….ma programmare con oculatezza un immediato futuro, magari iniziando.. proprio da quei settori giovanili, invogliare ancora di più e persuadere maggiormente i " genitori termesi" a fare giocare inizialmente i propri figli nel proprio paese, ad avere più coraggio e dare più spazio, in I° squadra, ai giovani, puntando, soprattutto, sulle risorse umane " locali "..magari facendogli capire a tutti…che i tempi sono cambiati…e che ormai non si può vivere di calcio….. ??