Non perdere...
Home / Calcio / Calcio a 5, Serie B: Prima giornata, Sant’Isidoro Bagheria- Sammichele 1-1

Calcio a 5, Serie B: Prima giornata, Sant’Isidoro Bagheria- Sammichele 1-1

cascinoSconfitta in trasferta per l’Under 21.
Sabato 5 ottobre 2013, Serie B, girone F:
Sant’Isidoro Bagheria- Sammichele Bari 1-1 . Esordio assoluto per i bagheresi nella categoria nazionale. Una partita che la squadra di mister Carmelo Tripoli, privo degli squalificati Fricano, Speciale e Puleo e dei convalescenti Scianna e capitan Tripoli, ha ben giocato e per larghissimi tratti dominato. A fine incontro sono 6 i legni colpiti dai padroni di casa, 5 pali e una traversa. Il premio oscar della sfortuna va a Enzo Di Salvo, capace di colpire per ben 3 volte il montante. Dietro di lui si piazza Denis Di Maio, fermo a quota 2 pali. Terzo Nino Cascino, per lui una “sola” traversa. Eppure il match era cominciato sotto i migliori auspici.
A seguire i biancorossi erano presenti oltre 300 tra tifosi e appassionati del futsal, positivamente colpiti dalla gara che il Tierre Sant’Isidoro ha giocato e per il bel gioco proposto dal primo all’ultimo minuto di gioco. A sbloccare le ostilità ci aveva pensato il buon Aurelio D’Antoni, liberato in mezzo all’area da un assist geniale dell’ottimo Centineo. Il vantaggio non dura per molto, visto che i pugliesi hanno la forza di reagire e colpire appena un minuto dopo con il loro capitano, D’Aprile, che di testa appoggia in rete un cross teso proveniente dalla sinistra. Da quel momento in poi è il Tierre Sant’Isidoro a gestire il pallino del gioco lasciando agli ospiti qualche soltanto qualche ripartenza che l’attento Sorci non ha avuto difficoltà a sbrogliare. Un punto che sta stretto, ma pur sempre un punto. Adesso via alla prima trasferta stagionale in quel di Catanzaro contro il Catanzaro Calcio a 5 che all’esordio ha vinto 2-0 in trasferta contro il Kroton C5.
Under 21: Si è giocata in trasferta, invece, la prima gara per l’Under 21 del Tierre Sant’Isidoro, impegnata nel campo dell’Augusta. Avversario sulla carta proibitivo, visto che della formazione Under 21 facevano parte calciatori che stabilmente giocano con la prima squadra, in serie A2. Parliamo di calciatori spagnoli e brasiliani ai quali basta poco per decidere l’esito di un incontro. A questo, inoltre, vanno aggiunte le defezioni per mister Gaetano Conti Guglia, partita da Bagheria con soli 10 elementi per le assenze forzate dei suoi uomini migliori: Audia e Guido Di Salvo sono rimasti a casa per problemi legati al lavoro, Puleo e Pisciotta per problemi di natura fisica. Eppure i bagheresi non hanno mai avuto paura, anzi. E’ stato bravo mister Conti Guglia a far capire ai suoi ragazzi che avere il pronostico a sfavore, a volte, può essere un vantaggio. Importante sarà agire sul fattore sorpresa. Fattore che ai biancorossi è sfuggito per soli 2 secondi. A passare in vantaggio sono proprio gli ospiti grazie a Gullo, bravo a concludere in rete una trama offensiva appositamente studiata in allenamento. Il pareggio dei padroni di casa è quasi immediato, salvo poi nuovamente passare in svantaggio grazie al “solito” Sapienza. Si va all’intervallo con il Tierre Sant’Isidoro in vantaggio 2-1 e con qualche recriminazione dovuta ad errori sotto porta che potevano ampliare il divario tra le due squadre. Ad inizio secondo tempo i padroni di casa pareggiano il conto e passano addirittura in vantaggio, 3-2. E’ capitan Chiello a ristabilire ancora una volta le distanze dal dischetto del tiro libero. Sul 3-3, a 5 minuti dalla fine, l’Augusta decide di adottare la tattica del portiere in movimento. Per 4 minuti e 22 secondi i bagheresi difendono da manuale, ma quando per il cronometro mancano 38 secondi alla fine del match, arriva la rete dei nero-verdi. E’ un 4-3 che, tuttavia, non abbatte i ragazzi di Conti Guglia, bravi a riversarsi nella metà-campo avversaria alla ricerca del gol del pareggio. Arriva un fallo che fa bloccare il tabellone del cronometro a 2 secondi dalla fine delle ostilità. Tiro libero. Si incarica della battuta ancora Chiello. Stesso tiro, stesso angolo. Il portiere intuisce e sventa la minaccia. Non c’è più tempo, finisce così. Calciatori e dirigenti dell’Augusta non perdono tempo a complimentarsi con mister Conti Guglia per l’ottima prestazione. “I complimenti fanno piacere, ma non portano punti”, è il laconico commento dell’allenatore biancorosso, amareggiato non tanto per la sconfitta in sé ma per come è maturata. Fare 0 punti ad Augusta ci poteva e doveva stare, ma non dopo una partita giocata così. Fortunatamente il campionato è ancora lungo, sia per l’Under 21 che per la prima squadra. Prossimo match in casa contro il Fata Morgana, che in casa ha perso 6-4 contro l’Acireale.
Addetto stampa
Salvatore Orifici