Non perdere...
Home / Calcio / Calcio A5, Serie B, girone F: I risultati della seconda giornata

Calcio A5, Serie B, girone F: I risultati della seconda giornata

Serie B, girone F, i  risultati della seconda giornata sabato 12/10/2013. Al PalaRescifina di Messina, secondo successo stagionale per il Città di Villafranca, supera 8-0 la Kroton Calcio A5. Nello stesso girone, perde in trasferta Sant’Isidoro Bagheria, battuto 7-3 dal Catanzaro. Nell’Under 21, successo dei bagheresi del Tierre Sant’Isidoro, prossimi avversari del Villafranca, sui calabresi del Fata Morgana
Serie B, girone F: I risultati della seconda giornata:
Atl. Catanzaro S. Gallo 79- Sant’Isidoro Bagheria 7-3
Atletico Belvedere – Azzurri Conversano 5-2
Calcio A5 Fata Morgana – Virtus Rutignano 3-6
C5G. Putignano – Mirto Calcio A5 6-3
Città di Villafranca – Kroton Calcio A5 8-0
Sammichele – Futsal Melito 5-1
Classifica: Catanzaro Calcio a 5 6, Atletico Belvedere 6, Città di Villafranca 6, Sammichele 4, Mobili Madeo Mirto 3, Virtus Rutigliano 3, CSG Putignano 3, Azzurri Conversano 3, Sant’Isidoro 1, Kroton calcio a 5 0, Fata Morgana 0, Futsal Melito 0.
Prossimo turno , 3° giornata, sabato 19/10/2013:
Catanzaro Calcio a 5 -Sammichele
Azzurri Conversano-Fata Morgana
Futsal Melito-CSG Putignano
Mobili Madeo Mirto-Città di Villafranca
Sant’Isidoro- Atletico Belvedere
Virtus Rutigliano-Kroton calcio a 5
SERIE B: AL TIERRE SANT”SIDORO VENGONO I 5 MINUTI, IL CATANZARO NE APPROFITTA
A volte, ritornano. Porta davvero male la seconda giornata di campionato al Sant’Isidoro di mister Carmelo Tripoli. La scorsa stagione, infatti, in serie C1, i bagheresi erano si erano resi protagonisti di una netta e umiliante sconfitta in quel di Catania contro l’Mem futsal, alla fine vincente 8 a 1. Stesso scenario si è ripetuto ieri, in altra località, di un’altra regione e, soprattutto, in un’altra categoria. Nella ridente cittadina di Catanzaro, infatti, il Tierre Sant’Isidoro era chiamato ad una conferma tecnico-tattica della sfortunata partita giocata giocato all’esordio contro il Sammichele. Mister Tripoli per l’occasione ha potuto contare su gente come Speciale, Puleo e Fricano, rinunciando agli indisponibili Tripoli, Sorci, Montimoregi, Tony Di Salvo e D’Antoni. Pronti-via e il Sant’Isidoro passa in vantaggio grazie a Enzo Di Salvo, bravo a bucare il portiere ospite direttamente da calcio piazzato. Approccio positivo da parte degli ospiti, che tuttavia pochi minuti dopo devono subire la rete del pareggio. I biancorossi non demordono e ci pensa Speciale e riportare in vantaggio i suoi sfruttando alla perfezione un’azione da solista di Puleo. La squadra di Tripoli gioca bene ma risulta un po’ troppo fallosa. I padroni di casa hanno subito la la possibilità di riportarsi in parità dal dal dischetto del tiro libero per un fallo fischiato dal duo arbitrale che scatena le proteste dei siciliani. E’ il punto del 2-2, fatale ai fini del match. Mentalmente gli ospiti escono dall’incontro, regalando letteralmente spazio e reti agli avversari. Mancavano 6 minuti alla fine del primo tempo quando il Catanzaro ha pareggiato, abbastanza per siglare ben 4 reti e portarsi all’intervallo lungo in vantaggio addirittura per 6 a 2. Assoluto black-out mentale degli ospiti. Tanti errori sia di squadra che individuali, inspiegabili e incredibili sopratutto dopo aver visto i primo 15 minuti di partita, assolutamente equilibrata. Al rientro in campo è il Sant’Isidoro a gestire il pallino del gioco, attaccando a spron battuto senza successo. L’unico in grado di bucare la porta avversaria è Pisciotta per il punto del 6- 3 che a poco vale visto che i padroni di casa continuano a difendersi con ordine anche in inferiorità numerica. Nel finale, altra rete in contropiede, quella del 7-3 che chiude le ostilità. Mister Tripoli dovrà analizzare questa sconfitta soprattutto sul piano psicologico e riportare i propri uomini sulla retta via. Lo scorso anno, dopo la sonora sconfitta alla seconda giormata contro l’Mem, arrivò un filotto di ben 11 vittorie consecutive. Ma questa non è la C1, è un’altra categoria che non ti concede nulla e ti punisce alla prima disattenzione. Non ti permette neanche 5 minuti di calo d’intensità perché quelli potrebbero essere fatali ai fini dell’esito del mathc. Prossimo appuntamento sabato 19 ottobre, alle ore 16 al palasport “Carlo Alberto dalla Chiesa”, ex Palagiglio, di Bagheria, contro l Atletico Belvedere, squadra designata da tutti come la favorita a vincere questo campionato. Una sfida ancora più ardua per i bagheresi, abituati a lottare contro tutto e tutti, a non mollare mai e a dare il meglio nelle situazioni più intricate. Siamo convinti sarà cosi già a partire dal prossimo impegno. Perché a volte, ritornano.
