Non perdere...
Home / Calcio / Calcio a5 Maschile, Under 21, girone Z: 13 ^ giornata, Sant’Isidoro Bagheria perde in trasferta

Calcio a5 Maschile, Under 21, girone Z: 13 ^ giornata, Sant’Isidoro Bagheria perde in trasferta

TierreUnder 21, girone Z: 13 ^ giornata, domenica 5/1/2014. La sconfitta del Sant’Isidoro Bagheria, seconda in classifica, permette alla capolista Acireale di incrementare il vantaggio sui bagheresi, nel prossimo turno impegnati in casa  contro il Città di Villafranca, gara in programma domenica 12, ore 11:00, al Palazzetto dello Sport “Palasampognaro” di Ficarazzi (Palermo).
I risultati della 13^ giornata (domenica 05/1/2014):
Città di Villafranca- Acireale 3-13
Augusta – Futsal Melito 6-3
Catania C5- Sporting Peloro Messina 7-2
Cataforio – Kroton calcio a 5 8-5
Fata Morgana- Sant’Isidoro Bagheria 7-4
Riposava: Catanzaro Calcio a 5
Classifica: Acireale 33, Sant’Isidoro Bagheria 27, Augusta (-3) 24, Futsal Melito 20, Catania C5 20, Fata Morgana 18, Cataforio 15, Kroton calcio a 5 12, Città di Villafranca 9, Sporting Peloro Messina 6, Catanzaro Calcio a 5 6.
Prossimo turno, 14^ giornata (12/1/2014)
Sporting Peloro Messina- Augusta
Futsal Melito-Fata Morgana
Acireale- Cataforio
Sant’Isidoro Bagheria- Città di Villafranca
Catanzaro Calcio a 5 – Catania C5
Riposa: Kroton calcio a 5
Under 21: passo falso del Tierre Sant’Isidoro, l’Acireale si allontana
Non è iniziato sotto i migliori auspici questo nuovo anno per la formazione Under 21 del Tierre Sant’Isidoro. I ragazzi di mister Conti Guglia, protagonisti fin qui di un campionato al di sopra di ogni aspettativa, hanno meritatamente perso contro i pari età del Fata Morgana, in classifica 12 punti sotto i bagheresi alla vigilia del match.
La partita si è decisa nella prima frazione di gioco. Il Tierre Sant’Isidoro non ha praticamente messo piede in campo e il Fata Morgana ha fatto ciò che voleva nel rettangolo di gioco del “Palabotteghelle”. Il gol dei padroni di casa arriva dopo appena 2 minuti dal fischio d’inizio del direttore di gara ed è seguito a ruota da quello del raddoppio. Gli ospiti sembrano disorientati in campo. In attacco la mira è imprecisa mentre in difesa i disimpegni sono quasi sempre sbagliati. L’innesto di Puleo dà un po’ di brio alla manovra dei bagheresi che, tuttavia, non riescono quasi mai ad impensierire l’estremo difensore di casa. Il Fata Morgana si chiude bene e riparte con determinazione in contropiede, mettendo a segno la rete del 3-0. Il primo sussulto offensivo per gli ospiti arriva dopo 10 minuti di gioco grazie a capitan Chiello, bravo a trovare la porta dalla distanza: il suo tiro incoccia il palo ed esce fuori. Capovolgimento di fronte e rete dei padroni di casa, adesso avanti 4-0. Un primo tempo letteramente da cancellare, costellato da innumerevoli errori difensivi. Anche in attacco il Tierre Sant’Isidoro sbaglia parecchio, prima con Puleo e poi con Mignosi, il migliore dei suoi. Non sbaglia affatto, invece, il Fata Morgana: tiro dalla distanza e Maggio sorpreso, per il 5-0 che chiude la prima frazione.
Nello spogliatoio mister Conti Guglia si fa sentire. I ragazzi sembrano percepire il messaggio dell’allenatore termitano che rivoluziona il quintetto iniziale dando fiducia a Luparello tra i pali, Chiello, Puleo, Scianna e Mignosi. La partita adesso la fanno gli ospiti, con i padroni di casa attenti soprattutto alla fase difensiva e a colpire eventualmente in contropiede. Al 2′ minuto di gioco arriva la rete del Tierre Sant’Isidoro con Scianna, bravo a raccogliere un assist al bacio di Mignosi. E’ il 5-1. Ritmi alti, Puleo ci prova da fuori senza fortuna. Dall’altro lato Luparello deve ricorrere agli straordinari evitando il gol in almeno un paio di occasioni. Mignosi è una furia. Gullo prova ad imitarlo con un tiro da fuori area indirizzato all’angolino basso: miracolo del portiere di casa e punteggio che resta invariato. Al 7′ minuto Mignosi decide di fare tutto da solo: azione ubriacante sulla fascia conclusa con tunnel al portiere e gol del 5-2. La partita sembra quasi riaperta e Gullo avrebbe l’opportunità di andare in gol su assist del solito Mignosi: tiro alto di poco. Cannata e Di Salvo cercano di bucare la difesa di casa ma il portiere del Fata Morgana è in giornata e chiude ogni spiraglio. A 7 minuti dalla fine, la pressione del Tierre Sant’Isidoro diventa vana: contropiede del Fata Morgana e gol del 6-2. Puleo sbaglia da ultimo perdendo il pallone: gli avversari non perdonano e gol del 7-2. Gli ultimi minuti servono per rendere meno amara una sconfitta già annunciata. Scianna trasforma in gol un assist di Puleo per la rete del 7-3, mentre è lo stesso Puleo a chiudere l’incontro con la realizzazione del 7-4. Prossimo appuntamento domenica prossima alle ore 11, contro il Città di Villafranca.
