Non perdere...
Home / Basket / Basket Lega Adecco Gold, i risultati della terza giornata

Basket Lega Adecco Gold, i risultati della terza giornata

I risultati della terza giornata (domenica 20/10/2013, ore 18:00). I servizi delle gare: Brescia-Barcellona 74-70  e Trapani-Veroli 83-77
I risultati della 3^ giornata:
Leonessa Brescia-Sigma Basket Barcellona 74-70
Junior C. Monferrato- Orlandina Basket 70-59
Pallacanestro Trapani-Basket Veroli 83-77
Aurora Jesi – Fulgor Forlì 61-60
Basket Ferentino- Pall. Trento 2009 64-95
Pall. Biella – PMS Torino 81-61
Azzurro Basket Napoli-Andrea Costa Imola 85-55
Pall. Trieste 2004 – Scaligera Verona 79-77
Classifica: Centrale Latte Bs 6, Sigma Barcellona 4, Lighthouse Trapani 4, Tezenis Verona 4, Biella 4,
GCZ Veroli 4, Expert Napoli 4, Aquila Basket Trento 4, Pall. Trieste 2004 4, Manital Torino 4, Novipiù Casale Monferrato 2, Fileni BPA Jesi 2, Upea Capo D’Orlando 0, Aget Imola 0, FMC Ferentino 0, Fulgor Forli’0,
Prossimo turno, 4^ giornata, domenica 27/10/2013, ore 18:00
Fulgor Forlì – Pall. Trento 2009
Basket Veroli-Leonessa Brescia
Andrea Costa Imola – Juniores C. Monferrato
Aurora Jesi – Pall. Trieste
Scaligera Verona-PMS Torino (Sab 26-10-2013 20:45)
Pall. Biella –Azzurro Basket Napoli
Orlandina Basket – Basket Ferentino
Basket Barcellona – Pallacanestro Trapani
Brescia-BarcellonaCentrale Latte Brescia – Sigma Basket Barcellona 74 – 70
Una domenica sfortunata per la Sigma Basket Barcellona che sul parquet del Pala San Filippo  cede, dopo un partita combattuta, i due punti alla Leonessa Brescia. Il risultato finale recita 74 – 70 per i padroni di casa che restano a punteggio pieno dopo tre partite, dimostrando di essere una seria candidata alla vittoria finale.
I primi cinque minuti scivolano via in una situazione di sostanziale equilibrio, poi le bombe di Fultz e Giddens scavano un vantaggio di 9 punti. Ma  Barcellona rientra  con Andre Collins e grazie alle sue penetrazioni letali il primo quarto si chiude 19 – 18.
Al ritorno in campo ancora il solito Fultz, Di Bella e l’americano Giddens incrementano il vantaggio con un parziale di 12 – 2. In uscita dal time-out chiamato da coach Perdichizzi, Maresca e compagni provano ad accorciare le distanze ribattendo punto su punto e rispondendo con un contro parziale di 7 – 12 ma è la Centrale del Latte Brescia ad andare al riposo in vantaggio, il secondo quarto si chiude 38 – 32.
Nel terzo quarto i giallorossi riescono pazientemente a colmare il gap con una buona distribuzione dei tiri e a portarsi sul -1 quando mancano meno di 4 minuti alla fine del terzo quarto. MaGiddens e Slay, a suon di triple fanno ripiombare giù i giallorossi. Alle triple bresciane risponde il play giallorosso Collins che con il supporto di Capitan Maresca e di Fiorello Toppo limita i danni.Il terzo quarto termina 58 – 50.
Si torna in campo per il quarto e ultimo periodo di gioco, sembra di rivivere la frazione di gioco precedente con Barcellona che riesce a portarsi a -2 con Collins, Young e Maresca, quando il cronometro mette in mostra 15 secondi ancora da giocare e nonostante un fallo tecnico fischiato contro. Giddens, però,  è glaciale dalla lunetta e la preghiera da tre di Collins non  trova il canestro. Brescia esce vittoriosa con il punteggio di 74 – 70.
In sala stampa Coach Perdichizzi ha riconosciuto gli errori commessi dai suoi ragazzi: “Siamo stati sopraffatti dal loro ritmo di gioco,  è mancata da parte nostra la grinta e la determinazione necessaria. Tuttavia siamo rimasti in partita fino alla fine.  Probabilmente con un atteggiamento differente nei primi due quarti la partita avrebbe preso un’altra strada. Brescia per noi è stato un banco di prova che sicuramente ci è servito a capire su cosa dobbiamo lavorare. Il campionato è lungo e siamo solo all’inizio”.
Centrale Latte Brescia – Sigma Basket Barcellona 74-72 (19 – 18); (38 – 32); (58 – 50); (74 – 70)
Tabellini
Centrale Latte Brescia: Slay 16, Rinaldi, Fultz 12, Di  Bella 15, Giddens 12, Bushati 11, Procacci n.e., Loschi 4, Cuccarolo 4, Maspero,Coach Alberto Martelossi
Sigma Basket Barcellona: Young 13, Maresca 10, Collins 26, Filloy 4, Fantoni 8, Dispinzeri n.e. , Toppo 6, Natali,  Iurato n.e. , Pinton 3, Coach Giovanni Perdichizzi
Barcellona P.G., 20 ottobre 2013
Ufficio Stampa  Sigma Basket Barcellona
Comunicato Ufficiale n. 91,

