Non perdere...
Home / Basket / Basket, Memorial “David Basciano”: La finale è Pallacanestro Trapani-Sigma Barcellona

Basket, Memorial “David Basciano”: La finale è Pallacanestro Trapani-Sigma Barcellona

memorial bascianoA Trapani, ieri, sabato 14/9/2013. la prima delle due giornate del Memorial “David Basciano” di basket, quadrangolare con tre formazioni di Legadue Gold (Barcellona, Capo d’Orlando e Trapani) e la Moncada Fortitudo Agrigento di Legadue Silver .
I risultati della prima giornata, hanno premiato Barcellona e Trapani, che questa sera si contenderanno la vittoria del Memorial nella finale.
Il programma delle due finali (domenica 15/9/2013): 
Ore 18.30  Finale 3° e 4° posto Upea Capo d’Orlando-Moncada Fortitudo Agrigento
Ore 20.30 Finale 1° e 2° posto PallacanestroTrapani-Sigma Basket Barcellona
I risultati delle semifinali di ieri, sabato 14/9/2013:
Ore 19 gara 1 Upea Capo d’Orlando-Sigma Basket Barcellona 79-92
(24-21; 43-39; 65-61):
Ore 21 gara 2 Pallacanestro Trapani – Moncada Agrigento 86-70
(29-19; 43-34; 64-59)
Partita vera fra Capo d’Orlando e Barcellona
Upea Capo d’Orlando Sigma Basket Barcellona 79-92
(24-21; 43-39; 65-61)
Upea Capo d’Orlando: Soragna 17, Laquintana 6, Benevelli 3, Nicevic 7, Portannese 18, Archie 20, Wright 8, Ciribeni, Cefarelli, Busco ne. All. Pozzecco.
Sigma Barcellona:Young 17,Toppo 4, Maresca 10, Natali 4, Collins 33, Filloy 20, Pinton, Fantoni 4, Dispinseri ne, De Leo ne, Iurato ne. All. Perdichizzi
Parziali: 24-21, 43-39, 65-61, 79-92
Arbitri: Nicolini di Bagheria (PA), Attard di Priolo (SR), Cappello di Porto Empedocle (AG).
Chi si aspettava un’amichevole tra l’Upea Capo D’Orlando e la la Sigma Barcellona, è rimasto deluso. È stata partita vera, gioco maschio, contatti, falli tecnici, espulsioni: tutti gli ingredienti di un derby, insomma,di una gara combattuta. Ma andiamo con ordine. Parte subito forte la Sigma con 2 triple di Filloy che segnano un piccolo vantaggio (11-14 al 5′). Da qui in poi però si vede una grande Upea che trova, con le penetrazioni di Portannese ed i piazzati di Wright, le chiavi per scardinare la difesa giallorossa (24-21 al 10′). È una partita combattuta, i giocatori non lesinano energie e si rispondono colpo su colpo. Ad ogni tentativo di allungo dell’Upea, è brava Barcellona a non disunirsi e rimanere ancorata al match pur esprimendo una pallacanestro non bellissima. A metà partita il tabellone recita 43-39 per i ragazzi di coach Pozzecco. Alla ripresa delle ostilità i due uomini di punta delle due contendenti prendono in mano le redini del match: da un lato uno stratosferico Collins (8/11 da tre, fa ammattire chiunque tenti di contenerlo), dall’altro Soragna, che non sbaglia un tiro. Il 33’ segna però l’ultimo vantaggio Upea sul 71-69. Da qui in poi la maggiore verve ma soprattutto l’esperienza degli uomini di Perdichizzi permettono ai giallorossi di portarsi in vantaggio. Gli animi si inaspriscono, viene espulso coach Pozzecco dopo un brutto fallo di Maresca su Portannese ma il Collins di stasera è un marziano e Barcellona conquista meritatamente la vittoria.
***
Pallacanestro Trapani – Moncada Agrigento 86-70
(29-19; 43-34; 64-59)
Pallacanestro Trapani: Renzi 8, Bartoli, Lowery 17, Baldassarre 12, Bossi 15, Rizzitiello 8, Ianes, Tabbi, Parker 7, Ferrero 19, Antrops, Costadura n.e. Coach: Lardo.
Moncada Agrigento: Anello 2, Portannese, Di Viccaro 8, Mian 19, Chiarastella 9, Giovanatto, De Laurentiis 4, Mocavero 12, Vaughn 16, Piazza n.e. Coach: Ciani.
Nella semifinale del Memorial David Basciano la Pallacanestro Trapani si aggiudica la sfida contro Agrigento, controllando per tutti i 40’ il match nonostante gli ospiti più volte si siano portati a contatto. Trapani si presenta al gran completo, coach Ciani deve invece fare a meno del playmaker titolare Piazza. Trapani parte bene, sfruttando le iniziative di Ferrero che raggiunge quota 9 in un amen. Dopo i primi 5’ lo score è 15-9 per i granata. Mian e soci non stanno a guardare ed impattano da lì a poco (15-15). Coach Lardo fa leva sulle rotazioni (ben 10 giocatori già utilizzati nel primo periodo), Trapani costruisce un buon parziale (14-4) chiuso dalla bomba dell’ottimo Bossi. Alla prima sirena il tabellone recita 29-19 per i padroni di casa. Nel secondo periodo prima Agrigento ricuce lo strappo (33-31), poi altro break per Trapani che nel frangente si affida alla verve di Baldassarre. Così si va alla pausa lunga sul punteggio di 43-34 per i ragazzi di coach Lardo che però non sfruttano a dovere un tecnico fischiato alla panchina ospite. Per i granata già due giocatori in doppia cifra, Ferrero (11) e Baldassarre (10). Al rientro dagli spogliatoi la gara diviene più frizzante, Agrigento piazza subito un break di 7-0 (43-41), Trapani lì ha un sussulto, si affida all’under Bossi per un contro parziale di 11-2 chiuso da una bomba di Ferrero (54-43). Mian sul finire del periodo ricuce parzialmente lo strappo, 64-59 lo score al 30’. Ultimi 10’: ci pensa Di Viccaro con una tripla a dare la carica ai suoi (66-65), riportando a contatto Agrigento. Trapani lì cambia marcia, aumenta l’intensità difensiva e piazza subito un parziale di 5-0 (bomba di Bossi) che ristabilisce le distanze (71-65). Coach Lardo opta per il doppio playmaker in campo (Bossi – Parker) con Lowery da “tre”, la scelta sortisce buoni dividendi e la prima bomba di Parker (76-67) mette il match quasi in ghiaccio, chiuso poi definitivamente da un incredibile tripla allo scadere dei 24’’ di Renzi che di fatto mette fine alle ostilità (81-70) quando mancano meno di 2’ alla fine. Le acrobatiche iniziative di Lowery mandano poi i titoli di coda. I soli 11 punti subiti nell’ultimo periodo sono musica per le orecchie di coach Lardo che sin dall’inizio non ha fatto mistero che dalla difesa devono iniziare le fortune di Trapani. 86-70 il punteggio conclusivo. Da segnalare il buon atteggiamento della formazione granata, che s’è cercata in attacco, sbattendosi nella propria metà campo, ancor di più nell’ultimo quarto, nonostante la condizione non sia ancora ottimale ed il fiato quindi scarseggi.
Trapani, domenica 15 settembre 2013
Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani
COMUNICATO STAMPA N. 52