Non perdere...
Home / Calcio / Calcio Eccellenza Sicilia: Coppa Italia, gli accoppiamenti del primo turno

Calcio Eccellenza Sicilia: Coppa Italia, gli accoppiamenti del primo turno

Sedicesimi di finale di Coppa Italia di Eccellenza Sicilia
(Andata 01/09/19 ore 16:00 – Ritorno 08/09/18 ore 16:00)
Acicatena Calcio 1973 – Sporting Pedara
Alba Alcamo – Castellammare Calcio 94
Atletico Catania – Città di Scordia
Canicattì – Sancataldese
Carlentini – Real Siracusa
Cephaledium – C.U.S. Palermo
Città di Sant'Agata – 1937 Milazzo
Enna – Paternò
Giarre 1946 – Catania S.Pio X
Mazara – Dattilo Noir
Monreale – Parmonval
Olimpica Akragas – Pro Favara
Oratorio S.Ciro&Giorgio – Don Carlo Misilmeri
Santa Croce – Ragusa
Sport Club Palazzolo – Città di Rosolini
Sporting Vallone – Geraci
SVOLGIMENTO DELLA FASE REGIONALE
COPPA ITALIA ECCELLENZA – 54°  MEMORIAL GIANFRANCO PROVENZANO
Alla Coppa Italia Regionale partecipano d’ufficio le 32 squadre partecipanti al Campionato di Eccellenza della stagione sportiva 2019/2020
La Società vincente la Coppa Italia Regionale acquisisce il diritto a partecipare alla fase nazionale.
Sedicesimi – Ottavi –
Accoppiamenti – Gare di andata e ritorno ad eliminazione diretta
Risulterà qualificata (o vincente) la squadra che nei due incontri avrà ottenuto il maggior numero di reti nel corso delle due gare.
Qualora risultasse parità nelle reti segnate, sarà dichiarata vincente la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti in trasferta; verificandosi ulteriore parità, l'arbitro procederà a far eseguire i calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti.
Quarti di Finale – Semifinali 
Sorteggio
Per definire gli accoppiamenti e l’ordine di svolgimento delle gare dei quarti di finale e delle semifinali,  verrà effettuato un sorteggio, in seduta pubblica, presso gli Uffici del C.R. Sicilia.
Risulterà qualificata (o vincente) la squadra che nei due incontri avrà ottenuto il maggior numero di reti nel corso delle due gare.
Qualora risultasse parità nelle reti segnate, sarà dichiarata vincente la squadra che avrà segnato il maggior numero di reti in trasferta; verificandosi ulteriore parità, l'arbitro procederà a far eseguire i calci di rigore secondo le modalità previste dai vigenti regolamenti.
Gara di Finale
La gara FINALE si disputerà sul Campo “Carlotta Bordonaro” di Canicattì, con eventuali tempi supplementari e rigori.
La Presidenza si riserva di modificare il campo qualora dovesse risultare non idoneo.
CAMPI E ORARI
Gli orari delle gare sono quelli ufficiali stabiliti all'inizio della stagione del Consiglio Direttivo della Lega, fatto salvo di particolari richieste da parte delle Società per disputare gare in notturna.
ARBITRI
Gli arbitri, vengono designati dal C.R.A.
Per tutte le gare verranno designati assistenti arbitri ufficiali con criteri di vicinorietà.
REGOLAMENTO COPPA ITALIA DILETTANTI – C.U. N. 6 – L.N.D. – DEL 1 LUGLIO 2019
In allegato al presente C.U. si pubblica il Regolamento della Coppa Italia Dilettanti stagione sportiva 2019/2020.
ART. 1 – PARTECIPAZIONE DEI CALCIATORI
Alle gare di Coppa Italia possono partecipare tutti i calciatori regolarmente tesserati per le rispettive Società senza alcuna limitazione di impiego in relazione all'età massima.
Il C.R. Sicilia ha stabilito che per tutte le gare di Coppa Italia vige l’obbligo di impiego di  un calciatore nato dal  2000 e uno nato dal 2001.
L'inosservanza della predetta norma comporterà, per le Società inadempienti, la sanzione della perdita della gara ai sensi dell'art. 17 del Codice di Giustizia Sportiva.