Foto:  LNP/Gianluca Pavarini)
loweryPallacanestro Trapani-Basket Veroli 83-77. Tabellino e cronaca
Pallacanestro Trapani – Basket Veroli 83-77 (26-13; 51-41; 69-53)
Pallacanestro Trapani: Renzi 15 (5/10, 1/2), Bartoli, Lowery 16 (3/7, 2/4), Baldassarre 15 (5/7, 1/1), Bossi (0/1), Rizzitiello 6 (2/3, 0/1), Ianes 4 (2/2), Parker 10 (2/7, 2/4), Ferrero 17 (4/7, 2/4), Tabbi n.e. Coach: Lino Lardo
Basket Veroli: Sanders 17 (3/7, 3/7), Cittadini 9 (4/6), Rossi 5 (1/1, 1/1), Tommasini 5 (2/2, 0/3), Samuels 10 (2/7, 1/3), Ondo Mengue, Blizzard 13 (1/5, 3/5), Casella 13 (2/3, 3/6), Fabiani (0/1), Carenza 5 (1/3, 1/2). Coach: Marco Ramondino.
Arbitri: Gianfranco Ciaglia di Caserta, Enrico Boscolo di Chioggia  (VE) e Corrado Trifiletti di Messina.
Note: T.L.: Trapani 13/17, Veroli 9/14. Tiri da due: Trapani 23/44, Veroli 16/35. Tiri da tre: Trapani 8/16, Veroli 12/27. Usciti per cinque falli: nessuno. Spettatori: 3.000 circa.
TRAPANI. La legge del Palailio non ammette varianti, infatti la Pallacanestro Trapani, sfoderando una prestazione tutto cuore, supera Veroli che si dimostra squadra ben costruita e compatta, non a caso a punteggio pieno prima di oggi. Trapani si presenta al gran completo, “copia e incolla” per la formazione ciociara. Coach Lardo si affida al quintetto classico (Parker-Lowery-Ferrero-Baldassarre-Renzi), dall’altro lato Ramondino manda sul parquet Tommasini, lasciando inizialmente in panchina il veterano Blizzard. Lardo spedisce Lowery su Tommasini, mettendogli pressione, mentre Parker si occupa della guardia Sanders. Ramondino ordina la zona che produce i suoi dividendi, Trapani soffre qualcosina sul pick and roll avversario, lo score recita 8-11. Time out per i granata che cambiano marcia, break di 8-0 frutto dei guizzi di Ferrero e Baldassarre (16-11). I granata sul finire di periodo allungano ulteriormente, anche per via del tecnico fischiato a Cittadini (3° fallo). Si va alla prima mini sirena sul 26-13 per la formazione granata che produce un break lungo di 18-2. Nel secondo quarto, subito il 5-0 ospite (24-18), Trapani prova a spingere in contropiede ma Veroli non sbaglia un colpo da fuori (7/8 da tre nel quarto). Le bombe di Blizzard e Casella ricuciono lo strappo (46-40) ma i ragazzi di coach Lardo non stanno a guardare e vanno al riposo sul 51-41. Il secondo periodo recita 28-25 per Veroli, con percentuali da favola, soprattutto per Trapani che paga però qualcosa a rimbalzo (9-16). Baldassare è già a quota 11 punti con 4/4 da due ed 1/1 da tre. Parker scrive già 6 assist. Al rientro dagli spogliatoi gli attacchi divengono meno brillanti, dopo un paio di canestri di Samuels arriva il magic moment di Trapani che vola sul 67-50 con la tripla in transizione di Lowery, volando in contropiede con Ferrero che si fa trovare pronto mentre Ramondino si dimentica di Blizzard. Le squadre si ritrovano sul 69-53 quando residuano gli ultimi 10’. La squadra ospite dimostra di crederci e ricuce lo strappo con un break di 9-2 (71-62). Nonostante la tripla di Parker (74-62), l’inerzia è nelle mani di Veroli che si avvicina ulteriormente (74-70 a4’ dal termine). Trapani soffre troppo a rimbalzo (22-34 a fine match), i guizzi di Baldassarre e Parker sembrano dare respiro ai granata (78-70) ma un tap-in di Casella riapre nuovamente i giochi (78-75). Si arriva così sul 80-77 a 35’’ dal termine quando una grande difesa di Baldassare costringe Blizzard ad un tiro forzato da tre che si spegne sul ferro. Veroli è costretta al fallo sistematico, i liberi di Lowery chiudono di fatto il match con Trapani che difende egregiamente sui tre possessi conclusivi degli ospiti. La gara si chiude sul 83-77 con il libero di Baldassare sul fallo antisportivo subito. Trapani tira discretamente da due, 23/44 (52%), molto bene da tre (8/16, 50%), distribuendo ben 15 assist, facendosi spesso apprezzare per delle pregevoli azioni in contropiede. Veroli, come detto, domina a rimbalzo (+12) ma paga a caro prezzo le ben 17 palle perse, frutto anche dalla pressione difensiva di Trapani. Tra i singoli segnaliamo i ben 8 assist di Parker, i numeri di Baldassare (15 p.ti, 5/7 da due ed 1/1 da tre), la prova a tutto campo di Ferrero (17 p.ti, 4/7 da due e 2/4 da tre) e la solidità di Renzi che chiude con 15 punti e 9 rimbalzi, sboccandosi anche da tre. Il prossimo impegno per Trapani sarà il derby on the road contro Barcellona.
Trapani, domenica 20 ottobre 2013
 COMUNICATO STAMPA N. 88
Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani