Non perdere...
Home / Notizie / C.M. di Messina: interventi sulle strade di collegamento della zona tirrenico-nebroidea e dell’Alcantara

C.M. di Messina: interventi sulle strade di collegamento della zona tirrenico-nebroidea e dell’Alcantara

Viabilità provinciale, aggiudicate quattro gare relative ad interventi su importanti arterie di collegamento della zona tirrenico-nebroidea e dell’Alcantara. L’importo complessivo dei progetti ammonta a 7.009.679 di euro.
(Nella foto, un tratto della strada Falcone-Santa Barbara, nel comune di Montalbano Elicona)
La Città Metropolitana sta accelerando l’attività che riguarda gli interventi sulla rete stradale provinciale, uno degli obiettivi cardine dell’azione politica del Sindaco Metropolitano, dott. Cateno De Luca, che ha posto la sicurezza stradale tra le finalità prioritarie del proprio mandato.
Il 12 e 13 novembre si è proceduto all’affidamento dei lavori relativi a quattro gare d’appalto per  interventi su arterie stradali del comprensorio tirrenico-nebroideo e di quello dell’Alcantara.
In particolare si tratta dei seguenti lavori:
– l’ammodernamento della strada provinciale 152 Bivio Gentile – Piano Campi, 3° Lotto – Tortorici;
– ripristino sede stradale e consolidamento corticale della strada provinciale agricola “Falcone-Santa Barbara”;
– ripristino della sede stradale della strada provinciale 168 dei Monti Nebrodi;
– sistemazione, adeguamento e messa in sicurezza della Strada Provinciale Gaggi-Cretazzi-Serro-Antillo-Candelora-Castelmola nel Comune di Gaggi.
L’importo complessivo delle somme a disposizione ammonta a 7.009.679 euro, il totale degli importi a base d’asta di 5.330.398,63 euro.
L’attività degli Uffici della Direzione “Viabilità Metropolitana” procederà in questi giorni con l’aggiudicazione di altri quattro bandi di gara per altrettanti interventi sulla viabilità di competenza di Palazzo dei Leoni mentre altre gare saranno affidate entro la fine del 2020.
Comunicato stampa redatto da: Addetto Stampa dott. Giuseppe Spanò
Il Responsabile del Servizio: Dott. Francesco Roccaforte