ART. 2 – SOSTITUZIONE DEI CALCIATORI
Nel corso delle gare di Coppa Italia Eccellenza è consentita la sostituzione di CINQUE CALCIATORI secondo quanto previsto dall'art. 74 delle N.O.I.F. modificato con C.U. n. 45/A della F.I.G.C. del 4 Agosto 2017
ART. 3 – RECLAMI
ABBREVIAZIONE DEI  TERMINI  PROCEDURALI  DINANZI  AGLI  ORGANI  DI  GIUSTIZIA SPORTIVA  PER  LE  GARE  DELLE   FASI  REGIONALI  DI  COPPA  ITALIA,   DI  COPPA REGIONE  E  COPPA  PROVINCIA  ORGANIZZATE  DAI   COMITATI   REGIONALI   DELLA LEGA NAZIONALE  DILETTANTI  (stagione sportiva 2019/2020)Il Presidente Federalepreso atto della richiesta pervenuta dalla Lega Nazionale Dilettanti avente ad oggetto l'abbreviazione dei termini dei procedimenti dinanzi ai Giudici Sportivi Territoriali e alla Corte Sportiva di Appello a livello territoriale, relativi alle gare delle fasi regionali di Coppa Italia, Coppa Regione, e Coppa Provincia organizzate dai Comitati Regionali della LND (stagione sportiva 2019/2020);
ritenuto che i calendari delle gare sopra citate, impongono la necessità di un provvedimento che abbrevi i termini dei sopra richiamati procedimenti al fine di consentire la disputa delle gare delle fasi regionali sopra citate;
visto l’art.49, comma 12 del Codice di Giustizia Sportiva;
visti gli artt. di  cui al Titolo III, Capo I e Capo II, Sezione II del Codice di  Giustizia Sportiva;
visti, nello specifico, gli artt. 66, comma 1, lett. b), 67, 76, 77 e 78 del Codice di Giustizia Sportiva;
d e l i b e r a
di stabilire, per i procedimenti introdotti ai sensi degli art!. 66, comma 1, lett. b), 67, 76, 77 e 78 incardinati dalla data di pubblicazione del presente comunicato sino al termine  delle competizioni sopra citati, le seguenti abbreviazioni di termini:
per i procedimenti in prima istanza presso i Giudici Sportivi territoriali presso i Comitati Regionali instaurati su ricorso della parte interessata:
il termine entro cui deve esser preannunciato il ricorso è fissato alle ore 24:00 del giorno in cui si è svolta la gara;
il termine entro cui deve essere depositato il ricorso presso la segreteria del  Giudice Sportivo e trasmesso, ad opera del ricorrente, alla controparte è fissato alle ore 12:00 del giorno successivo a quello in cui si è svolta la gara;
il termine per presentare memorie e documenti per i procedimenti instaurati su ricorso di parte è ridotto al giorno prima della data fissata per la pronuncia.
il termine entro cui il Giudice è tenuto a pronunciarsi è fissato alle ore 18:00 del giorno in cui è stato depositato il ricorso. La decisione viene pubblicata entro lo stesso giorno in cui è stata adottata.
per i procedimenti di ultima istanza presso la Corte Sportiva di Appello a livello territoriale:
il termine per presentare il preannuncio di reclamo, unitamente al contributo e alla eventuale richiesta di copia dei documenti, è fissato alle ore 24:00 del giorno in cui è stata pubblicata la decisione;
il termine entro cui deve essere depositato il ricorso presso la segreteria della Corte Sportiva di Appello a livello territoriale e trasmesso, ad opera del ricorrente, alla controparte è fissato alle ore 24:00 del giorno successivo alla pubblicazione della decisione che si intende impugnare ovvero del giorno stesso della ricezione della copia dei documenti;
il termine entro cui la controparte può ottenere copia dei documenti, ove ne faccia richiesta, è fissato alle ore 12:00 del giorno successivo a quello in cui ha ricevuto la dichiarazione con la quale viene preannunciato il reclamo;
il termine entro cui il Presidente della Corte Sportiva di Appello a livello territoriale fissa l'udienza in camera di consiglio, è fissato a 2 giorni dal deposito del reclamo;
il termine entro cui deve tenersi l'udienza dinanzi alla Corte  Sportiva di Appello  a livello territoriale è fissato a 4 giorni dal deposito del reclamo;
il termine entro cui il reclamante e gli altri soggetti individuati dal Presidente della Corte Sportiva di Appello a livello territoriale, ai quali è stato comunicato il provvedimento di fissazione, possono fare pervenire memorie e documenti è fissato alle ore 12:00 del giorno precedente della data fissata per l'udienza;
al termine dell’udienza che definisce il giudizio viene pubblicato il dispositivo della decisione
Il deposito di ricorsi, del preannuncio di reclamo, del reclamo e controdeduzioni dovrà esser effettuato a mezzo pec o telefax, comunque, esser depositato presso la sede del Comitato Regionale nei termini sopra precisati.
Ove l'atto debba esser comunicato alla controparte, è onere del reclamante la trasmissione nei termini di cui sopra a mezzo telefax.
ART. 5 – RINUNCIA A GARE
Nel caso in cui una Società rinunci, per qualsiasi motivo, alla disputa o alla prosecuzione di una gara,  verranno applicate nei suoi confronti le sanzioni di cui all’art. 53 N.O.I.F. (gara persa per 0 – 3).
Inoltre la stessa Società verrà esclusa dal proseguimento della manifestazione e a suo carico saranno altresì applicate adeguate sanzioni pecuniarie.
Verranno, inoltre, escluse dal prosieguo del torneo le Società che utilizzano calciatori in posizione irregolare o che, comunque, si rendano responsabili di fatti in riferimento ai quali viene applicato nei loro confronti l’art. 17 del C.G.S.
Art. 6 – APPLICAZIONE REGOLAMENTI  FEDERALI
Per quanto non previsto dal presente Regolamento si fa espresso richiamo agli articoli delle Norme Organizzative Interne della F.I.G.C., del Codice di Giustizia Sportiva e dal Regolamento della L.N.D.-
Pubblicato in Palermo ed affisso all’albo del C.R. Sicilia il 9/8/2019