Non perdere...
Home / Calcio / Calcio: L’Asd Milazzo (ex Virtus), eredita un…“simbolo”. L’Academy investe sui giovani promettenti

Calcio: L’Asd Milazzo (ex Virtus), eredita un…“simbolo”. L’Academy investe sui giovani promettenti

Nel Calcio Milazzese, l’estate scorsa registrava l’euforia per la conquista della categoria superiore della Virtus Milazzo e dell’Academy, passate dalla Prima categoria al campionato di Promozione, dove entrambi, hanno concluso la loro nuova avventura con la salvezza. A distanza di tempo, i mesi caldi del 2019, verranno ricordati per altri avvenimenti. Per l'ex Virtus, il secondo cambio di denominazione; per l'Academy la svolta. Ripartirà dalla Prima categoria, rinunciando al campionato. Già l’incontro tra la squadra ed il nuovo tecnico, al Ciantro di Milazzo.
Partendo dall’ex Virtus, anno di fondazione il 2013, quando partecipa alla Terza Categoria della delegazione di Messina, seconda in classifica, poi promossa dopo i play-off contro la Duilia 81. Ora in Promozione, il club rossoblu, si è appena assicurato il logo storico della Società Sportiva Milazzo (nella foto). Solo il logo di una Ss Milazzo, rifondata nel  2006-2007, quando rileva il titolo del Real Messina, giungendo undicesima nel girone C di Promozione, per poi essere protagonista nelle stagioni sportive successive. Una splendida cavalcata, dalla Promozione alla Serie C. Poi il declino. La Ss Milazzo dei tanti trionfi, chiude la sua esistenza in Terza Categoria, stagione 2013/2014. Una curiosità, nel 2013/14, in Terza categoria, la Ss Milazzo, fu anche avversaria della Virtus Milazzo, perdendo entrambi gli incontri ( Milazzo – Virtus Milazzo 0-6, Virtus Milazzo-Milazzo 6-2), gare disputate il 26/01/14 e 04/05/14. La Ss Milazzo, in quel campionato, chiuse con solo tre punti nella classifica finale, sei punti di penalizzazione, risultando avanti al Pistunina (squadra riserve), poi ritirata. Nello stesso girone, oltre alla Virtus che vinse il campionato ai playoff, anche Duilia 81 e Arci Grazia Milazzo.
I campionati della Ss Milazzo dal 2007, al 2014.
2007-2008: 1° in Promozione girone B. Promosso
2008-2009: 1° in Eccellenza girone B
2009-2010: 1° in Serie D girone I. Promosso
2010-2011: 3° in II Divisione girone C
2011-2012:15°in II Divisione girone B
2012-2013:18°in II Divisione girone A. Retrocesso.
2013-2014: 11° in Terza Categoria girone A Figc di Messina
Per completezza, a Milazzo, nella stagione 2013-2014, nel mese di luglio 2013, il Sacro Cuore di Milazzo si chiamerà Citta di Milazzo. 3° in Promozione girone B. Perde la finale play-off contro lo Sporting di Taormina. L'anno successivo, nel luglio 2014, cambia denominazione, in S.S. Milazzo 1937. (Ripescato in Eccellenza)
2014-2015: 4° in Eccellenza girone B
2015-2016: 9° in Eccelenza girone B
2016-2017: 5°in Eccellenza girone B. Perde semifinale play-off contro l'Acireale
2017-2018: Rinuncia al Campionato di Eccellenza
2018-2019: Cambio di denominazione sociale da U.S.D Pistunina di Messina in A.S.D. 1937 MILAZZO. 5° in Eccellenza girone B. Perde semifinale Play-off contro lo Sport Club Palazzolo
2019-2020: in Eccellenza
Academy, inizia ufficialmente l’era Alizzi

Tanti ragazzi presenti al primo incontro con Mister Giuseppe Alizzi che ha già dato le prime linee guida alla squadra. 
Rispetto, disciplina, cultura del lavoro e zero scuse, ecco i primi ingredienti per forgiare il carattere di questi ragazzi che avranno, nella prossima stagione, la grande opportunità di giocare da protagonisti un campionato dilettantistico, potendo contare anche sull'aiuto di alcuni "veterani" che hanno già dato la propria disponibilità al Progetto Giovani fortemente voluto dal Presidente gitto e i suoi collaboratori.
Tutti presenti i ragazzi dell'Academy, già confermati in blocco dal Mister, ai quali si sono aggiunti altri ragazzi provenienti dal settore giovanile della Folgore e da comuni limitrofi.
Ottima occasione per Mister Alizzi per vederli tutti all'opera. Lo stesso a fine gara si è detto molto soddisfatto del punto in cui si trovano i ragazzi, delle loro qualità e soprattutto del loro potenziale, ma ovviamente questo è solo l'inizio, servirà grande spirito di sacrificio per allineare la squadra agli standard di categoria e togliersi molte soddisfazione. Intanto una cosa è certa, oggi si è compiuto il primo passo nella giusta direzione.