Non perdere...
Home / Calcio / Calcio 1^ Categoria D Sicilia: Venetico e Fc Milazzo, pareggio 0-0 nell’esordio in Campionato

Calcio 1^ Categoria D Sicilia: Venetico e Fc Milazzo, pareggio 0-0 nell’esordio in Campionato

VENETICO – FOLGORE 0 – 0
VENETICO: Oteri, Bruno, La Macchia, Iorio, Mandanici, Cambria, Parisi, Bitto, Lo Monaco(st 27’Bertè), Aloe, Mangano A.(st16’ La Spada). All. Mangano F.
FOLGORE: De Luca, Mondello, Formica, Cama, Caragliano, Di Bella, Cangemi, La Macchia, Impalà(st 43’ Patanè), Dama(st 12’Salmeri), Njie. All. Cambria.
Arbitro: D’Amico (Messina)
Si chiude sullo zero a zero l’incontro d’esordio al comunale di Venetico tra i locali e la Folgore di Milazzo, complesso ottimamente strutturato e  sostenuto da un nutrito gruppo di tifosi nell’intento di replicare al più presto le gesta del “vecchio” Milazzo. Il Venetico invece, all’esordio assoluto in prima categoria, vuole disputare un campionato dignitoso, magari centrando i play-off. I due complessi  si  sono alla fine equivalsi un po’ in tutto, nel giuoco, nelle occasioni e nella struttura . Ad entrambe, ad esempio, manca uno stoccatore ed è difficile finalizzare  mentre anche i moduli dettati dai tecnici si somigliano. Nella gara odierna poche occasioni, una per parte( un tiro pericoloso dalla distanza di Impalà – ottima la risposta di Oteri – per gli ospiti ed una velenosa punizione a giro di sinistro calciata da Parisi (nella foto)- ad opporsi è stato il palo alla sinistra di De Luca – per il Venetico –  per cui era lecito aspettarsi il pareggio a reti bianche finale. Le squadre comunque si sono dimostrate di buona qualità e potranno recitare un ruolo di primissimo piano in un torneo che si preannuncia difficile con insidie in ogni partita. Mister Mangano ha schierato anche l’ultimo arrivato, Carmelo Aloe, ex Spadaforese, ma deve ancora aspettare il transfert di Puiu che potrebbe risolvere i problemi in zona d’attacco essendo più propenso ad attaccare gli spazi nell’area avversaria. Tutti hanno sfoggiato grinta e voglia di far bene con Iorio in cabina di regia col fido Bitto a sorreggerlo. Dietro la difesa ha messo praticamente la museruola all’attacco avversario sotto la direzione di Cambria. Davanti s’è invece sofferto con Lo Monaco ed Aloe a logorarsi nel tentativo di trovare varchi. Quando sulla trequarti ha avanzato il suo gioco Parisi  col sostegno di Bertè, anche perché l’avversario è calato fisicamente, s’è visto qualcosa di meglio. La Folgore non ha deluso assolutamente, la si sapeva squadra di rango e tale s’è mostrata, certamente non ha gran peso in avanti ma non va dimenticata la grande prova difensiva dei locali. Alla fine tutti contenti anche se, quasi sui titoli di coda, era quasi il 40’ della ripresa, Parisi ha messo i brividi al clan ospite con quel tiro che poteva decidere l’incontro. Ora, si volta pagina, si pensa alla prossima per capire meglio il ruolo che si potrà recitare. Oliveri – sabato prossimo per il Venetico, e Tortorici  per la Folgore, saranno tappe delicate ed importanti che potranno aiutarci, almeno in parte, ad entrare nel merito.
(di Nino La Rosa)IL VENETICO SCHIERATO CONTRO LA FOLGORELA FOLGORE MILAZZO c