Addetto stampa Sant’Isidoro Bagheria, Salvatore Orifici
Calcio A5, Serie B, girone F, sosta del campionato: Il Tierre Sant’Isidoro prende parte ad un triangolare
Serie B: Il Tierre Sant’Isidoro inaugura al meglio il 2014. Tripoli: “Daremo del filo da torcere a tutti”.
Si apre al meglio il 2014 per il Tierre Sant’Isidoro di mister Carmelo Tripoli. Invitati a partecipare ad un triangolare con il CUS Palermo e la nazionale italiana sordomuti, i biancorossi hanno dato dimostrazione di essere già in ottima forma in vista della ripresa del campionato nazionale di serie B, in programma sabato 11 gennaio.
La formazione bagherese ha esordito contro i palermitani di mister Mangano, in piena lotta per il vertice nel campionato di serie D. Dopo un inizio in sordina, i ragazzi di Tripoli sbloccano l’incontro grazie a Cottone. Gli avversari non demordono e vanno vicini al gol in almeno due occasioni: nella prima Centineo salva sulla linea, mentre nella seconda è bravo Lo Piparo a deviare in angolo. E’ il preludio al gol del CUS, arrivato meritatamente a metà incontro. Appena un minuto dopo il Sant’Isidoro ha la possibilità di riportarsi in vantaggio grazie ad un calcio di punizione guadagnato da Tony Di Salvo: alla battuta si presenta Cascino che non sbaglia. E’ il 2-1. Il CUS si scopre alla ricerca del pareggio e i biancorossi ne approfittano. Cascino sigla la rete del 3-1 prima del definitivo 4-1 di Pisciotta in seguito ad un palo incocciato da Puleo.
Nel secondo incontro i palermitani perdono 3-1 contro la nazionale italiana sordomuti che, quindi, si giocheranno il torneo nella partita finale contro il Tierre Sant’Isidoro.
La partita è molto equilibrata sin dalle prime battute. A rompere il ghiaccio ci pensa il solito Cascino, bravo a sfruttare al meglio un assist di Centineo partito in contropiede. Gli avversari reagiscono ma non fanno male ai bagheresi, anzi: Enzo Di Salvo ha l’opportunità di arrotondare il punteggio ma manda la sfera di poco al lato. Scianna neutralizza le conclusioni della nazionale sordomuti prima di dar spazio a Lo Piparo che nulla può al 20′ minuto. Bella l’azione che porta gli avversari del Tierre Sant’Isidoro al gol del momentaneo pareggio. La partita si gioca a viso aperto ed entrambe le formazioni vogliono portare a casa il risultato. A decidere l’incontro è Omar Chiello, capitano della formazione Under 21 del Tierre Sant’Isidoro e spesso aggregato in prima squadra. E’ il suo sinistro a risultare decisivo ai fini del triangolare. Puleo, Cottone e Di Salvo avrebbero il pallone giusto per incrementare il vantaggio ma non ci riescono. Finisce così, 2-1 e Tierre Sant’Isidoro vincitore del torneo.
Le parole a fine partita di mister Tripoli, che fa un bilancio della stagione in corso:
Mister, cosa porti a casa di positivo da questo triangolare e cosa porti di negativo?
“Queste partite ci servono per mettere minuti nelle gambe e ritrovare il ritmo partita dopo due settimane di pausa. Ho cercato di dare a tutti i componenti lo stesso minutaggio per far sì di avere tutti pronti tra 7 giorni. Mi è piaciuta la voglia dei ragazzi di portare a casa il risultato anche se, obiettivamente, hanno risentito il duro lavoro svolto in queste due settimane.”
Qual è il tuo bilancio di questa prima fase di campionato appena conclusa e con quale spirito affronterai il girone di ritorno della serie B
Il bilancio non può che essere positivo in quanto siamo in una posizione di classifica abbastanza tranquilla e per quanto conquistato sul campo saremmo addirittura a ridosso della zona play-off.”
L’obiettivo del Tierre Sant’Isidoro resta la salvezza oppure è cambiato qualcosa visto che la tua squadra in questo girone di andata se l’è giocata con tutti alla pari?
Il nostro obiettivo primario era e resta la salvezza perché siamo una neopromossa e dobbiamo fare i conti con le nostre esigue disponibilità economiche. Ma sia io che i ragazzi vogliamo continuaee a dar del filo da torcere a tutte le squadre provando a fare più punti possibile. Non dimentichiamo che solo tre squadre sono state capaci di battere sul campo questo Sant’Isidoro. E guarda caso sono le prime tre della classifica generale.”
Addetto stampa Tierre Sant’Isidoro, Salvatore Orifici