Non perdere...
Home / Calcio / Calcio a5, Under 21, girone Z: Tierre Sant’Isidoro, seconda sconfitta interna

Calcio a5, Under 21, girone Z: Tierre Sant’Isidoro, seconda sconfitta interna

I risultati delle ultime due giornate del campionato Under 21 di Calcio A5, girone Z, 18^ (sabato 9/2/2014) e 19^ (sabato 16 febbraio 2014). Continua a vincere la capolista Acireale, mentre perde in casa la squadra di Bagheria, tornata a giocare dopo una settimana di stop.
18^ giornata, 7^ di ritorno (9/2/2014):
Futsal Melito-Acireale 2-1
Augusta-Fata Morgana 9-5
Catanzaro Calcio a 5- Cataforio 3-3
Catania C5- Città di Villafranca 4-2
Sporting Peloro Messina- Kroton calcio a 5 1-5
Riposava: Sant’Isidoro Bagheria
19^ giornata, 8^ di ritorno (16/2/2014):
Kroton calcio a 5- Catanzaro Calcio a 5 6-6
Città di Villafranca- Augusta 2-8
Sant’Isidoro Bagheria – Futsal Melito 4-5
Acireale – Sporting Peloro Messina 6-0
Cataforio – Catania C5 4-3
Riposava: Fata Morgana
Classifica: Acireale 45, Augusta (-3) 39, Sant’Isidoro Bagheria 33, Futsal Melito 32, Catania C5 29, Cataforio 28,
Fata Morgana 27, Kroton calcio a 5 16, Città di Villafranca 13, Catanzaro Calcio a 5 9, Sporting Peloro Messina 6.
Prossimo turno, 20^ giornata, 9^ di ritorno (23/2/2014):
Catanzaro Calcio a 5- Acireale
Augusta-Cataforio
Fata Morgana- Città di Villafranca
Catania C5- Kroton calcio a 5
Sporting Peloro Messina- Sant’Isidoro Bagheria
Riposa: Futsal Melito
^^^^Tierre Sant’Isidoro sprecone, il Futsal Melito espugna Bagheria
Seconda, bruciante, sconfitta stagionale casalinga per la formazione Under 21 del Tierre Sant’Isidoro di mister Gaetano Conti Guglia. A portarsi l’intera posta in palio sono stati i calabresi del Futsal Melito, arrivati in Sicilia con appena 7 effettivi ma con la giusta grinta e determinazione per mettere in difficoltà i padroni di casa fino alla fine del match.
Privo degli squalificati Scianna, Gullo e Maggio e dell’infortunato Puleo, mister Conti Guglia dà spazio sin dal primo minuto a Luparello in porta, Chiello centrale difensivo, Di Salvo e Castronovo esterni e Cannata pivot.
A comandare il gioco sono i padroni di casa, determinati a mettere sin da subito la partita in discesa. La prima occasione capita sui piedi del pimpante Cannata, classe ’96 tutto classe e imprevidibilità. Una sua giocata di suola elude l’intervento del difensore avversario, ma il tiro di punta sbatte nel palo e va sul fondo. I padroni di casa rischiano poco, eccezion fatta per una ripartenza dei calabresi, sfortunati a cogliere il palo dalla distanza. I biancorossi non riescono a sbloccare l’incontro, fin quando Di Salvo semina il panico sulla destra servendo al centro lo smarcato Cannata: piatto destro e rete del vantaggio al 7′ minuto di gioco. Il Tierre Sant’Isidoro continua a macinare gioco e creare occasioni, ma il portiere ospite chiude tutti i varchi. All’undicesimo minuto, ecco il gol del pareggio: tiro di punta dagli 11 metri che Luparello non controlla. 1-1. Il Futsal Melito si rintana nella propria metà campo, difendendosi dagli attacchi continui dei padroni di casa, incapaci di trovare la via del gol. Bisogna attendere il 16′ minuto per vedere esultare i bagheresi: assisti ancora di Di Salvo dalla destra e tap-in di Mignosi. Gli ospiti accusano il colpo e Pisciotta li castiga: contropiede orchestrato alla perfezione, assist al bacio per Castronovo e 3-1. Siamo al 18′. Passa un minuto e il punteggio continua ad allargarsi. Cannata conclude di prima intenzione ma il portiere è bravo a parare: il pallone si impenna ed il caparbio Cannata di testa anticipa tutti depositando a porta sguarnita. 4-1. Manca meno di un minuto alla fine del primo tempo ma gli ospiti trovano ancora il tempo per accorciare le distanze. Tiro della domenica da posizione impossibile con il pallone che coglie il palo ed entra in rete. 4-2 e fine della prima frazione. Questa rete, con ogni probabilità, risulterà decisiva ai fini del match, visto che offre ancora speranza ai pochi ma buoni calabresi.
Nella ripresa il Tierre Sant’Isidoro decide di adottare una tattica attendista e meno propositiva, cercando di mantenere il possesso del pallone e rischiare il meno possibile. Tra i pali, intanto, avvicendamento tra Luparello e Lo Piparo. Nei primi minuti i padroni di casa non soffrono gli avversari, anzi. In contropiede sono tante le occasioni capitate agli avanti bagheresi, poco concreti sotto porta diversamente dalla seconda parte della prima frazione. Il cronometro scorre e tutto sembra andare a vantaggio dei bagheresi. Siamo al 12′ minuto, però, quando il Futsal Melito trova il gol sugli sviluppi di calcio da fermo. La rete del 4-3 getta nello sconforto i padroni di casa, improvvisamente a corto di idee, energie e determinazione. Passano altri 2 minuti e il Futsal Melito pareggia, approfittando di un errato disimpegno. Sul 4-4 il Tierre Sant’Isidoro si scuote e potrebbe capitalizzare almeno 3 nitide palle gol capitate sui piedi di Pisciotta, Di Salvo e Castronovo. La porta del Melito appare stregata e gli uomini di Conti Guglia non riescono e passare nuovamente in vantaggio. A poco più di un minuto dalla fine, la beffa. Passaggio sbagliato da parte di Di Salvo che serve involontariamente il proprio avversario. In due contro il solo Lo Piparo non sbagliano. Rete del 4-5 che taglia di netto le gambe ai padroni di casa. Neanche la tattica del portiere in movimento riesce a dare i suoi frutti. Sconfitta che brucia e che, con ogni probabilità, allontana definitivamente il sogno di arrivare al secondo posto, adesso occupato dall’Augusta.
Resta ancora un campionato da incorniciare per questa Under 21, al primo anno in questa categoria, senza nessuna esperienza nazionale. I margini di crescita sono enormi, e da questa sconfitta i ragazzi di Conti Guglia potranno capire gli errori commessi cercando di non ripeterli nelle occasioni future.
Prossimo appuntamento domenica 23 febbraio, a Messina, contro il Peloro.
Addetto stampa Tierre Sant’Isidoro
Salvatore Orifici