Comunicato dell’Addetto stampa – Salvatore Orifici
Under 21: Sapienza S’Fata’ Morgana. Remuntada e prima vittoria in campionato
sapienzaDebutto casalingo vincente per l’Under 21 di mister Gaetano Conti Guglia. Una vittoria storica in quanto la prima della stagione per la società Tierre Sant’Isidoro e prima assoluta in una categoria nazionale, visto che la prima squadra non è ancora riuscita a portare a casa l’intera posta in palio nelle prime 2 gare disputate.
Dopo la bruciante sconfitta esterna contro l’Augusta, i ragazzi bagheresi erano chiamati al riscatto. Ed erano chiamati a farlo in casa, dinanzi al loro pubblico, per la prima volta presente per assistere i giovani biancorossi. Gli avversari erano i calabresi del Fata Morgana, società-istituzione del calcio a 5 nazionale. Gara molto complicata visto che molti dei componenti dell’Under 21 ospite giocano stabilmente nella prima squadra, in serie B. L’inizio dei padroni di casa non è dei migliori. Gli ospiti entrano meglio in campo, indovinando il giusto approccio e approfittando dell’immobilità casalinga. Oliva trascina i suoi ricamando ottime trame offensive e chiudendo i varchi in difesa. È proprio lui a sbloccare il match sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Passano pochi minuti e il Fata Morgana si porta sullo 0-2. Doccia fredda per i ragazzi di Conti Guglia, che non  riescono ad imbastire pericolose azioni offensive. Quasi a sorpresa Sapienza ( nella foto) si inventa un tiro dalla distanza che supera il portiere avversario. La partita si riapre per pochi secondi, perché il solito Oliva ristabilisce le distanze portando i suoi sopra 3 a 1. I padroni di casa attaccano ma sotto porta sprecano occasioni su occasioni, clamorosa quella di Scianna a porta sguarnita. il Fata Morgana si difende e parte in contropiede, colpendo a pochi minuti dalla fine. E’ 4 a 1. La partita del Tierre Sant’Isidoro ha uno scossone a 4 minuti dalla fine con l’ingresso in campo di Audia, bravo a seminare il panico nella difesa avversaria, prendersi responsabilità e subire due preziosi falli che portano i biancorossi al tiro libero. Gullo si incarica della battuta e centra in pieno la traversa. Il laterale bagherese si rifà poco dopo, trovando l’angolino destro della porta calciando con il mancino ad incrociare. E’ l’epilogo della prima frazione, con il Sant’Isidoro sotto 2 a 4. Nello spogliatoio mister Conti Guglia si fa sentire e i ragazzi recepiscono il messaggio. Scianna cancella l’errore del primo tempo con la rete del 3 a 4, mentre è Sapienza a bucare i calabresi per il punto del 4 pari. Il palazzetto in delirio, il pubblico si scalda e si diverte. Durante un’azione del Fata Morgana, l’ottimo Audia marca stretto il 10 ospite, La Cava, quando quest’ultimo reagisce ad una trattenuta di maglia con un pugno. La scena è lontana dal luogo dove  svolge il gioco,  tanto che contemporaneamente il Sant’Isidoro ruba palla e sigla l’incredibile rete del sorpasso. L’arbitro convalida il gol ed espelle sia Audia che La Cava tra le proteste generali dei padroni di casa, in inferiorità senza aver commesso nessuna scorrettezza. Si gioca 3 contro 3 e gli ospiti mettono il portiere in movimento. La tattica frutta, visto che con un tiro di punta segnano la rete del 5 a 5. Adesso sono i padroni di casa ad essere in vantaggio numerico, subito sfruttato da un incontenibile Sapienza, assistito alla perfezione da Scianna. 6 a 5. Mancano 6 interminabili minuti che il Sant’Isidoro trascorre sulla propria metà  campo difendendo in inferiorità numerica dalla tattica del portiere avanti. La difesa tiene, il finale è un trionfo. 6 a 5, dopo essere stati sotto 4 a 1. Rimonta epica, riuscita grazie alla determinazione, al lavoro e alla grinta che i ragazzi hanno messo in campo nel secondo tempo.
Prossimo match in programma domenica 20 ottobre, in trasferta contro il Città di Villafranca.
Comunicato dell’Addetto stampa, Salvatore Orifici