Non perdere...
Home / Calcio / Calcio: Fusione a Gangi, si riduce il girone B di Promozione. Il Terme Vigliatore strizza l’occhio agli ex C.d.M.

Calcio: Fusione a Gangi, si riduce il girone B di Promozione. Il Terme Vigliatore strizza l’occhio agli ex C.d.M.

Calcio estivo con tanti argomenti e continui colpi di scena, con fusioni, trasfererimenti di sede, forfait, campagna acquista e nuovi organigramma societari.
Fumata bianca a Gangi, dove si raggiunge l’obiettivo di unire, in un unica realtà, le tre società calcistiche locali, le due squadre di Promozione e quella che si occupa esclusivamente del calcio giovanile cittadino (Atletico Gangi). Nel panorama regionale della Promozione, inciderà l’accorpamento tra l’Asd Città di Gangi ed il Gangi Calcio, dando vita all’Asd Gangi. Il possibile girone B di Promozione, perde una squadra, scendendo ulteriormente di numero. A 16 società, prendendo per buone le notizie del possibile forfait della Stefanese. Situazione che incoraggia l'eventuale ripescaggio dell’Aquila Bafia di Prima categoria, ma anche di qualche altra società, come il Torregrotta, retrocesso dalla Promozione, al termine della stagione 2017/2018.
Sempre in tema di possibili ripescaggi, c’è da considerare quello del Terme Vigliatore che spera nell’Eccellenza e dell’Orsa Barcellona, il ritorno in Prima categoria, appena lasciata.
Il Terme Vigliatore che intende confermare gran parte del vecchio organico, per il potenziamento, sarebbe interessato ad alcuni elementi, già fuori “rosa” del Città di Messina”, promosso in Serie D.
Passando all’Orsa Barcellona, ma in particolare alla neonata società dell’Orsa Promosport, nata dalla fusione tra la formazione dell’oratorio salesiano e la Promosport, ha già scelto Giuseppe Monforte, quale allenatore della prima squadra e definito l’organigramma societario, nel quale figurano: Antonino Rando alla presidenza ed Antonino Rao vice-presidente. Salvatore Presti è invece il responsabile tecnico della formazione di calcio a 5 mentre Antonino Bucca è il responsabile del settore giovanile.
A Milazzo e San Filippo del Mela, l’argomento centrale è trovare l’intesa sull’utilizzo degli impianti, alla luce della presenza di nuove realtà calcistica. Nella città del Capo, e molto sentito l’adeguamento delle strutture esistenti.
A San Filippo del Mela, Davide Orlando, responsabile dell’Olivarella Calcio, nella prossima stagione in Terza Categoria, abbandonando il settore amatoriale degli Enti di promozione sportiva, in un post su Facebook ha scritto: “Oltre a noi dell'Olivarella Calcio che siamo la prima squadra del comune anche se giochiamo in 3a categoria, a San Filippo del Mela si accoda una nuova squadra che milita in categoria superiore. Fiduciosi di avere un rapporto di reciproco rispetto e collaborazione, auguriamo ai nuovi arrivati buon lavoro”.
A Milazzo, si avverte la necessità di avviare un confronto tra le società, allo scopo di regolamentare l’utilizzo degli impianti sportivi per le gare ufficiali, ma soprattutto della preparazione, visto che la situazione si annuncia peggiore della scorsa stagione. Arrivare a quella “pax”, per la verità mai esistita. Al Ciantro, nuove esigenze di allenamento avrà il settore giovanile (la juniores) dell’Asd Milazzo (ex Virtus), che contrariamente agli anni precedenti, avrà l’obbligo di partecipare al nuovo torneo.
Per il resto, dall’Asd Milazzo, viene smentita l’annunciata partecipazione alla Terza categoria.