Non perdere...
Home / Calcio / Calcio Eccellenza Sicilia: Intervista doppia ai fratelli Leo, milazzesi del Città di Messina. “E’ bello poter giocare insieme”.

Calcio Eccellenza Sicilia: Intervista doppia ai fratelli Leo, milazzesi del Città di Messina. “E’ bello poter giocare insieme”.

Calcio Eccellenza Sicilia: Intervista doppia ai fratelli Leo, milazzesi del Città di Messina. “E’ bello poter giocare insieme”.

 

Salvatore 94’, difensore. 

Nella sua bacheca: aver partecipato alla “Final Four” a Monza con la Berretti della SS Milazzo nel 2011,  Promozione in serie C con l’ACR Messina,  salvezza miracolosa in Serie D con l’Orlandina,  promozione in Eccellenza con Torregrotta e Città di Messina.

Davide 98’, esterno.

Nella sua bacheca: vittoria con la SS Milazzo della Coppa Giovanissimi Nazionali Società Professioniste a Chianciano nel 2011 e partecipazione alle finali Nazionali Allievi Società Professioniste con l’ACR Messina sempre a Chianciano nel 2014.

Dove inizia la vostra passione per il calcio ?

Salvatore: sin da piccolo sono stato a contatto con campi di calcio a vedere le partite e mi piaceva dare calci al pallone in casa. 
Davide: seguivo mio fratello agli allenamenti ed avevo sempre un pallone con me.

Che cosa vi accomuna nel calcio?
Salvatore: non abbiamo mai giocato contro in partite ufficiali. Ci accomuna lo spirito di sacrificio.
Davide: la serietà e la professionalità sia negli allenamanti come in partita.

Qual è il vostro sogno nel cassetto?

Salvatore: Raggiungere gli obiettivi che mi  sono posto.
Davide: ultimare gli studi per costruire il mio futuro.

Una cosa che non vi siete mai detti?

Salvatore: abbiamo un bel rapporto e quando abbiamo problemi ne parliamo sempre prima.
Davide: deve credere più in se stesso, ha qualità per giocare in serie superiori.

Che consiglio daresti a tuo fratello?

Salvatore: di fare sempre le cose con serietà e professionalità.
Davide: non saprei, visto che ne dà più lui a me, comunque continuare come ha sempre fatto dove ovunque è stato.

Come sei arrivato al Città di Messina?

Salvatore: per conciliare con gli studi mi sono offerto al Città di Messina con allora Mister Basile  e Direttore Cardullo che mi hanno dato sin da subito piena fiducia e che ancora ringrazio.
Davide: sono stato in ritiro con l’ACR Messina ma non c’è stata intesa con la Società,  ho invece accettato di buon cuore l’invito del Direttore Cardullo che mi sento di ringraziare.

Hai qualche rimpianto in campo calcistico?

Salvatore: no, anche se penso che con i compagni della squadra Beretti della SS Milazzo del 2011 potevamo avere molta più fortuna nel mondo calcistico.
Davide: no perché mi sento soddisfatto di quanto ho fatto e di quanto ho avuto.

A chi ti senti di ringraziare?
Salvatore:
ho avuto la fortuna di incontrare nel mio percorso calcistico sempre mister validi, molto seri e professionali; con Mister Peppe Spada, nel periodo della Beretti a Milazzo, grazie a lui, ho imparato le basi difensive; credo comunque di aver raggiunto la crescita e maturità calcistica con i mister Giannicola Giunta e Bellinvia.  Voglio comunque ringraziare le tante persone che ho conosciuto fin ora con cui ho condiviso momenti indimenticabili.
Davide: chi ha sempre creduto in me, in particolare Mister Cosimini.

Cosa ne pensi della situazione calcio a Milazzo?
Salvatore: fin quando non ci saranno società solide che riusciranno a programmare il futuro sarà difficile rivedere il calcio ad alti livelli a Milazzo, anche se sia la Virtus e l’Academy stanno ritentando la risalita che non è facile.  Davide: ho visto purtroppo fallire l’ultima SS Milazzo,  però senza una società stabile è un peccato per i giovani milazzesi vederli costretti a dover giocare fuori. 

Come vedi il Città di Messina?
Salvatore:
è una grande e seria società, noi calciatori siamo un grande Gruppo ed abbiamo un Mister davvero in gamba, abbiamo la tranquillità giusta per divertirci e fare bene.
Davide:  è una società esperta e ben organizzata, il Mister sta gestendo alla grande un favoloso gruppo.

Sei contento di:
Salvatore:
aver fatto parte di due grandi gruppi (Berretti Milazzo e Torregrotta)  con cui ho raggiunto ragguardevoli risultati  e di far parte oggi della grande famiglia del Città di Messina con cui sto avendo pregevoli soddisfazioni.
Davide: di essermi sempre divertito sin da piccolo nel giocare a calcio, di far parte oggi di un gruppo che con spirito di sacrificio sta sorprendendo tutti e di giocare nella squadra con mio fratello.